Cos’è il trading online, la guida completa

Le possibilità che ci sono oggi per fare soldi sono innumerevoli, probabilmente non ci sono stati nella storia altri periodi in cui fosse così semplice guadagnare del denaro. Uno dei modi a disposizione di chi sta cercando una forma per incrementare le proprie entrare è sicuramente il trading sui market finanziari fatto su internet, direttamente da casa propria.

Ma cos’è il trading online? Quali sono i rischi che comporta? Come si fa ad imparare a fare trading? A queste domande e a tante altre risponderemo nelle prossime righe.

Trading online opinioni

Sicuramente navigando su internet ci si è imbattuti in pubblicità che offrivano sicuramente gains miracolosi in poco tempo con un piccolo investimento senza rischio.

Queste opinioni sono ovviamente esagerate ma è impossibile negare che una volta capito come funziona il trading online, la possibilità di fare grossi guadagni in effetti è reale.

Fare trading online, in parole povere, altro non è che portare su internet una fra le attività più vecchie del mondo, la compravendita.

Chi fa trading infatti entra sul mercato per acquistare un asset, normalmente quando ritiene che il valore di questo sia destinato a crescere, o alternativamente per venderlo se si ritiene che il prezzo dell’asset andrà a calare.

Questo modello molto semplice è arricchito dal fatto che nel trading moderno è possibile agire sul mercato secondario (ovvero un mercato in cui si scambiano titoli che rappresentano il valore dell’asset e non l’asset in sé) anche con le vendite allo scoperto. In questo caso quello che si fa è “prendere in prestito” un titolo per venderlo, mettendo dei soldi a garanzia.

Se il titolo cala di prezzo si guadagna in quanto si è venduto ad un prezzo maggiore di quello a cui lo si restituisce. Assumere una posizione di questo tipo si chiama posizione short, mentre quella opposta, in cui si scommette sull’aumento di valore, si chiama long.

Questa breve introduzione per spiegare come con il trading sia possibile fare un investimento e guadagnare, sia che un asset aumenti di prezzo, come è naturale nelle compravendite, sia che un asset perda valore, se si sarà assunta una posizione short nei confronti dell’asset stesso.

Per capire meglio questo mondo e decidere se entrarne a far parte (ed iniziare a guadagnare) è utile capire su cosa fare trading e come fare trading ed è questo che verrà analizzato nelle prossime righe.

Commodities trading o forex trading online ?

I mercati finanziari disponibili per fare profitto nel trading online tramite un investimento sono tantissimi, ma prima di oggi è stato così facile investire anche in borsa.

Oggi facendo trading online con broker quali eToro, xtb, directa, etc. , è possibile guadagnare sui movimenti di prezzo di praticamente ogni cosa. I market più popolari sono indubbiamente quelli delle commodities, del forex, CFD e degli stock, ai quali ormai bisogna aggiungere oggi i mercati delle criptovalute.

I mercati delle commodities sono quelli dove alla base dei titoli scambiati, ci sono dei beni che hanno un utilizzo reale e che sono standardizzati, sempre uguali indipendentemente dal produttore. In questa categoria rientrano, ad esempio, il petrolio, l’oro ed in generale i metalli ma anche materie prime alimentari come lo zucchero, il cacao ed il caffè.

E’ possibile negoziare il CFD di ogni commodity.

Con il termine forex ci si riferisce invece ai mercati finanziari dove si scambiano valute (euro, dollaro,yen, etc.), l’unico limite è la fantasia visto che si va dal classico euro-dollaro americano o dollaro americano-sterlina inglese fino a coppie che includono valute di paesi emergenti quali la Cina, l’India o il Brasile, sulle quali le fluttuazioni sono maggiori e di conseguenza anche i potenziali guadagni (ma attenzione, anche le perdite).

Ci sono poi i mercati degli stock, in italiano noto come mercato azionario (borsa). In questi market finanziari ciò che si scambiano sono le azioni appartenenti alle grandi aziende mondiali. Anche qui c’è un’enorme possibilità di fare profitto si pensi alla crescita che ha avuto negli ultimi mesi la Tesla e che ha permesso ad alcuni investitori di cambiare completamente vita grazie all’intuizione di investire nel momento giusto.

