CFD Trading: Cosa sono e come funziona? | Guida completa

Ultimo aggiornamento il 22/08/22

Chi inizia a fare trading si sarà certamente imbattuto nell’offerta da parte dei broker di CFD trading. Si tratta di una delle forme più diffuse di trading, in quanto lo scambio di “contratti per differenza” (CFD sta infatti per l’inglese contract for difference) permette di entrare sui mercati più svariati senza dover acquistare la proprietà del bene scambiato ma lavorando su prodotti derivati. Il CFD trading è fra le principali modalità offerte dai più importanti exchange di trading online, motivo per cui è importante familiarizzarci se si intende fare sul serio in questa attività.

Broker Caratteristiche Voto Apri un Conto demo
etoro logo ✔️ Deposito minimo 200€
💰 Conto demo 100.000€
🛡️ Licenza CySEC, ASIC, FCA

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.

★★★★★
5/5

Leggi la recensione

avatrade logo ✔️ Deposito minimo 200€
💰 Conto demo Senza Limiti
🛡️ Licenza CySEC, ASIC, FCA
★★★★★
4.5/5

Leggi la recensione

plus500 logo ✔️ Deposito minimo 100€
💰 Conto demo 40.000€
🛡️ Licenza CySEC, ASIC, FCA

Il 77% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro negoziando in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il suo denaro.

★★★★★
4.9/5

Leggi la recensione


Nessun informazione o consiglio finanziario relativo al trading online è offerto per contatto.

xtb logo ✔️ Deposito minimo -€
💰 Conto demo 100.000€
🛡️ Licenza CySEC, FCA, NKF
★★★★★
4.8/5

Leggi la recensione

capital com logo ✔️ Deposito minimo 20€
💰 Conto demo 10.000€
🛡️ Licenza CySEC, ASIC, FCA, FSA

L'81,40% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.

★★★★★
4.6/5

Leggi la recensione

Cosa sono i CFD?

I contratti per differenza, CFD in breve, sono strumenti finanziari che consentono di investire sui mercati in modo dinamico e flessibile ai trader di tutto il mondo. Gli investitori, grazie al trading di CFD, sono in grado di negoziare le fluttuazioni di prezzo di un bene, senza dover entrare nel mercato specifico realmente, il che significa, che non si possiede effettivamente l’asset sottostante. In poche parole, i contratti per differenza replicano le prestazioni di azioni, titoli, futures, ETF, Forex, commodities e indici di Borsa sui mercati, consentendo ai trader di operare in tutto il mondo, con una capacità enorme di diversificare il proprio portafoglio.

Dunque, i CFD assomigliano alle opzioni binarie, ma dal punto di vista tecnico si differenziano da queste ultime in quanto utilizzano i medesimi meccanismi di una operazione finanziaria di livello elevato e per questo motivo, di solito, è necessario fare uso di un mediatore di mercato. Il tramite è proprio il Broker di CFD, che consente con uno sforzo medio-piccolo, di entrare sui mercati per investire il proprio budget e costruire una strategia finanziaria personalizzata.

È quindi estremamente innovativa la nicchia di mercato offerta da questa tipologia di broker, oltre ad essere flessibile per l’offerta.

Trading CFD cos’è e come funziona

trader ilustrationCome accennato nell’introduzione il trading di CFD è un tipo di trading sui prodotti derivati che viene basato sulla differenza di prezzo del sottostante ad un intervallo di tempo determinato. Inventati negli anni ’90 principalmente come strumento di hedge, o di copertura, per gli investimenti tradizionali e per lavorare sugli indici, i CFD sono diventati nel tempo una delle forme di investire più popolari, anche grazie al fatto che, al di là di alcune caratteristiche comuni, ogni investitore può creare i CFD con le caratteristiche che più preferisce.

Nei markets sono molte le materie prime dalle quali si può provare a  guadagnare denaro con un buon margine, lo sono ad esempio oro, argento, petrolio,cotone, etc.

Sulla piattaforma eToro che è fra le migliori, ad esempio è possibile negoziare in cfd con un basso livello di spread, comprare azioni ed anche scaricare una guida che spiega come muoversi nei markets finanziari.

