Dove investire nel 2022

Ultimo aggiornamento il 21/06/22

Tante persone vogliono sapere come investire soldi in questo periodo, e in quale piattaforma conviene farlo evitando errori e riuscendo ad ottenere i migliori rendimenti possibili.

Broker Caratteristiche Voto Apri un Conto demo
etoro logo ✔️ Deposito minimo 200€
💰 Conto demo 100.000€
🛡️ Licenza CySEC, ASIC, FCA

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.

★★★★★
5/5

Leggi la recensione

avatrade logo ✔️ Deposito minimo 200€
💰 Conto demo Senza Limiti
🛡️ Licenza CySEC, ASIC, FCA
★★★★★
4.5/5

Leggi la recensione

plus500 logo ✔️ Deposito minimo 100€
💰 Conto demo 40.000€
🛡️ Licenza CySEC, ASIC, FCA

Il 77% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro negoziando in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il suo denaro.

★★★★★
4.9/5

Leggi la recensione


Nessun informazione o consiglio finanziario relativo al trading online è offerto per contatto.

xtb logo ✔️ Deposito minimo -€
💰 Conto demo 100.000€
🛡️ Licenza CySEC, FCA, NKF
★★★★★
4.8/5

Leggi la recensione

capital com logo ✔️ Deposito minimo 20€
💰 Conto demo 10.000€
🛡️ Licenza CySEC, ASIC, FCA, FSA

L'81,40% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.

★★★★★
4.6/5

Leggi la recensione

Le opportunità non mancano, ma non bisogna assolutamente commettere l’errore di muoversi sui mercati con eccessiva leggerezza ed approssimazione. Ci sono importanti passi da compiere, che andrebbero fatti prima di iniziare i propri investimenti, indipendentemente che si tratti di trading online, titoli, obbligazioni o altro.

Prima di decidere dove investire si devono quindi compiere 4 importanti step preliminari.

4 step preliminari

Prima di iniziare ad investire sarà bene capire come muoversi con maggiore consapevolezza ed efficacia in quello che è un mondo veramente complesso.

Che si tratti di investire in trading online, market azionario, etf (exchange-traded fund), cfd (contratti per differenza), obbligazioni, immobili, materie prime o qualsiasi altra cosa, prima di aprire il proprio portafogli vanno fatti 4 step preliminari di fondamentale importanza.

Questi passaggi vanno conosciuti e seguiti in modo preciso indipendentemente da dove investire oggi, e dal fatto che si sia dei neofiti o magari degli esperti con un lungo percorso alle spalle. Per prima cosa bisogna raccogliere informazioni, si dovrà poi definire quanto andare ad investire, essendo consapevoli dei rischi e osservare con attenzione gli andamenti di mercato.

Vediamo ora questi fondamentali aspetti uno ad uno, più nel dettaglio.

iniziare ad investire

Informati prima di investire

Il primo e probabilmente più importante passo da compiere prima di iniziare a investire in borsa, fondi, titoli, etf, cfd, società non quotate o altro, è quello di informarsi a dovere, questo ci aiuterà a capire dove investire oggi.

Bisogna cercare di capire molto bene quali sono le opportunità e i rischi di ogni singolo investimento, ad esempio con i cfd e avviare una seria riflessione anche su quale sia il proprio personale profilo di rischio.

Più informazioni raccogliamo su questo ampio e articolato mondo, migliore sarà di conseguenza la gestione del nostro capitale, potendo attenderci un rendimento più alto nel tempo, minori costi e anche un rischio più contenuto di perdere denaro.

Informarsi è fondamentale e la raccolta di informazioni può avvenire attraverso numerosi canali differenti. Bisognerà comunque verificarne bene l’effettiva attendibilità. Oltre a informarsi su dove investire oggi bisogna poi formarsi, quindi valutare di seguire dei corsi, leggere dei libri, vedere video di trader esperti, ecc.