Infine, oggi non si possono non includere tra i mercati dove fare trading (o tradabili come si dice in gergo) quelli delle criptovalute. Si tratta della novità degli ultimi anni, sono saliti all’onore delle cronache nel 2017 e da allora sempre più gente si è avvicinata a questo affascinante mondo. Lasciando stare le discussioni sulle prospettive di impiego futuro del mezzo (c’è chi dice che cambieranno il mondo e chi invece dice che siano inutili) è innegabile che molte persone che hanno avuto l’occhio per muoversi in questi mercati siano riuscite a fare i più grossi guadagni di sempre da quando esiste il trading online. Certo, si tratta di mercati ultraspeculativi, dove muoversi con accortezza perché ovunque ci siano grandi guadagni ci sono parallelamente anche enormi rischi.

Se si è agli inizi si pone il problema di come orientarsi tra tutti questi market finanziari e la borsa azionaria, in modo da poterli sfruttare a nostro favore. Bisogna dire subito che il trading richiede studio: perché permette enormi guadagni ed è per tutti, ma a chi ci si dedica si richiede studio e applicazione, pena il poter perdere tutto il capitale. Proprio a questo scopo è raccomandabile iniziare con un corso anche gratis completo di una guida presso i migliori broker finanziari, dove imparare le basi, utilizzare gli strumenti adatti, ma anche a muoversi in autonomia e elaborare strategie che possano adattarsi al proprio modo di investire come broker e trader.

Fra i migliori broker finanziari dove contrattare ed investire in CFD, azioni, operare nel Forex, vi sono eToro, DEGIRO, Directa, XTB. Tutti questi broker online forniscono una guida completa per investire, e gli strumenti più adatti per varie operazioni anche in borsa.

Corso trading online

Fare un corso di trading online è una scelta obbligata per chiunque decida di diventare un trader in modo serio.

Dopo aver imparato le basi con i tantissimi materiali disponibili anche sulle migliori piattaforme gratis quali YouTube, si capirà che per fare sul serio quanto imparato non basta.

Per vedere lievitare i guadagni servirà infatti qualcuno che ci accompagni in maniera sistematica aiutandoci durante i primi passi con denaro vero.

Un buon corso online non deve limitarsi a spiegare in che modo funzionano le migliori piattaforme e come leggere i grafici, ma deve comprendere anche una parte dedicata alla gestione del capitale (money management), delle lezioni sul funzionamento dei mercati in generale, indipendentemente quindi dall’attività di trading ed un portafoglio di strategie che possano essere adattate al proprio stile di trading.

Purtroppo bisogna aggiungere che un buon corso di trading non è economico, il che è comprensibile visto che dietro ci sono molte ore di studio, una grande professionalità ed inoltre il costo serve da deterrente per evitare che le aule virtuali si riempiano di gente che vuole fare soldi senza sforzo.

Il trading, come già detto, richiede studio ed applicazione ed un atteggiamento da “tutto subito” è esattamente l’opposto di quello che serve per moltiplicare il proprio capitale.

Trading online demo

Per iniziare, intanto che si imparano le basi dai tutorial su YouTube, si può provare ad usare un conto demo senza un reale deposito, vale a dire un conto gratis con denaro finto messo a disposizione da praticamente tutte le migliori piattaforme di trading per permettere ai propri iscritti di imparare a tradare, ad esempio eToro, Plus500, etc.

Una piattaforma broker come e-Toro ad esempio permette al neo-trader di fare un investimento in azioni,CFD oppure operare nel mercato Forex.

Il vantaggio di iniziare con un conto demo è chiaro: non mettere a rischio il proprio denaro intanto che si commettono gli immancabili errori da principiante. È purtroppo impensabile non commettere errori durante i primi tentativi di operazione di trading e poter sperimentare tecniche e strategie senza rischi è sicuramente un grosso vantaggio per la propria formazione.

Pur restando indiscutibile il vantaggio di poter sperimentare con un conto demo gratis con tutti gli strumenti reali, c’è da tenere in considerazione anche un lato dei conti demo senza alcun deposito, che non viene mai preso abbastanza in considerazione, soprattutto in termini di formazione.

Nel trading è di fondamentale importanza lo sviluppo dell’aspetto psicologico, quella che si chiama la mentalità da trader. Ed è proprio su questo punto che bisogna fare attenzione con i conti demo.

Con questo tipo di conto infatti di tende ad operare in modo fin troppo rilassato, prendendosi rischi eccessivi che se presi usando denaro vero possono rivelarsi fatali.

Come funziona il trading online automatico

Chi volesse dedicarsi al trading online ma non credesse di avere il tempo necessario può sperimentare una delle novità più interessanti degli ultimi anni, vale a dire il trading online automatico.

