Comprare bitcoin: la nostra guida completa

two woman holding a bitcoin sign

Comprare bitcoin nell’arco dell’ultimo decennio ha fatto la fortuna di molti ed è stato il sogno di altri ancora, tanto che nonostante oggi esistano diverse migliaia di criptovalute Bitcoin ne rimane il sinonimo: l’unica crypto capace di raggiungere valori proibitivi seguendo un percorso che aldilà di ovvi flame e flessioni è sempre stato perennemente in crescita.

Da diverso tempo ormai stiamo parlando di come investire in criptovalute per ottenere il massimo dei benefici sia in termini di trading a breve che a lungo termine, ora tocca scoprire come ottenere gli stessi risultati investendo sui Bitcoin.

Prepariamoci ad approfondire tutto.

Che cos’è il bitcoin?

bitcoinPrima di tuffarci alla scoperta di tutti i dettagli che il comprare Bitcoin rappresenta è il caso di fermarci un istante per introdurre brevemente la storia di questa criptovaluta così da non dare per scontato che chiunque ne conosca le caratteristiche più importanti.

La data “zero” di Bitcoin è il 2009, anno in cui ne è stato creato il sistema su cui si appoggia e nel quale ne hanno preso ufficialmente il via sia il mining che lo scambio: un sistema ed una valuta creati da Satoshi Nakamoto, che è il primo dei “misteri” di Bitcoin se consideriamo che nemmeno si sa se si tratti di una persona o di un gruppo di lavoro nascosto dietro ad uno pseudonimo.

Una storia lunga dodici anni che è stata caratterizzata da diversi temi, primo dei quali il valore stesso dei bitcoin, che in certi momenti ha vissuto dei tali rialzi da richiamare l’attenzione anche del sistema bancario centralizzato, che ad un punto si è visto costretto a riconoscere importanza ad un sistema nato proprio per decentralizzare il controllo sul mercato valutario attraverso il sistema della blockchain, che poi è la seconda grande rivoluzione di cui Bitcoin è sinonimo.

Che cos’è la blockchain? E’ la base stessa di tutte le principali criptovalute, che nascono appunto per creare un circuito fuori del sistema bancario propriamente detto venendo generate in una rete peer to peer (appunto la blockchain) attraverso un processo chiamato mining che si basa sulla creazione di codici unici che le identificano e che danno modo di provare l’unicità della valuta minata ed la proprietà di chi la ha in possesso.

Ed ora che abbiamo parlato di cosa siano in generale andiamo a scoprire più da vicino quali sono i principali modi per comprare Bitcoin realizzando investimenti vincenti sia a breve che a lungo termine.

Come comprare bitcoin?

Broker
Caratteristiche
Voto
Apri un Conto demo
5/5

5/5

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.

4.7/5

4.8/5

4.6/5

4.6/5

4.4/5

4.4/5

76.4% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
 
4.2/5

4.2/5

Fino ad un po’ di tempo fa parlando di comprare bitcoin si poteva intendere esclusivamente una possibilità: acquistarne su uno dei vari siti di exchange per poi salvarli sul proprio wallet digitale, ovvero la forma più diretta per comprare bitcoin e per conservarli fino al momento di volerli vendere, operazione che comunque avviene attraverso i siti di exchange come ad esempio Binance.

Questa tipologia di trading con Bitcoin in passato è stata capace di trasformare investimenti di poco conto in vere e proprie fortune, ma oggi come oggi è sicuramente più difficile da approcciare con disinvoltura data la quotazione che questa criptovaluta ha raggiunto.

Quanto valeva all’inizio il Bitcoin? Quanto vale ora? Eccovi un piccolo riassunto, ottimo per darvi un’idea della crescita che questa criptovaluta ha vissuto dalla sua nascita:

  • nel 2009 il neonato bitcoin valeva circa 7 centesimi di dollaro
  • nel 2012 un bitcoin valeva già circa 13 dollari
  • nel 2013 un bitcoin è arrivato a valere circa 980 dollari
  • tra il 2016 ed il 2017 il bitcoin è passato da circa 1.000 a circa 20.000 dollari
  • ad oggi il valore del bitcoin è di circa 39.000 dollari

Insomma, adesso come adesso comprare bitcoin su un sito exchange per poi salvarli su di un wallet digitale (come ad esempio Coinbase) è una tipologia di investimento piuttosto impegnativa che potrebbe avere senso soprattutto cercando un profitto a lungo o lunghissimo termine con la speranza di andare incontro ad ulteriori crescite radicali del loro valore, una tipologia di trading che per varie ragioni tutte ottime non può venire intrapreso da un grande numero di persone.

Una delle varie rivoluzioni del Bitcoin è però arrivata da qualche anno, quando comprare bitcoin è diventato possibile anche attraverso il trading online grazie a prodotti come cfd (contratti per differenza) proposti dai migliori broker come ad esempio eToro.

Ma ne parleremo in modo più approfondito nel capitolo successivo.

Comprare bitcoin con CFD: come funziona?

Decidere di comprare bitcoin con cfd significa affidarsi ad uno dei migliori broker su piazza per utilizzare i prodotti di trading che propone in funzione delle criptovalute attraverso i quali leggere il Bitcoin ed il suo andamento come mercati di riferimento per comprare e vendere opzioni capaci di far realizzare grandi guadagni anche in breve tempo.

E’ proprio questa la vera differenza tra comprare bitcoin su di un sito exchange piuttosto che su quello di un broker: nel primo caso compriamo la criptovaluta vera e propria per depositarla nel nostro wallet digitale a questo dedicato (come già accennato un software molto utilizzato per questo è Coinbase), nel secondo invece compriamo prodotti di trading basati sull’andamento del Bitcoin così da effettuare speculazioni rapide capaci di sfruttare anche le minime fluttuazioni di mercato.

Se l’acquisto di criptovaluta è un investimento che paga soprattutto a lungo termine, comprare bitcoin attraverso cfd è invece una forma di trading capace di pagare a breve ed anche a brevissimo termine.

Fare questo tipo di trading permette oltretutto di investire anche a brevissimo termine, questo garantendo anche tutte le tutele previste da broker forti di autorizzazioni internazionali atte a proteggere i trader: parliamo di licenze come ad esempio quelle FCA, CySEC e Consob che autorizzano i siti più seri e sicuri come eToro di cui parleremo a breve.

Ormai le criptovalute stanno diventando sempre più presenti anche nel mondo del trading online e comprare bitcoin con i cfd sta diventando possibile con un numero di broker sempre più grande dei quali molto sono già recensiti sul nostro sito, ma una vera eccellenza c’è ed è appunto eToro: un sito di trading online che merita un approfondimento speciale.

Comprare bitcoin su etoro: tutorial dettagliato

Siete interessati a fare trading online scegliendo uno dei migliori broker tra quelli che permettono di utilizzare i bitcoin come asset per cfd ed altri prodotti di investimento? Il nostro consiglio come abbiamo visto è di fare riferimento ad eToro, un broker di qualità e di sicurezza insindacabile che naturalmente offre anche questa possibilità di trading.

Per comprare bitcoin con eToro utilizzandoli come asset per cfd è necessario tanto per cominciare disporre di un account sulla piattaforma e di credito nel proprio conto deposito, dopo di che bisogna fare accesso verificando tutte le possibilità di trading disponibili.

Ci sono naturalmente parecchi diversi prodotti che coinvolgono i bitcoin ed è quindi necessario verificare quali facciano più al caso della tipologia di investimento che si intende effettuare, approfondendo poi quella che è la situazione dell’andamento di questo asset.

Una volta effettuate le proprie analisi arriva poi il momento di confermare l’operazione ed aspettare che il tempo dia o meno ragione alla previsione che è stata fatta.

Quando comprare bitcoin?

Molto difficile dire quando sia più il caso di comprare bitcoin, questo a meno che non si disponga di una macchina del tempo per andare indietro nel non troppo lontano 2009 e comprare cento per sette dollari in totale.

A parte gli scherzi la scelta di andare su di un sito exchange come magari Binance e comprare bitcoin non sarà mai una scelta sbagliata, anche se diventa in qualsiasi caso un po’ più esclusiva ogni volta che il valore di questa criptovaluta sale.

Se parliamo invece di comprare bitcoin attraverso i cfd proposti dai broker di trading online allora il discorso cambia perché è possibile farlo in qualsiasi momento andando incontro più o meno allo stesso vantaggio, questo perché il tuo investimento è sulla variazione del valore di mercato e non sul valore assoluto del bitcoin.

Caratteristiche principali

  • 🏆  Votato Migliori Broker
  • 📊  Social trading & Copy trading
  • 🔐  Massima Sicurezza
  • 📚  Molti corsi di formazione disponibili

10.000€

Conti Di Demo

200€

Deposito Minimo

30:1

Leva

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.

A cosa serve comprare Bitcoin?

Anche per rispondere a questa domanda bisogna differenziare l’azione di comprare bitcoin su di un sito exchange come Binance per poi custodirli in un wallet digitale da quella di acquistarli attraverso i prodotti di trading offerti dai broker come ad esempio i cfd di eToro.

Parlando dell’acquisto di criptovaluta in sé per sé possiamo dire che il Bitcoin ormai sia diventato quasi un bene di rifugio: è uno dei pochi esempi di valuta della quale il mercato sembra più paragonabile a quello dei metalli preziosi che alle valute stesse.

Stando a questo profilo il vero motivo per andare su Binance e comprare bitcoin è l’investimento a lungo termine, la differenziazione di investimento che porta ad acquistare un bene dalla disponibilità limitata con un valore è destinato ad una crescita constante: un tipo di trading utile per chi ha abbondanza di tempo e capitali, ma inadatto ai trader che necessitano risultati nel breve e brevissimo termine.

Se invece parliamo di trading online con broker come eToro allora il range diventa molto più ampio e le principali motivazioni per operare diventano i trading lampo utili a guadagnare anche molto bene  in poco tempo esponendosi con cifre anche molto contenute.

I vantaggi e gli svantaggi del bitcoin

Quali sono i principali vantaggi e svantaggi dei bitcoin? Scopriamoli qui di seguito in questo breve riepilogo.

I maggiori pro:

  • è una valuta decentralizzata che passa da persona a persona senza un ruolo per le banche
  • è una valuta senza rischio di inflazione visto che ha un limite di emissione
  • è una valuta della quale il valore è in continua crescita
  • è una valuta utilizzabile in tutto il mondo ed ormai sempre più accettata su web
  • non ci sono limiti di pagamento, possono venire trasferite somme di qualsiasi entità

I maggiori contro:

  • al momento il prezzo è piuttosto alto
  • tutte le transazioni sono tacciabili
  • essendo nuova non ha uno storico solido

Comprare bitcoin con carta di credito

Come per tutti gli argomenti più importanti che stiamo trattando in questa pagina anche parlando di come comprare bitcoin con carta di credito dobbiamo differenziare le due principali metodologie per comprarli che abbiamo visto fino ad adesso, cioè l’acquisto di criptovaluta o il trading online utilizzando bitcoin come asset.

Comprare bitcoin con carta di credito è possibile su tutti i principali siti exchange come Coinbase, che normalmente accettano tutte le principali carte così come alcuni dei principali e-wallet o bonifici.

Anche se parliamo di trading online è assolutamente possibile farlo, questo perché tutti i principali broker sono soliti accettare tutte le più importanti carte di credito insieme ad una vera e propria moltitudine di altre possibili metodi di pagamento.

Conclusione: consigli per comprare bitcoin

Ed eccoci arrivare a concludere questo nostro approfondimento su come comprare bitcoin nel quale abbiamo visto nel dettaglio quali sono i principali modi per farlo, cioè attraverso l’acquisto della criptovaluta stessa su tutti i maggiori siti exchange o attraverso il trading online offerto dai migliori broker, grazie al quale investire utilizzando il Bitcoin come asset di riferimento.

Due modi molto diversi per acquistare bitcoin che spalancano le porte a due tipologie di investimenti altrettanto differenti: uno a lungo termine capace di portare anche ad enormi guadagni (o almeno così è stato da che questa criptovaluta è nata) ed un altro a breve e brevissimo termine capace di offrire tutti i giorni eccellenti possibilità di trading.

E a voi quale modo per comprare bitcoin attira di più?

FAQ – Domande frequenti

Dove comprare bitcoin?

Se desiderate comprare bitcoin per detenere la criptovaluta è sicuramente il caso di fare riferimento a tutti i migliori siti exchange come per esempio Binance, nei quali è possibile acquistarne per poi custodirli in un wallet digitale come per esempio Coinbase. Se invece siete interessati all’acquisto di bitcoin attraverso il trading online allora i referenti ideali sono tutti i migliori broker, come per esempio eToro.

Il bitcoin è legale?

Certo che il bitcoin è legale, però nasce per essere una valuta decentralizzata non controllata dalle banche ma dalla blockchain su cui si basa e proprio per questo non può godere delle tutele garantite dal sistema bancario come invece avviene per il trading online che vede i bitcoin protagonisti, che invece è totalmente regolamentato come normale per qualsiasi broker.

Cosa comprare in bitcoin

Utilizzare i bitcoin per fare acquisti, ovvero spenderli come una qualsiasi valuta piuttosto che sceglierli come bene di scambio, è possibile soprattutto su web (per quanto qualche attività fisica già si stia attrezzando a riguardo) e chiaramente dà accesso soprattutto a servizi. Non mancano nemmeno broker di trading online che li accettano come metodo di pagamento, quindi i bitcoin diventano anche un modo per fare altri investimenti.

Quanto è sicuro pagare con bitcoin?

Pagare con i bitcoin è molto sicuro proprio grazie alla garanzia di trasparenza che offre la blockchain: questa criptovaluta va considerata sicura in generale, l’unico aspetto potenzialmente rischioso è quello del deposito quando decidiamo di tenerli sui siti exchange, ma è un rischio che può venire facilmente evitato scegliendo di custodirli in un wallet digitale personale.


Per saperne di più, ecco le nostre guide dettagliate sulle criptovalute: