Comprare Azioni Xiaomi  : Investire sul quarto produttore mondiale di smartphone

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.

Interessati alle azioni Xiaomi? Sono sicuramente uno dei titoli del momento data la sempre crescente presenza sul mercato della multinazionale cinese che sta diffondendo sul mercato esempi di tecnologia talmente avanzata da tallonare anche le aziende più importanti e presenti nel settore.

Questa guida all’acquisto di titoli Xiaomi rientra nel nostro più grande interesse sul comprare azioni in generale al quale stiamo dedicando tantissima attenzione con l’obbiettivo di darvi più punti di riferimento possibile per fare trading in modo sicuro ed il più possibile di successo, quindi non resta che iniziare e scoprire insieme tutti i segreti di questa azienda.

Storia e presentazione dell’azienda

xiaomi logo

Xiaomi

(XIACF)

Stato:Cina China flag
Fondazione:2010
Sede:Beijing
Settore:Informatica
Mercato:Borsa di Hong Kong
Quotazione:2012
Borse valori:XIACF
Codice Isin:KYG9830T1067

Ogni nostra guida inizia sempre dalla storia che accompagna l’azienda di cui vogliamo parlare e questo approfondimento sulle azioni Xiaomi corp. non farà certo differenza visto che il background di questo marchio, seppur breve in termini di tempo, è comunque molto significativo per spiegare il fulmineo successo che sta ottenendo in un mondo, quello delle tecnologie in generale e degli smartphone in particolare, nel quale non è affatto semplice affermarsi come una realtà di vertice.

Non è da tutti prendersi un posto in un mondo dominato da nomi come Apple, Samsung o Huawei, ma Xiaomi Corp ci sta riuscendo con ottimo successo grazie a scelte aziendali di grande spessore ed è anche per questo che la nostra priorità sta innanzitutto nel raccontarvene la storia.

Xiaomi in poche parole

La parola Xiaomi significa “piccolo riso”, un concetto che il fondatore Lei Jun ha fatto risalire alla filosofia buddista secondo la quale “un singolo chicco di riso è grande come una montagna”: idea con la quale la sua giovanissima azienda nata a Pechino nel 2010 è riuscita in un decennio (la posizione se l’è guadagnata nel 2018) ad affermarsi come quarto produttore mondiale di smartphone dopo Apple, Samsung e Huawei, oltre che come illustre produttore di computer portatili, articoli di elettronica di consumo e per la casa ed anche di app mobile.

Nata appunto nel 2010, Xiaomi ha “messo al mondo” il suo primo smartphone già nel 2011 guadagnando subito grande attenzione sul pubblico in Cina, dove ormai dai 2014 è diventata il primo produttore in assoluto per poi espandersi nel mercato internazionale raggiungendo un ruolo di grande spessore anche in a Singapore, in Giappone, Corea del Sud, Sud Est Asiatico, Russia, Sud Africa ed Europa arrivando oggi come oggi ad avere più di 22.000 dipendenti nel mondo ed altri marchi interni ormai famosissimi come in primis Redmi, ma anche POCO e Black Shark.

Ma come è nata quest’avventura? Scopriamolo subito.

Gli Inizi

Nata appunto nel 2010 per volere dei due soci fondatori Lei Jun e Bin Lin, Xiaomi è saltata subito agli onori delle cronache cinesi già nel 2011 con il lancio dello Xiaomi Mi1, ovvero il primo di una lunga e fortunata serie di smartphone prodotti dall’azienda visto che già due anni dopo, nel 2013, si parlava di più di 300.000 smartphone venduti (in questo caso i Mi2).

Numeri subito superati dal Mi3 che nel 2014 va incontro alla previsione di vendita di ben 2 milioni di unità vedendo nello stesso anno aggiungersi alla famiglia anche la prima smart tv della casa ed il primo smart band, lo Xiaomi Smart Band, che è subito diventato un best seller.

Il 2015 inizia con l’arrivo di Mi Note e Mi Note Pro, i primi tablet di Xiaomi, seguiti poi dagli smartphone Mi 4 e Mi 4c e dai tablet Mi Pad 2 e RedMi Note 3: un anno davvero molto ricco di novità per la casa cinese che si chiude in modo eccellente anche dal punto di vista economico per le azioni Xiaomi preparando un 2016 altrettanto vincente grazie all’uscita dei modelli Mi Mix, Mi Note 2, Mi5s, Mi5s Plus, Mi Max, Redmi Note 4, Redmi 4, Redmi 4A e Redmi 4 Pro.