Questa innovativa forma di trading prevede l’utilizzo di appositi strumenti, detti trading bot, nelle proprie operazioni di trading. Il grosso vantaggio di questi programmi è che possono essere fatti girare 24 su 24 7 su 7, massimizzando le possibilità di profitto. Tuttavia non bisogna pensare che si tratti di un modo facile di fare trading in quanto per utilizzarli con profitto è necessario aver studiato una strategia e programmare il bot sulla base di questa. Si capisce quindi come anche l’uso di bot di trading automatico richieda un impegno importante quantomeno nella fase di studio.

Se proprio si volesse operare nel trading ma non si avesse il tempo nemmeno per studiare come funzionano i mercati e una strategia per operare, un’alternativa da usare in modo oculato potrebbe essere il copy trading.

Questa modalità di trading, permessa non da tutti i broker, consiste nell’affiliarsi alle operazioni di un trader già affermato dando istruzione al sistema di copiarne i movimenti. In questo modo non si va a fare altro che copiare appunto l’operatività di un’altra persona, rinunciando completamente al controllo sulle proprie operazioni (e quindi anche sui propri soldi), in cambio della comodità di avere qualcun altro che pensa al proprio posto.

Ad esempio Il broker eToro ha nel copy trading uno degli strumenti della sua piattaforma più conosciuti, è possibile infatti copiare un investimento in CFD, azioni, dal proprio trader preferito

In sintesi, il trading online è un’enorme possibilità di guadagno a patto che si sia disposti ad impegnarsi nello studio e nello sviluppo di una mentalità finanziaria.

Vista la vastità della materia, vediamo adesso alcune tra le domande che vengono chieste più spesso, cercando di sciogliere i dubbi che possono essere rimasti dopo aver letto quanto esposto fino a questo momento.

FAQ Cos’è il trading online

Trading online guida all’uso: cosa serve per iniziare?

Per iniziare a fare trading online bastano davvero poche cose: un PC collegato ad internet veloce (la latenza della connessione è fondamentale), tanta buona volontà per imparare ed un capitale iniziale che può andare dalle poche centinaia di euro a qualche migliaio. Il capitale è relativamente importante in quanto all’inizio la cosa fondamentale è capire i meccanismi ed avere una percentuale di profitto sul capitale costante nel tempo, un conto demo gratis senza deposito in questo frangente è indispensabile. Quando si sarà raggiunto questo risultato si potrà incrementare il capitale depositato e di conseguenza i profitti.

Fare trading online è una truffa?

Fare trading online non solo non è una truffa ma è anche uno dei modi più sicuri per fare soldi online. L’importante è approcciarsi all’attività in modo serio e non cercando di fare soldi in pochi giorni senza fatica, perché il rischio si evita con la pazienza . Altro fattore fondamentale per non correre rischi è quello di affidarsi a piattaforme serie e certificate, come ad esempio eToro, Plus500,etc. questo più che altro per la gestione del denaro. Andando su piattaforme più piccole, che all’apparenza potrebbero sembrare più profittevoli magari per la disponibilità di leve più grosse o commissioni più basse, potrebbero poi risultare più complicate per quanto riguarda la KYC ed il ritiro dei propri fondi.

Come funzionano depositi e prelievi nel trading online?

Pur andando a lavorare su mercati importanti, i depositi ed i prelievi nel trading non funzionano diversamente dalle altre attività che prevedano lo scambio di denaro online. La maggior parte delle piattaforme (eToro, Plus500, etc) accettano come mezzo di pagamento e di prelievo sia i bonifici bancari che i trasferimenti con carta, ed alcune piattaforme permettono anche il deposito con PayPal. La particolarità delle piattaforme di trading online è che sono tenute a rispettare quanto previsto dalla legge per la AML (la normativa antiriciclaggio) e la KYC (l’identificazione del cliente da parte della piattaforma). Questi adempimenti prevedono l’invio al provider di determinati documenti personali e solo dopo la verifica di questi si potrà procedere a depositare i fondi.

I profitti del trading online vanno dichiarati?

Come tutti i profitti delle attività finanziarie, anche quelli provenienti dall’attività di trading online andranno dichiarati al fisco, trattandosi a tutti gli effetti di un reddito aggiuntivo. La tassazione è fissa ed è del 26% sui profitti, da pagarsi o tramite sostituto d’imposta se possibile (cioè facendo prelevare la somma direttamente dalla piattaforma) o dichiarando i profitti in sede di dichiarazione dei redditi e provvedendo a pagare autonomamente quanto dovuto. Non serve spiegare come sia infinitamente più comodo far pagare le tasse direttamente al portale, evitando la burocrazia ed i rischi che si corrono dichiarando da soli quanto guadagnato.