Una delle cose che contraddistinguono i CFD è il rapporto tra broker e trader. Lo scambio avviene tra questi due, con il trader (buyer) che acquista una posizione che può essere rialzista o ribassista a seconda di quella che ritiene essere la tendenza del contratto. Per quanto questo tipo di strumento non abbia una scadenza, è da sottolineare che sono tutti prodotti che vanno per così dire “rifinanziati” giornalmente, motivo per cui non vanno tenuti aperti troppo a lungo né con poco margine di cassa in quanto se non si è in grado di rifinanziare la posizione questa verrà liquidata dal broker perdendo quanto si era deciso di investire.

Il potenziale guadagno viene, come suggerito dal nome, dalla differenza tra il prezzo di acquisto della posizione ed il prezzo di chiusura della medesima, a seconda che questa si positiva, in caso di posizione rialzista, o negativa, in caso di posizione ribassista. Ovviamente se si chiude la posizione con un prezzo che si è spostato nella direzione opposta rispetto a quella prevista invece di un guadagno si avrà una perdita di capitale.

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.
Leggi la recensione completa etoro.

Esempio di trading su Cfd

Facciamo un esempio. Scegliamo di investire con un CFD trading a rialzo su una delle azioni di mercato che ci interessano (o nel forex). La società X negozia con spread di 2, cioè sta negoziando 98/100. Se il trader ritiene sia il caso che il prezzo della società è in salita apre una posizione long acquistando 10.000 unità per 100 cent l’una.

Sono addebitati al trader 10 euro di commissioni per aprire la posizione, lo 0,10% della negoziazione. La società però ha un tasso di margine del 3%, richiesto per aprire la negoziazione. Sempre seguendo l’esempio corrisponde al prezzo di 300 euro.

Se nella negoziazione il prezzo sale per esempio a uno spread di 110/112 il trader può chiudere la negoziazione per il valore di 110 cent, con l’addebito di uscita che è di 11 euro (c’è da calcolare sempre lo 0,10%).

Visto che c’è stato un aumento di 10 centesimi sul valore dell’azione, il trader che ha acquistato 10.000 unità per 10.000 euro, otterrà un profitto di 1.000 euro alla chiusura.

Se invece la negoziazione è perdente e scende, ricordiamoci che investire sul CFD trading ha un alto rischio, il trader può decidere di vendere in modo da limitare le perdite. Supponiamo che è scesa a uno spread di 93/95. La chiusura della negoziazione a 93 cent. C’è quindi una perdita di 7 cent a unità, moltiplicata per 10.000 si arriva a 700 euro di perdita più le commissioni da sostenere.

CFD Trading guida completa: come iniziare

La prima cosa da fare è studiare i vari tipi di mercato su quali si può operare per capire quello che più si adatta al proprio modo di intendere il trading. I prodotti sui quali gli exchange sul web mettono a disposizione derivati CFD sono pressoché infiniti.

È possibile ad esempio investire sul mercato del forex, vale a dire quello che ha come sottostante euro, dollari, sterline ed altre valute nazionali. Si tratta di uno dei markets più popolari anche perché è uno dei più accessibili da studiare.

Un’alternativa al forex è rappresentata dal mercato delle commodities, petrolio, oro ed altre materie prime, il cui andamento può essere analizzato e previsto in ottica futura.

Altro mercato molto interessante è quello delle azioni, o degli stock come noto fra chi opera nel settore. In questo mercato la speculazione sul prezzo avviene sulla base dei movimenti del mercato azionario ed è possibile investire sulle prestazioni di aziende quotate in borsa.

Infine molto popolari negli ultimi anni sono diventati i mercati delle criptovalute, dove il sottostante viene rappresentato dal Bitcoin e le altre monete digitali. Possibile anche investire a favore o contro interi indici, in cui tutti i market elencati sono rappresentati insieme.

Oltre allo studio dei mercati è fondamentale per chi si avvia al trading online di CFD lo studio dei fondamentali tecnici del trading. Non basta infatti conoscere bene i market per poter operare su questi in modo profittevole. Saper leggere i grafici, utilizzare lo strumento di analisi tecnica più adatto, come le medie, gli indicatori di spread, le bande di Bollinger e i vari pattern che le candele del grafico vanno a formare è tanto importante quanto conoscere come si muovono i mercati, gli spread e il prezzo.

Questo tipo di analisi basata sui grafici è detta analisi tecnica, mentre quella basata sulle caratteristiche intrinseche del mercato degli asset si definisce analisi fondamentale. Molto interessante inoltre la possibilità di operare sui CFD con leva, ovvero prendendo in prestito fondi dal broker per provare a moltiplicare i guadagni.

Certo è che alla luce di quanto detto è molto utile seguire un corso di trading online, o almeno dei tutorial, per imparare a combinare le due modalità di analisi ed elaborare una strategia che possa provare a farti guadagnare ma soprattutto che sia sostenibile nel tempo.

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.
Leggi la recensione completa etoro.

CFD Trading demo, imparare il trading

Un ottimo modo per iniziare a mettere in pratica quello che si impara senza dover per forza rischiare il proprio denaro è quello di aprire un conto di CFD trading demo.

Molti exchange online mettono a disposizione conti di questo tipo, con varie formule (alcuni sono illimitati, altri danno diritto ad una cifra predeterminata di denaro virtuale), sui quali si possono sperimentare tutte le strategie che poi si andranno ad applicare manipolando asset veri.

I vantaggi del conto demo risiedono soprattutto nel fatto che riproducono fedelmente le condizioni dei mercati veri, ragion per cui se le proprie strategie funzionano sul conto demo vuol dire che si è sulla strada giusta e che le strategie studiate funzioneranno anche sul conto vero. Per contro se non dovessero funzionare le perdite sono solo in termini di crediti virtuali e quindi ci si può correggere in corsa senza mettere a rischio nemmeno un euro.

Se bisogna trovare un contro nell’utilizzo dei conti demo è che non permettono di sviluppare il lato psicologico del trader, il cosiddetto trading mindset, che è fondamentale in un’attività di trading di lungo termine e fatta con un’ottica di guadagno costante. Il problema è che tradando con denaro non vero si tende irrimediabilmente ad agire con più leggerezza, prendendosi rischi esagerati e che possono rivelarsi fatali per il proprio capitale se presi sui market reali.

I vantaggi del trading di cfd

Abbiamo visto che nel settore del trading online è possibile fare vari tipi di investimenti, utilizzando strumenti diversi tra di loro sui migliori broker (come eToro.com). Uno strumento finanziario particolarmente innovativo e apprezzato sul quale è possibile investire è il CFD Trading. E’ un modo di fare un investimento diverso e proprio per questo offre diversi vantaggi come vediamo nella parte sottostante.

Oltre quelli che vediamo nella parte sottostante della guida, ci sono anche: la possibilità di aprire un conto demo con denaro virtuale, usare gli stop loss, avere ottimi spread, si può investire CFD con un deposito minimo sulle piattaforme.

I Cfd: uno strumento derivato

I trading CFD sono uno strumento derivato. Cosa significa? Vuol dire che non si possiedono gli asset di mercato (indipendentemente che si parli di forex, criptovalute o materie prime). Si tratta di un Contratto per Differenza stipulato sui broker (come eToro.com) dove si specula sui cambi di prezzo dell’azione.

Commissioni minori

Quando si cerca di capire come fare trading online con i contratti CFD su una piattaforma come eToro bisogna comprendere i concetti più importanti, come il tema delle commissioni, per sapere sempre qual è il valore dell’investimento e dove è meglio aprire un conto online (anche demo).

Nel CFD Trading uno dei vantaggi principali è che le commissioni sono davvero basse e c’è un buon margine. Questo perché non c’è un reale scambio di asset (es: criptovalute) sulla piattaforma. Possono essere richieste per esempio per tener aperta la posizione di notte. Trattandosi di una forma di investire veloce, di solito viene chiuso tutto nell’arco della stessa giornata.

La leva finanziaria

E’ presente la leva finanziaria nel settore del CFD Trading. Quando si vuole capire come funziona il trading online è fondamentale comprendere cos’è la leva, come viene usata nell’investimento e cosa è possibile ottenere da lei in termini di denaro.

Con la leva finanziaria è possibile amplificare sia i guadagni che le perdite (il rischio c’è sempre) perché moltiplica il capitale del trader. Per esempio investendo 50€ con una leva di 1:10 si sta operando in verità con una cifra uguale a 500€. Ogni broker e le relative piattaforme di treding online come eToro.com offrono una leva differente.

Mercati in cui si può operare e asset

Ciò che piace a molti investitori del CFD trading si è dimostrato essere una possibilità di fare un investimento su migliaia di asset e mercati differenti sulle piattaforme come eToro, come già si è compreso da questa guida. Le migliori piattaforme online cercano di offrire tutti gli asset possibili. Si va per esempio dall’investimento nel forex (le coppie di valute), il settore delle azioni (titoli azionari e indici azionari), le materie prime, le criptovalute e gli EFT.

Potenziale di copertura

Quando si parla dei vantaggi del CFD trading non ci si riferisce solo a stop loss e asset come le criptovalute, è il caso di parlare anche del potenziale di copertura. Con questa strategia viene ridotto il rischio che deriva dalle fluttuazioni del prezzo quando si porta avanti in contemporanea due o più investimenti che sono inversamente correlati tra loro.

Quando il trader decide di aprire la sua posizione presso la piattaforma di un broker e di comprare diverse azioni di un titolo con questi contratti, corre un rischio. Sembra una buona scelta con un buon margine di guadagno, però prevede una crisi.

Per limitare le perdite sul prezzo è possibile aprire una posizione short, usare strumenti per il trading a ribasso. Se le azioni perderanno valore, il trader verrà ricompensato, altrimenti se va in positivo basterà chiudere la posizione sul conto con tali strumenti del broker.

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.
Leggi la recensione completa etoro.

I costi delle operazioni con Cfd sulle materie prime

Il conto delle migliori piattaforme di broker oggi permettono di chiudere contratti per differenza, cioè una volta aperto il conto su una piattaforma come eToro, si può iniziare a usare i principali strumenti a costi davvero contenuti.

I costi delle commissioni, anche nelle operazioni fatte con gli strumenti sui mercati esteri, possono essere più vantaggiose rispetto al trading sulle azioni classiche.

Quando parliamo di CFD trading sulle materie prime, come il petrolio o l’oro per esempio, otteniamo leve finanziarie davvero alte. E’ un mercato ad alto rischio, però davvero interessante. Per mantenere sotto controllo i costi delle operazioni bisogna svolgere non solo un’analisi tecnica ma anche per esempio dell’andamento climatico in questo caso. Meglio usare gli strumenti demo del conto per fare test a prezzo zero.

In ogni caso i prezzi dei contratti per differenza sono piuttosto buoni anche in altri mercati. Come il mercato delle criptovalute, del Forex e degli ETF.

Broker CFD

Fondamentale per il trader è la scelta del broker CFD con il quale operare sui market. Il broker è quell’operatore autorizzato a fornire servizi finanziari mediante il quale si riesce a lavorare sui market. In particolare per quanto riguarda il CFD trading è proprio contro il broker che si va ad operare. Tra i più importanti broker mondiali si possono elencare eToro, Plus500, AvaTrade, XM, Markets.com e IQ Markets. Tutte le piattaforme di trading in questione sono certificate dagli enti regolatori, garantendo la massima sicurezza del conto.

La scelta su quale broker usare per la propria attività è importante in quanto ogni piattaforma offre determinati mercati e permette di operare con diversi contratti sulle differenze di prezzo. Come accennato precedentemente infatti è il broker a decidere le caratteristiche che avrà il CFD stesso e proprio per questo motivo è importante informarsi bene prima di aprire il proprio conto.

Inoltre, chi inizia deve tenere conto di quali strumenti il broker mette a disposizione per i trader. Alcune piattaforme puntano su un mercato di investitori esperti, che già conoscono i market e come muoversi in questi. Tali piattaforme, che di solito offrono strumenti più avanzati e percentuali di leva più alte, elementi che se usati in modo corretto permettono investimenti diversi ma che richiedo tempi di apprendimento abbastanza lunghi. Chi inizia dovrebbe orientarsi su broker che abbiano soprattutto due caratteristiche: semplicità d’uso ed accesso alla formazione.

Caratteristiche principali

  • 🏆  Votato Migliori Broker
  • 📊  Social trading & Copy trading
  • 🔐  Massima Sicurezza
  • 📚  Molti corsi di formazione disponibili

10.000€

Conti Di Demo

200€

Deposito Minimo

30:1

Leva

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.

Trading CFD strategie

Quali sono le migliori strategie dei CFD trader? Ogni investitore cerca di realizzare una guida personale di strategie per poter migliorare gli investimenti con i contratti per differenza.

Spesso iniziano a farla utilizzando lo strumento demo gratis di una piattaforma come eToro.com. Tutti cercando di rendere ogni chiusura di un investimento intelligente.

Una buona strategia permette di saper impostare i livelli di stop loss per esempio. Vediamo nella parte sottostante di cosa si tratta.

In pratica quando si parla si CFD significato ci si scontra anche con i stop loss, funzione disponibile su una piattaforma dei principali siti trading online, ci si riferisce alla possibilità di impostare un tetto massimo di perdita durante l’operazione di trading. Una volta raggiunto tale tetto, grazie allo stop loss la posizione viene chiusa in automatico.

CFD rischi

Chi inizia a capire davvero cos’è il trading online, sa bene quali sono i rischi sono nel CFD (contratto per differenza) così come ogni altra forma di investimento nel settore.

Tutti i trader infatti, nel momento stesso in cui scelgono di fare questo genere di investimenti si assumono i rischi. I quali sono dovuti all’alta volatilità degli asset.

Per ridurli il più possibile il consiglio è quello di diversificare gli investimenti e non utilizzare mai una somma di denaro più alta di quella che effettivamente ci si può permettere di perdere completamente.

Differenza tra Cfd e azioni

Parlando in generale di trading online, come iniziare a capire la differenza tra CFD e azioni?

Le azioni sono asset e questo è chiaro alla maggioranza. Mentre, cosa sono i CFD (contratto per differenza)? E’ un metodo di speculazione. In pratica possiamo dire che le azioni possono essere comprate oppure si può fare CFD, cioè investire sull’asset cercando di prevedere i movimenti finanziari futuri.

Con il CFD non si possiede un’azione, ma si specula sull’oscillazione del suo valore in un determinato arco di tempo.

Conclusioni: Trading CFD opinioni

In generale possiamo dire che le trading CFD recensioni sono piuttosto varie. C’è chi ne ha un’ottima opinione e chi invece no. Questo accade però perché molte persone si aspettano di leggere una trading online guida e poter investire ottenendo profitti.

La verità è ben diversa e bisogna tener chiaro che si tratta sempre di un mercato ad alto rischio, dove occorre studiare strategie, assumersi il rischio e migliorarsi per tentativi, restando sempre aggiornati e mantenendo viva la curiosità verso quelli che sono i migliori asset.

FAQ CFD Trading

✅ Come funzionano i Cfd?

Il CFD è un Contratto per Differenza. Significa che si specula sulle oscillazioni finanziare di un asset, senza possederlo davvero.

✅ Cosa serve per iniziare con il CFD trading online?

Per iniziare con il CFD trading online non serve un’attrezzatura particolarmente sofisticata. Bastano un buon PC, non serve per forza una Dell trading station, ed una connessione ad internet veloce e con poca latenza. Anche per quanto riguarda il denaro da investire inizialmente non servono cifre particolarmente alte, per esempio possono bastare davvero poche centinaia di euro per vedere risultati importanti. La cosa più importante che serve per iniziare è sicuramente la volontà di studiare (saranno molte le ore da passare sui libri e sui tutorial) e la voglia di mettersi in gioco (sarà necessario costruire la mentalità da trader spesso mettendo in discussione quello che si sa).

✅ Quali rischi ci sono a fare CFD trading?

I rischi che si corrono facendo trading con i CFD non sono né maggiori né minori di quelli che si corrono con altre forme di investimento. Se le piattaforme dei broker sono rinomate, per cui non ci sono rischi di perdita del capitale dovute al broker, d’altra parte nessuno ha la sfera di cristallo ed esiste sempre il rischio che quelle azioni o quelle materie prime sulle quali si è investito vadano imprevedibilmente nella direzione sbagliata. Starà al trader capire quando uscire da un trading che va in maniera storta per limitare i danni ed è in effetti proprio questo il rischio principale del trading CFD, il non riuscire a controllarsi durante le operazioni, usare una leva eccessiva, non inserire gli stop, non gestire la cassa ed andare incontro a grosse perdite per azioni imputabili solo a sé stessi.

 

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.
Leggi la recensione completa etoro.


Paolo foto

Paolo Massimi | Consulente finanziario-  Si è laureato all’università Bocconi di Milano e ha poi effettuato un master alla Columbia university di NY. Ha lavorato per le più grandi agenzie di consulenza in ambito finanziario come EY e McKinsey. Attualmente lavora presso la Banca Popolare di Milano come consulente finanziario.


Per saperne di più sulle tecniche di trading online, controlla le nostre guide dettagliate: