Segnali Forex: dove trovarli e come usarli, la nostra guida strategica

I segnali forex aiutano il trader a fare investimenti perché indicano le migliori opportunità sul mercato.

Non copiano una strategia come avviene nel copy trading, ma indicano un asset specifico e una posizione da aprire che tendenzialmente può portare profitto.

Esistono diversi tipi di segnali. Si può scegliere tra manuali e automatici, in entrata e in uscita, gratis e a pagamento.

Nel corso della guida scopriamo quali sono i più affidabili, e dove trovare le migliori piattaforme di broker per iniziare a fare trading online, speculando nel forex sul webe nei CFD.

Broker
Caratteristiche
Voto
Apri un Conto demo
5/5

5/5

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.

4.9/5

4.9/5

76.4% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
 
4.8/5

4.8/5

4.6/5

4.6/5

4.5/5

4.5/5

Cosa sono i segnali forex?

Bisogna vedere i segnali forex come dei suggerimenti che vengono offerti sotto pagamento oppure gratuitamente, con lo scopo di aiutare il trader a fare un buon investimento e trarre così profitto dalle sue azioni nel settore delle valute.

Sono usati tanto dagli esperti quanto da coloro che avvicinandosi adesso a questo mondo, hanno paura di fare un passo falso. Sono considerati utili infatti per una buona gestione del rischio.

Usare questi indicatori però non significa dimenticare le buone regole del trading online e più in generale quelle di qualsiasi forma speculativa.

Occorre amministrare bene il capitale, diversificare ma anche crearsi una buona cultura nei settori in cui si opera ed elaborare delle proprie strategie. Seguire ciecamente qualcun altro, per quanto esperto sia, può infatti rivelarsi controproducente per il proprio portafoglio.

Il segnale suggerisce una posizione, ma è l’investitore ad avere l’ultima parola in merito. Lo rapporta a quella che è la propria strategia e decide se seguire o no il consiglio.

Questa possibilità di scelta distingue infatti il segnale forex dal forex robot, il quale opera in autonomia senza richiedere l’autorizzazione alla persona.

Come viene inoltrato il segnale forex

I segnali trading vengono inoltrati all’utente in molti modi differenti. Attraverso la stessa piattaforma di brokeraggio nella quale opera per esempio, oppure via email, SMS, Telegram o altre applicazioni di terze parti.

La notifica avvisa che vi è la possibilità di aprire una posizione, qual è il prezzo suggerito, lo strumento finanziario oggetto d’interesse e la direzione dell’investimento.

Alcuni servizi avanzati possono offrire alcune indicazioni in più, le quali non sono affatto da sottovalutare. Per esempio l’orizzonte temporale previsto, ma anche la spiegazione delle regioni che hanno spinto a fornire la detta indicazione.

Come usare i segnali forex?

In questo markets il trader riceve i segnali forex da un provider attraverso una piattaforma o un servizio di terze parti. Può scegliere di riprodurre il segnale oppure no all’interno del proprio conto online di un broker come eToro.com per speculare sulle valute, o su altri CFD.

La libertà di scelta è importante visto che fa si che l’investitore possa valutare se tale indicazione o no si adatta alla propria strategia, ma anche al prezzo che è disposto a spendere per quella determinata operazione di trading.

L’uso di questi segnali è di conseguenza davvero molto semplice da applicare.

Tutta questa facilità d’uso però non deve trarre nell’errore di credere che investire nello scambio valutario sia un gioco da ragazzi.

Alla base deve esserci un’analisi tecnica e uno studio approfondito del settore. Per dirla tutta, il segnale non deve sostituire la strategia, ma supportarla.

Tipi di segnali forex

In questa parte della guida vedremo quali sono i differenti tipi di segnali forex, così il trader può scegliere in base al proprio gusto o bisogno quello che fa al caso suo, ma anche tenendo in considerazione i servizi scelti.

Ogni metodo ha i propri pro e contro ovviamente e il fatto di usarne uno, non significa escludere a priori gli altri. Si può sceglierli infatti in base all’esigenza del momento

Segnali forex manuali e automatici: quali sono le differenze?

I segnali manuali sono riservati ai più esperti del markets che sanno svolgere le analisi, realizzarli infatti richiede conoscenze approfondite del mercato, e il processo è piuttosto lungo.

La persona deve infatti eseguire un’analisi tecnica approfondita per poi inserire il segnale nella piattaforma stessa. A disposizione ha una serie di strumenti come bande, analisi del grafico, indicatori e notizie dei mercati finanziari.

Ci sono poi i segnali Forex automatici. Tutti i processi che prima erano “fatti a mano” dall’utente, adesso sono automatizzati da specifici software che elaborano i dati dei mercati in modo automatico.

Il cliente finale così ottiene subito il segnale, facile da interpretare e da mettere in pratica sul momento se lo desidera. Massimizza il processo e fa si che non si perda tempo in lunghi studi e ricerche.

 Segnali di entrata e uscita

I migliori segnali possono essere di entrata e di uscita.

In pratica il servizio che mette a disposizione questi segnali dice quando è il momento ideale per prendere una posizione long, cioè acquistare, e quando invece è meglio prendere una posizione short, cioè vendere.

Anche in questo caso non esiste una regola assoluta. Bisogna infatti cercare di approfittare di quando le cose stanno andando bene, per uscire con un buon margine di profitto.

Purtroppo è impossibile sapere con esattezza qual è il momento in assoluto migliore per uscire e ricavare da un’operazione il miglior prezzo di mercato.

Segnali forex gratuiti o a pagamento

La terza tipologia è quella dei segnali forex gratis e a pagamento.

Partiamo dal presupposto che il provider, cioè colui che offre le indicazioni, ottiene sempre il suo compenso economico. Quando è gratis infatti un segnale lo è per l’utente finale, ma non per la piattaforma che fa da intermediario.

Un broker infatti può decidere di comprare per i propri iscritti questi segnali e offrirli gratuitamente.

Basta pensare a eToro.com che li offre tramite il social trading come servizio aggiuntivo, così che gli iscritti li possano poi utilizzare durante le operazioni con Metatrader.

Ci sono poi i segnali Forex a pagamento, realizzati da società specializzate. L’utente deve sottoscrivere un abbonamento per riceverli.

Occorre fare attenzione a chi eroga questo tipo di servizio e affidarsi esclusivamente a servizi professionali e che non offrono soluzioni miracolose e certe.

Questo tipo di promesse si basano infatti su una comunicazione davvero poco chiara, che tende a far credere cose impossibili all’utente.

Segnali forex Telegram: come funziona?

I segnali forex Telegram rientrano tra le strade percorribili per poter ricevere questi suggerimenti di trading.

La famosa app infatti invia una notifica ogni volta che il segnale è disponibile. Si tratta in verità di un provider che ha scelto di usare l’applicazione come mezzo per comunicare con trade.

L’installazione dell’applicazione è gratuita, così come il suo utilizzo. Inoltre per accedervi basta una semplice connessione a internet.

Offre un servizio segnali che può essere gratis oppure serve pagare. Come sempre quelli gratis risultano meno precisi, oppure di tipo manuale.

Ecco che chi vuole operare seriamente dovrebbe prendere in considerazione di fare un piccolo investimento per ricevere le preziose informazioni.

Le opinioni su questo tipo di servizio restano comunque contrastanti. Chi vende segnali potrebbe farlo infatti attraverso qualsiasi altra app di messaggistica, però a oggi Telegram è una tra le poche che garantisce un buon livello di privacy.

C’è chi infatti non si fida troppo per la paura di cadere in operazioni legali. Come accade un po’ in tutti i contesti, occorre tenere gli occhi aperti e valutare bene a chi affidarsi e chi no.

Come trovare segnali forex affidabili?

A questo punto la domanda è lecita. Come trovare i migliori segnali Forex attendibili e legali in questo markets?

Una semplice ricerca su Google permette sicuramente di rintracciare i vari metodi però, specialmente per chi inizia ora, non è semplice capire quali sono i più affidabili. Ecco che abbiamo scelto di riportare qui le opinioni dei nostri esperti.

Affidarsi direttamente al broker: chi sceglie di operare nel markets del forex e dei CFD utilizzando anche i segnali, potrebbe optare per riceverli direttamente dal sito presso il quale ha scelto di aprire il proprio conto.

Spesso in questo caso sono gratuiti per l’utente. Qui il trucco sta nell’individuare un buon broker, come per esempio eToro.com o Plus500, i quali sono legali in Italia e in Europa e autorizzati per esempio dalla FCA.

Esistono anche servizi come Obrinvest.com, nonostante non lo reputiamo all’altezza degli altri già citati.

Usare gli strumenti di social trading: sono piattaforme sociali dove i trader esperti mettono a disposizione i segnali, così da farli trovare a chi invece è in cerca di una strategia da seguire.

Di solito sono gratuite e offerte direttamente da alcuni dei migliori broker di trading forex.

Telegram: come abbiamo già ampiamente spiegato, c’è la possibilità di ricevere i segnali via Telegram.

E’ un metodo veloce e secondo le opinioni generali anche piuttosto apprezzato dagli utenti. Nonostante in questo caso è bene tenere gli occhi aperti e diffidare di eventuali gruppi di dubbia qualità.

Segnali Forex e broker online

Per facilitare le cose agli utenti, qui sotto trovate alcune delle piattaforme di trade dove potete essere sicuri di trovare i segnali migliori.

Questo perché si tratta di servizi autorizzati che abbiamo testato noi stessi per investire sia sui CFD che sul mercato delle forex e i suoi segnali.

Tra loro troviamo eToro e Obrinvest. Tutte quante usano come piattaforma Metatrader, una delle più sicure, affidabili e personalizzabili sul mercato.

Etoro

etoro

Etoro forse è la piattaforma trading più famosa in Italia. Tutti possono aprire conti demo gratuiti per fare i test, utilizzare i social trading eToro.com per ricevere i segnali più evoluti, copiando direttamente le mosse dei più esperti.

Dopo semplicemente c’è il modo iniziare a investire impostando un prezzo di base. Il deposito minimo in questo caso è di soli 50€, ossia quasi niente per chi vuole iniziare a speculare sul web.

E’ completamente sicura e autorizzata, offre diversi strumenti di analisi e usa la piattaforma MetaTrader per le operazioni nel forex.

Il funzionamento del social trading è piuttosto semplice. Attenzione però, per quanto simile al copy trading e al mirror trading non sono la stessa cosa.

In questo caso gli utenti possono copiare le strategie di altri investitori sul proprio conto, però manualmente. Si tratta di una versione potenziata dei segnali, in quanto si riprende e le mosse dei migliori per ridurre il rischio e operare ugualmente nei propri markets preferiti.

Inizia a fare trading

Plus500

logo plus500

Anche le opinioni su Plus500 sono mediamente buone. Perciò non vi è il rischio di cadere in una truffa aprendo il conto presso questa piattaforma.

E’ davvero semplice da utilizzare e aprire un conto richiede poco tempo. Anche in questo caso c’è all’inizio il servizio del conto demo da usare.

Il deposito minimo in questo caso è di 100 euro. Come accade nel marketing trade anche qui si fa trading sia nel forex che in qualsiasi altro CFD.

Plus500 è un broker sicuro e affidabile dove fare trading attraverso la sua piattaforma web proprietaria tanto da PC quanto da Smartphone e tablet.

Si accede dal browser ma anche dall’app dedicata. L’unica nota negativa che ci sentiamo di dargli è il fatto che non ha una grande quantità di materiale didattico. Ci sono pochi video tutorial e non è presente la MetaTrader.

Inizia a fare trading

XTB

xtb logo

XTB piace molto ai principianti per tanti motivi: offre certezze grazie ai numerosi enti che lo hanno regolato, non richiede depositi minimi e possiede una sezione didattica eccellente. Di contro però i prelievi sono gratuiti a partire da un minimo di 100 euro.

I segnali possono essere usati nel forex, con i suoi oltre 48 cross valutari disponibili e a una leva finanziaria massima di 1:30.

Ci sono poi le materie prime, gli indici, le azioni, gli ETF e le criptovalute. I programmi disponibili sono due. C’è la xStation proprietaria e la MetaTrader4.

Inizia a fare trading

Obrinvest

Obrinvest.com è l’ultimo broker del quale vogliamo parlare oggi. Oggettivamente è un sito sicuro, anche se comunque lo abbiamo riservato al finale perché riteniamo che i precedenti in quanto qualità e possibilità dii investimenti sono un gradino sopra.

Un piccolo possibile inconveniente di Obrinvest inoltre potrebbe essere il deposito minimo di 250 euro.

ll quale comunque è solitamente disponibile dai trade più esperti. Vi sono poi altri tre conti che anno depositi minimi ben più alti.

Anche su questa piattaforma di Obrinvest si può comunque decidere di utilizzare i segnali forex sul conto.

Interpretare i segnali forex da soli: da dove cominciare?

Ci avviciniamo alla conclusione di questo articolo spiegando in quale modo è possibile interpretare i segnali forex nel trader da soli.

Lo facciamo attraverso i tre punti qui sotto.

Corsi e video online

Internet è una risorsa preziosa, si possono trovare tante truffe è vero, ma non dimentichiamoci che è il più grande mezzo di comunicazione e condivisione al mondo.

Non a caso è possibile apprendere a interpretare i segnali forex direttamente su internet, seguendo corsi, leggendo articoli o guardando video dove gli esperti spiegano come muovere i primi passi.

Man a mano che si apprende meglio il tema, ecco che si potrebbe procedere con le lezioni avanzatecon dei video oline, così da approfondire sempre di più l’argomento, fino ad arrivare a essere completamente autonomi.

Utilizzo e comprensione degli indicatori di trading

Guardare video e corsi ovviamente non basta se a questa parte teorica non si affianca anche una buona dose di pratica.

Ecco perché gli indicatori devono essere utilizzati, magari anche utilizzando la versione demo gratuita di un conto di investimento.

Fare pratica consente appunto di capire se le nozioni apprese le abbiamo fatte nostre, oppure le abbiamo comprese solo a livello concettuale.

Interpretare i grafici sui broker online

Il terzo passo è quello di capire come interpretare i grafici sui broker nel web.

Ancora una volta è questione di pratica. Consideriamo che normalmente ogni piattaforma ha tutto l’interesse di offrire materiale didattico per la comprensione dei suoi schemi.

Perciò è bene iniziare a studiare tale materiale. Dopo, sempre attraverso la versione demo, si inizia a prendere un po’ di pratica senza il rischio di spendere i propri soldi. Così facendo si può iniziare a cogliere i primi segnali da soli e applicarli poi nel trading di tutti i giorni.

Truffe dei segnali Forex: come evitarle?

Esiste un modo sicuro per non correre il rischio di cadere in truffe quando si seguono i segnali Forex?

Ovviamente c’è sempre una piccolissima percentuale di probabilità che un giorno un trader possa incorrere in questo tipo di problema, però seguendo i consigli qui sotto, sarà quasi impossibile.

  • Verificare l’affidabilità del broker: prima di registrarsi è importante verificare l’affidabilità del conto dove di vuole capitalizzare. Come? Prima di tutto devono essere regolamentate. Assicurarsi che le opinioni degli utenti che lo usano sono buone e in generale il sito facile da usare, con una buona assistenza clienti in italiano etc.
  • Fare la prova del primo prelievo: mai investire grandi cifre all’inizio. Meglio partire con poco e quando si raggiunge la soglia minima, se presente, fare il prelievo. E’ importante per capire se l’azienda è seria, i pagamenti veloci e precisi.
  • Attenzione ai segnali su Telegram e altre chat di messaggistica istantanea: normalmente un’azienda utilizza software di proprietà per rilasciare questi servizi. In molti invece quando usano Telegram o Whatsapp, lo fanno per sfruttare la maggior privacy per portare avanti attività illegali. Non è un ragionamento sempre valido, ma mai abbassare la guardia.
  • Mai fidarsi di chi promette troppo: i segnali trading sono utili, però non sono infallibili. Chi promette risultati certi è, dal nostro punto di vista, inaffidabile. Molto meglio scegliere chi rimane con i piedi per terra e aiuta a fare investimenti sensati.

Conclusioni: i nostri consigli sui segnali forex

I segnali di forex sono utilissimi dal nostro punto di vista, sia per i meno esperti che per i più navigati del mercato.

Velocizzano i processi di investimento e si basano su studi realizzati da persone esperte.

Nonostante questo sconsigliamo di seguire queste tracce a occhi chiusi, ma piuttosto analizzarle e capire se si adattano o no alla propria strategia e successivamente scegliere se proseguire con l’investimento oppure no.

Segnali gratuiti | Segnali Forex

✅ I segnali gratuiti sono di qualità inferiore?

I segnali di tale categoria non sono necessariamente di qualità inferiore. Questo perché c’è chi paga per loro, vale a dire l’azienda di brokeraggio attraverso la quale operate.

L’importante è saper scegliere e valutare bene a chi affidare i propri investimenti. La differenza piuttosto sta nella presenza o meno dei dettagli relativi a tale informazione.

✅ Chi c’è dietro i segnali forex?

Dietro un segnale forex c’è un provider, il quale si occupa appunto di ricavarli per poi condividerli attraverso il collegamento (un broker o Telegram per esempio) con il recipient, cioè il trader che dopo sceglierà se usarli per l’investimento di trading oppure no.

Il provider riceve un compenso o dall’utente stesso, oppure dalla piattaforma che li mette a disposizione degli investitori.

✅ Come essere sicuri che i segnali siano affidabili?

Se per affidabilità si intende che non sono una truffa, allora affidandosi a realtà legali e serie.

Se si intende “infallibili”, allora non vi è sicurezza per il semplice fatto che nel mondo del trading non è possibile avere mai previsioni certe, ma solo cercare di avvicinarsi il più possibile a un risultato positivo.