Gli ultimi anni

Lo sbarco in Italia di Xiaomi è datato 2018 ed avviene con l’apertura del primo Mi Store vicino a Milano trovando subito alleati forti come Fastweb e Vodafone grazie a Mi Mix 3, uno dei primi dispositivi 5G.

Il suo successo, grazie al brand RedMi poi diventato un’azienda interna ma indipendente, è sancito da una politica prezzi molto accattivante che non ha lasciato indifferente nessuno in qualsiasi mercato il gruppo si sia proposto ed anche da un parallelo sviluppo di software come MIUI basati su Android e perfettamente user friendly.

Ma non solo, perché il successo di RedMi viene anche spiegato dall’assoluta diffusione degli Smart Band dedicati allo sport ed al benessere, dalle sue smart tv e smart box.

Tutto il resto è ovviamente storia del giorno d’oggi, nella quale Xiaomi è ormai un’azienda di vertice che lascia il pubblico in attesa del lancio di qualsiasi novità.

Broker
Caratteristiche
Voto
Apri un Conto demo
5/5

5/5

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.

4.7/5

4.8/5

4.6/5

4.6/5

4.4/5

4.4/5

76.4% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
 
4.2/5

4.2/5

Dove comprare azioni Xiaomi?

Come vale per tutti i possibili titoli, anche per comprare le azioni Xiaomi esistono diverse possibilità in base alla tipologia di trading che intendiamo operare, al budget di investimento su cui vogliamo fare affidamento e al genere di controllo che vogliamo mantenere sul nostro trading.

La prima possibilità è rappresentata dalle agenzie private alle quali affidare i nostri capitali per farli gestire da broker professionisti, un’opzione naturalmente molto efficace che però risulta adatta solo ai macro-investitori  che dispongono di grandi capitali con cui effettuare acquisti di stock azionari molto consistenti. Chiaramente si tratta di una possibilità piuttosto costosa da gestire che risulta quindi abbastanza esclusiva “tagliando fuori” i piccoli investitori.

La seconda possibilità è invece rappresentata dalle banche con i loro dipartimenti interni nei quali dei broker incaricati si occupano di gestire i capitali di investimento messi a disposizione dai correntisti: un’altra opzione più che valida che però ci toglie il controllo diretto delle operazioni e che in qualsiasi caso esiste a fronte di costi abbastanza consistenti che gravano sui possibili utili accumulati.

La terza ed ultima possibilità è quella del trading fatto attraverso i migliori siti di broker online, ovvero quella secondo noi più in linea con le esigenze dei piccoli investitori e di coloro che vogliono sempre mantenere il pieno controllo delle loro operazioni: l’unica che permette di investire senza rischi e spesso senza commissioni anche quando il budget di riferimento è esiguo, magari sfruttando prodotti come i CFD (contratti per differenza) attraverso i quali non è nemmeno necessario acquistare azioni in senso stretto ma opzioni sul valore delle stesse.

Caratteristiche principali

  • 🏆  Votato Migliori Broker
  • 📊  Social trading & Copy trading
  • 🔐  Massima Sicurezza
  • 📚  Molti corsi di formazione disponibili

10.000€

Conti Di Demo

200€

Deposito Minimo

30:1

Leva

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.

Come comprare azioni Xiaomi?

Vogliamo ora approfondire proprio questa terza possibilità, cioè investire utilizzando i prodotti messi a disposizione dai broker di trading online: un’opzione appunto ideale per i piccoli investitori e per tutti coloro che vogliono operare con sicurezza al riparo sia da esborsi enormi che da rischi di qualsiasi genere.

Come abbiamo detto la possibilità è interessante perché permette di operare con strumenti come i CFD che si basano su opzioni legate alle fluttuazioni di un asset e non sull’acquisto di pacchetti azionari, il che naturalmente permette uno stile di trading rapido che offre possibili speculazioni sia nelle fasi di crescita che decrescita del valore di un titolo.

Cosa serve per operare sulle azioni Xiaomi sfruttando questa possibilità di trading? Lo scopriamo subito attraverso un piccolo tutorial step by step.

Scegliere il miglior broker

Per muovere i primi passi in questa tipologia di trading per operare con azioni Xiaomi è ovviamente necessario scegliere il proprio broker di riferimento: una scelta che viene sicuramente aiutata da tutte le nostre recensioni e che vi consigliamo di fare basandovi sui principali dettagli che più fanno al caso vostro (licenza di sicurezza come Consob, Cysec o FCA, conto demo gratuito, deposito minimo, etc.).

In qualsiasi caso i broker che più consigliamo sono sempre tre e per diverse ragioni li consideriamo i migliori soprattutto per chi inizia: parliamo di eToro, Plus500 e di Avatrade.

Aprire un account di trading

Stabilito quale sia il broker di trading online più giusto per noi dobbiamo poi aprire un nostro account di investimento e questa è un’operazione molto semplice e veloce che risulta analoga qualsiasi sia la piattaforma che abbiamo scelto.

Tutto sta nel compilare un form nel quale riportare la nostra anagrafica completa e nella scelta di uno dei metodi di pagamento supportati dalla piattaforma attraverso cui effettuare sia le operazioni di deposito che di prelievo dei fondi di investimento.

Definire un budget di investimento e depositare denaro

Una fase tanto delicata quanto importante è quella relativa alla scelta del nostro budget di investimento: una scelta che va fatta in modo oculato ed intelligente decidendo per una cifra che mai e poi mai dovrà mettere a rischio le nostre finanze.

Soprattutto per chi alle prime armi suggeriamo sempre di scegliere un importo contenuto che non metta in alcun modo a repentaglio la sicurezza economica, così da muovere i primi passi in modo sereno garantendosi in qualsiasi caso la possibilità di realizzare guadagni interessanti.

Una volta stabilito questo budget non resta poi che utilizzare il metodo ti pagamento scelto in precedenza per versare sul proprio conto i fondi con cui operare ed a questo punto il conto di trading risulterà attivo e operativo lasciando spazio solo agli investimenti.

Acquistare azioni Xiaomi

Quando il conto è operativo non rimane che effettuare i propri investimenti scegliendo le azioni Xiaomi tra tutti gli asset presenti per poi selezionare il prodotto di trading desiderato (per esempio i CFD) e decidere quale sarà l’andamento dell’asset che prevediamo in un determinato lasso di tempo da noi stabilito.

Una volta scelte queste tre opzioni bisogna quindi scegliere quanto investire e confermare la nostra operazione, dopo di che non rimane che attendere il tempo stabilito per vedere se l’andamento del mercato confermerà la nostra previsione mandandoci incontro ad un successo.

Opinioni: Vale la pena investire in azioni Xiaomi?

Per chiunque si stesse chiedendo se valga o meno la pena investire in azioni Xiaomi la risposta è di stare assolutamente certi della bontà di questi titoli: non si tratta di una “bolla” dovuta alla fama sempre crescente del marchio, ma di una realtà solida che sta conquistando il mercato a forza di prodotti sempre innovativi che sono stati in breve tempo capaci di cambiare gli equilibri commerciali di un mondo industriale tra i più importanti negli ultimi dieci anni.

Una conquista da parte del gruppo cinese ottenuta grazie ad una strenua attività di ricerca e sviluppo e grazie ad una politica dei prezzi senza precedenti che ha messo e mette tutti i giorni tra le mani degli utenti degli oggetti tecnologici di primo livello a costi assolutamente impareggiabili.

Dividendi azioni Xiaomi

Xiaomi è una di quelle aziende tech che fino ad oggi non ha ancora deciso di staccate cedole di dividendi ai suoi azionisti preferendo reinvestire tutti gli utili nello sviluppo del gruppo: una scelta che non farà particolarmente felici coloro che decideranno di acquistare uno stock azionario, ma che risulta quanto meno irrilevante per tutti gli altri che decideranno di investire su questi titoli utilizzando prodotti come i CFD proposti dai migliori broker di trading online.

Evoluzioni e previsione azioni Xiaomi

Come abbiamo avuto già più volte modo di ribadire Xiaomi è un gruppo che sta puntando molto sul futuro, non solo in termini di ricerca e sviluppo sul core business rappresentato dalla progettazione e commercializzazione di smartphone, elettrodomestici di consumo e dispositivi indossabili, ma anche verso nuovi percorsi commerciali che in futuro porteranno nuova linfa ancora nella ricchezza dell’azienda.

Una delle prospettive più interessanti e suggestive è quella relativa alle smart car sulle quali la compagnia sta puntando tantissimo sia come ricerca che come acquisizioni di altre aziende, il che lascia immaginare che in futuro le azioni Xiaomi vivranno un ennesimo momento di grande crescita.

Altre informazioni importanti da sapere

Investire su azioni Xiaomi in modo sicuro e consapevole significa anche avere un’idea completa di tutti i maggiori dettagli inerenti all’azienda prendendo visione delle informazioni più importanti che la caratterizzano.

Di quali dettagli parliamo? Come sempre parliamo dei suoi concorrenti più significativi, delle acquisizioni che ne hanno caratterizzato la storia e lo sviluppo così come di tutte quelle coordinate fondamentali pr il futuro in termini di stabilità del suo mercato e di rischi potenziali sia per l’azienda che per i suoi investitori.

Insomma, alcune delle più classiche categorie di notizie che siamo soliti approfondire per non lasciare davvero alcun dubbio a chiunque sia interessato a fare trading scegliendo questo titolo.

Concorrenti di Xiaomi

Come già spiegato nell’introduzione ormai Xiaomi è stabile al quarto posto in classifica tra i maggiori produttori mondali di smartphone, industria che non è l’unica in cui si muove l’azienda ma che in qualsiasi caso rappresenta quella in cui più maggiormente si muove per fatturato e ricerca tecnologica.

La lista dei produttori di elettronica di consumo è naturalmente molto lunga ma ci sono alcuni nomi che vale in qualsiasi caso la pena citare anche solo per rendere l’idea della caratura di tutte quelle (poche) realtà che precedono il gruppo cinese e di quelle (tante) che invece la inseguono.

Curiosi di conoscerle? Eccole qui per voi:
  • Apple
  • Samsung
  • Huawei
  • Motorola
  • Nokia
  • Oppo
  • Vivo
  • Lenovo
  • Sony
  • HTC
  • Huami
  • Meizu
  • iRobot
  • Ninebot

Acquisizioni di Xiaomi

Data la sua giovane età Xiaomi non ha certo avuto il tempo di effettuare grandissime acquisizioni come invece hanno fatto Apple, Samsung o Amazon, ma in verità già ne risultano diverse che possiamo considerare chiave sia per il lavoro già svolto che per quello che si prospetta come il futuro prossimo dell’azienda in vista di una sempre maggiore diversificazione nei vari mercati comunque inerenti alla tecnologia.

Le maggiori acquisizioni fatte sono le seguenti, ma non è naturalmente tutto qui:

  • Youpin: una piattaforma di e-shopping tra le più popolari in Cina
  • Meitu: azienda cinese specializzata nella ricerca e nello sviluppo di tecnologie per la produzione si smartphone e di app specificamente studiate per i selfies
  • Sunmi: realtà tra le più importanti in Cina in fatto di hardware dedicato ai pagamenti digitali

E se queste sono le acquisizioni già effettuate ora vogliamo lasciare anche un piccolo spazio a quelle che sono le potenziali acquisizioni oggetto di rumors molto insistenti nel settore, possibilità future che potrebbero portare a grandi sviluppi:

  • NIO: non si sa se si potrà trattare di un acquisizione o di una partnership con qulla è che è considerata la “Tesla Cinese”, ma quel che sicuro è che ormai da tempo si vocifera di un ingresso di Xiaomi nel mondo delle “auto smart”
  • Evergrande: che si tratti di un’acquisizione totale o parziale ancora non si sa, ma certo è l’interesse di Xiaomi in questa azienda che si occupa di sviluppo di auto elettriche o comunque basate su energie alternative

Stabilità del mercato e rischi

Sin da che l’azienda è nata le azioni Xiaomi godono di un’ottima stabilità spesso alternata da momenti di crescita molto convincente, questo anche e soprattutto grazie alla capacità di investire moltissimo in ricerca e sviluppo che ha sancito il successo sul mercato sin da subito grazie a prodotti sempre molto innovativi.

Non c’è esattamente alcun motivo specifico per immaginare particolari rischi per il gruppo cinese, che in verità si sta muovendo molto bene anche verso quelle che sembrano essere le scelte future che ne caratterizzeranno i prossimi anni: uno scenario sicuramente di nuovo molto convincente che lascia ben sperare agli azionisti.

Conclusioni: i nostri consigli prima dell’acquisto

Siamo sicuri che questa guida su come, dove e soprattutto perché comprare azioni Xiaomi risulterà del tutto chiara a tutti, ma soprattutto efficace per poter intraprendere questa tipologia di trading in modo sicuro, vincente e lontano da qualsiasi possibile rischio: una possibilità assolutamente alla portata di tutti tanto più quando intrapresa facendo affidamento sui migliori broker online che ci siano sul mercato (ricordiamo ancora eToro, Plus500 ed Avatrade) ed utilizzando prodotti come i CFD da essi proposti.

Investire così è davvero alla portata di tutti qualsiasi sia il vostro budget ed è proprio che la consideriamo una vera formula vincente.

FAQ | Domande Frequenti

✅ Conviene investire sulle azioni Xiaomi?

Investire sulle azioni Xiaomi è una possibilità sicuramente molto conveniente, questo perché l’azienda non solo ha scalato in pochi anni la classifica dei maggiori produttori di smartphone al mondo (posizionandosi definitivamente al quarto posto dopo colossi come Apple inc, Samsun e Huawei), ma anche in virtù delle scelte che sta facendo in funzione del futuro. Il trend è sempre in crescita, ma usando i CFD proposti dai più importanti broker di trading online è possibile anche speculare sulle più minime fluttuazioni, in positivo o in negativo che siano: una possibilità senza dubbio da sfruttare senza alcun rischio specifico.

✅ E possibile comprare azioni Xiaomi senza commissioni?

Comprare azioni Xiaomi senza incorrere in commissioni è possibile, ma solo scegliendo di operare con alcuni dei maggiori broker di trading online che appunto offrono servizi a commissione zero per tutti i prodotti proposti come per esempio i CFD. Qualsiasi altra possbilità di investimento, che sia attraverso i broker degli istituti bancari o di agenzie specializzate, sono invece soliti richiedere una commissione su ciascuna operazione effettuata e molto spesso si tratta di ricarichi anche piuttosto consistenti proporzionali alla cifra investita.

✅ È un’industria promettente?

Quella di Xiaomi è più che un’industria promettente ed è così per più di un motivo: il primo sta tutto nel mercato degli smartphone, che mai potrebbe essere più florida e di anno in anno più ricca di evoluzioni, la seconda è che Xiaomi è riuscita ad affermarsi in brevissimo tempo come la quarta società in questo settore superando marchi esistenti sul mercato da ben più tempo. La terza è invece tutta riferita all’attività di ricerca e sviluppo della casa cinese, che promette grandissime novità per il futuro anche in settori oggi come oggi inesplorati.

✅ Dovresti aspettare a comprare azioni Xiaomi?

Se è vostra intenzione investire in azioni Xiaomi  non esiste nessuna ragione che suggerisca la necessità di un’attesa, questo perché si tratta di un’azienda forte ed in rapida crescita che sempre più avrà da dire nel tempo: in soli dieci anni si è passati dalla nascita al raggiungimento del quarto posto nella produzione mondiale di smartphone. E questo a maggior ragione vale quando è vostra intenzione investire utilizzando prodotti come i CFD proposti dai migliori broker di trading online, prodotti che permettono di operare al riparo da qualsiasi potenziale rischio nel mercato dell’azienda stessa.


Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.

Sei interessato a comprare azioni? Scopri le nostre guide dettagliate:

Azioni Amazon | Azioni Alibaba | Azioni AppleAzioni Tesla | Azioni Facebook | Azioni Juventus | Azioni Eni | Azioni PfizerAzioni Netflix | Azioni Italgas | Azioni Google | Azioni Uber | Azioni Starbucks | Azioni Sony | Azioni Poste Italiane | Azioni Enel | Azioni AmplifonAzioni Generali | Azioni Samsung | Azioni Microsoft | Azioni Pirelli