Bisognerà scegliere con massima attenzione, puntando solo su percorsi formativi caratterizzati da un’elevata qualità. In giro ci sono parecchi sedicenti guru che promettono meraviglie nei loro corsi, video ed ebook, ma a conti fatti non fanno altro che mettere a rischio l’investimento e quindi il denaro di chi li segue. Se si vuole sapere dove investire oggi non bisognerà ascoltare il primo che passa.

Definisci quanto investire

quanto investire

Una delle prime cosa da fare sarà definire con attenzione il proprio budget, in base al capitale che possiamo permetterci di investire potremo indirizzare le nostre scelte verso i migliori strumenti dove investire oggi, che siano in linea con le nostre possibilità economiche del momento.

Non tutti i budget sono adatti a tutti gli investimenti, se abbiamo poca disponibilità economica, alcuni asset potrebbero esserci sostanzialmente preclusi, o in ogni caso potremmo non sfruttarli al meglio.

Qualsiasi guida seria su dove investire oggi dovrebbe partire da attente e puntuali considerazioni sul budget. Oggi spesso non è così perché le piattaforme online consentono operazioni anche con fondi molto limitati.

Anche nel caso in cui si utilizzi poco denaro, vanno comunque definiti precisi limiti che ci aiuteranno a gestirlo meglio e di sicuro con maggiore sicurezza. Il money management è una delle competenze fondamentale che chiunque si chieda come e dove investire oggi dovrebbe sviluppare il prima possibile nella vita.

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.
Leggi la recensione completa etoro.

Conoscere i rischi di investire oggi

rischi di investire oggi

Molti si chiedono dove investire oggi, ma anche come investire soldi senza correre un rischio che risulti eccessivo. In realtà se si vuole aspirare ad un buon rendimento, il rischio è qualcosa di inevitabile, si tratta comunque di una variabile che può essere contenuta.

Una importante riflessione che sarà bene avviare il più presto possibile, idealmente ancor prima di iniziare a investire, è proprio quella sui rischi. Ogni investimento comporta dei rischi. In genere più un investimento è redditizio e più si rivelerà rischioso e di questo come ovvio va tenuto debito conto per evitare brutte sorprese.

Chi si chiede come investire denaro dovrebbe iniziare a porsi anche delle domande sulla gestione del rischio.

Seguire l’andamento dei mercati

seguire l’andamento dei mercati

Oltre a studiare e documentarsi su dove investire oggi, bisogna anche tenersi costantemente aggiornati. L’andamento dei mercati va monitorato di continuo se si vogliono cogliere importanti opportunità.

Non esiste e mai esisterà una guida completa e definitiva agli investimenti sui mercati finanziari, bisogna sapersi documentare e aggiornare di continuo e in autonomia. Questa è l’unica strada percorribile se si vuole capire dove investire oggi.

Il mercato è una realtà dinamica, influenzata da innumerevoli variabili e attività differenti, oggi forse ancor più rispetto al passato.

In rete si possono trovare ottime risorse che indirizzano sul dove investire oggi, ma conviene non fermarsi mai alla prima guida gratuita che si scarica da qualche blog, bensì approfondire e confrontare più fonti.

Questi sono alcuni degli aspetti più rilevanti da tenere in considerazione prima di effettuare un deposito sul sito che abbiamo scelto.

Le aziende Italiane più promettenti del 2022

Investire in aziende, specie se italiane, può essere molto interessante e anche profittevole, ma naturalmente andranno individuate solo quelle più promettenti dove investire oggi.

Investire su realtà del nostro territorio può essere visto anche come un supporto concreto alla nostra economia, ma questo è solo uno dei possibili punti di vista con cui approcciare alla questione.

Molte startup o pmi non quotate in borsa, che cercano soci e/o investitori, spesso hanno ottime idee, ma non sempre un business plan all’altezza delle stesse. Ecco perché bisogna scegliere veramente con grande attenzione su quali società puntare per scongiurare una rapida e rilevante erosione del proprio capitale.

Tra le aziende italiane più promettenti del 2022 ce ne sono diverse che operano nell’e-commerce, altri settori nei quali si muovono valide aziende su cui valutare investimenti sono quello energetico, dei servizi e della vendita al dettaglio e all’ingrosso.

La lettura di testate economiche nazionali, cartacee o su Internet, possono aiutarci a trovare dove investire oggi, anche se ad interessarci sono le aziende.

Migliori aziende italiane emergenti nel settore tecnologico:

  • Filo, specializzata in Internet of Things;
  • Sixth Sense, spin-off della Scuola Sant’Anna di Pisa;
  • Nethive che si occupa di sicurezza informatica;
  • The Information lab (data analysis);
  • Wakala (Business intelligence e mobile applications);

Migliori B Corp (società benefit):

  • InfinityHub;
  • Treedom;
  • NWG Energia;

Aziende di e-commerce più promettenti:

  • Winelivery;
  • Everli (ex Supermercato 24);
  • BrandOn;

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.
Leggi la recensione completa etoro.

Le aziende Italiane più promettenti

I titoli esteri più promettenti

Si prevede per il 2022 una buona crescita di titoli esteri che hanno già dato soddisfazioni negli ultimi tempi, tra questi quelli di brand molto noti, come Disney, Amazon e CocaCola.

Dovrebbero poi confermare il loro recente trend di crescita anche le azioni di colossi tecnologici come Apple e Google (Alphabet). Per individuare i titoli più interessanti dove investire oggi bisognerà cercare di prevedere quanto potranno crescere nel breve, medio e lungo periodo, in base alle proprie preferenze.

Prima ancora ci si potrà orientare su uno o più specifici settori, di nostro interesse o che riteniamo possano dare particolari soddisfazioni ed essere quelli giusti dove investire oggi.

I titoli tecnologici, ad esempio, sono da tenere d’occhio di sicuro. Parliamo di società che stanno avendo un impatto significativo sulla vita di tutti noi, con le loro attività a livello globale.

Tenersi informati sulle tante novità di questo vitale settore, è un primo passo per orientare le proprie scelte. Un’attenta osservazione del mercato, con un approccio fortemente analitico farà il resto.

I settori in crescita di questo periodo storico

Nei momenti storicamente complicati, di difficoltà o di vera e propria crisi (economica o sociale), ci sono comunque settori che crescono e su cui avrà quindi senso investire il nostro denaro.

Tra i settori dove investire oggi, in crescita di questo periodo storico, troviamo senza troppe sorprese quello farmaceutico, ma anche quelli tecnologico e assicurativo. Crescono sensibilmente, per numero e fatturati, gli e-commerce, il settore della formazione e non ultimo quello del digital marketing.

Chi è alla costante ricerca di come investire denaro dovrà tenerne debitamente conto per fare le proprie scelte nel medio e lungo periodo.

Dove investire: I mercati più interessanti

Chi vuole fare soldi monitora costantemente i vari mercati ed è anche alla continua ricerca di innovativi ed efficaci modi per investire un capitale.

Capire dove investire oggi e quali siano i mercati più interessanti del momento per agire di conseguenza, è qualcosa di fondamentale in quanto è l’unico approccio che consente un rendimento potenzialmente elevato nel tempo.

Scegliere i settori economici maggiormente in crescita, in genere è un modo efficace per fare investimenti con migliori rendimenti, quindi maggiori soddisfazioni.

Bisogna cercare di anticipare il mercato, individuando società, fondi e titoli dai quali, almeno in prospettiva, ci si attenda una crescita supportata anche da trend che possono essere culturali, finanziari o sociali.

C’è anche da dire che non esiste un market più interessante di un altro in senso assoluto, molto dipende dal singolo, dai suoi interessi, dalle sue aspettative e preferenze e come detto anche dal suo profilo di rischio.

Tra i settori da tenere comunque d’occhio ci sono senza dubbio quello tecnologico e quello energetico.

Nel primo caso il mercato asiatico è quello molto in crescita, in quanto quello che è il più grande produttore di nuove tecnologie cioè la Cina, è ormai un mercato con milioni di consumatori, in grado anno dopo anno di spendere maggior danaro.

Quello dell’energia è un mercato in fermento, in quanto le tensioni internazionali fra Russia e Ucraina hanno fatto alzare i prezzi dell’energia alle stelle.

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.
Leggi la recensione completa etoro.

Investi in materie prime

investi in materie prime

Investire in materie prime può voler dire acquistare azioni di fondi negoziati in borsa che sono specializzati in materie prime o magari acquistare azioni di società che le producono.

Altra opzione è quella di investire direttamente su petrolio, oro, ecc. e non quindi su azioni o EFT ad essi legati, ma proprio sulle merci.

Chi cerca dove investire nel 2022 potrà senza dubbio guardare con interesse alle materie prime, capendo però che questo tipo di investimento è molto diverso, ad esempio, da quello con il trading.

Le materie prime comportano dei rischi diversi da quelli dei mercati azionari e obbligazionari, sono infatti molteplici le variabili che influiscono sui loro prezzi. Questioni di politica ed economia estera ad esempio.

Prima di approcciare a questo mercato conviene aver svolto un’attività di studio e ricerca notevole su dove investire oggi.

Ormai parecchie tra le migliori piattaforme online, consentono, anche con budget molto limitati, di acquistare e vendere petrolio, oro, argento, ecc.

Anche in questo caso la facilità di accesso non dovrà farci rilassare troppo. Se vogliamo veramente guadagnare dovremo impegnarci e formarci.

Quali sono le migliori materie prime per investirne una. Fornisci esempi sul perché ora. .

Investi in immobili

investi in immobili

Investire in immobili è di sicuro un buon modo per spendere i propri soldi. Questi investimenti però richiedono un budget piuttosto importante, in particolare se si guarda ad immobili di un certo pregio o comunque interessanti per posizione, dimensione e altre caratteristiche.

Gli immobili possono essere acquistati e rivenduti, oppure affittati, rappresentando in ogni caso un buon investimento per rendimenti. Il mattone è considerato sia un investimento che una sorta di bene rifugio. In realtà come è ovvio non tutti gli immobili sono uguali e hanno la capacità di veder rivalutato il proprio valore nel tempo.

Scegliere gli immobili migliori sui quali investire non è qualcosa di banale, richiede studio, esperienza e attente riflessioni.

In genere chi investe in immobili ha un certo capitale e non è per nulla una cattiva idea destinarne una piccola parte alla formazione, così da muoversi nel settore con maggiore consapevolezza.

Investi in cryptovalute

investi in cryptovalute

Le criptovalute sono decisamente di moda e suscitano un crescente interesse in varie tipologie di investitore, ma conviene veramente puntare su questo asset?

Oggi molte più persone rispetto al passato decidono di aprire un portafoglio cripto. C’è chi le usa per diversificare i propri investimenti, chi guarda con curiosità e in alcuni casi con un certo scetticismo, a questo nuovo modo di rapportarsi al denaro.

Quella cripto è una vera rivoluzione, tecnologica, ma anche sociale ed economica. La blockchain sarà nei prossimi anni sempre più importante nella vita di ognuno di noi.

Molte tra le più note piattaforme di trading, hanno aperto alla possibilità di scambiare anche criptovalute e questo ha contribuito molto alla loro diffusione tra i trader, compresi quelli non particolarmente esperti di tecnologia.

Mettersi a lavorare con le cripto, magari facendo trading senza conoscerle a sufficienza è, come è facile intuire, una pessima idea, prima di acquistarle sarà bene mettersi a studiare.

Le più promettenti del 2022

Esistono ormai moltissime criptovalute, bisogna quindi imparare a riconoscere quelle più promettenti, su cui vale la pena investire, tenendo ben conto comunque della loro elevata volatilità.

Tra le cripto più promettenti del 2022 ci sono nomi ormai noti ad investitori e non solo, ma non mancano anche diverse novità.

Previsioni criptovalute 2022

Fare previsioni, quando si parla di qualcosa di estremamente dinamico e complesso, come il mondo delle criptovalute non è semplice, ma se si osservano con attenzione i dati è senza dubbio possibile, quantomeno avanzare delle ipotesi.

Nel 2022 Bitcoin ed Ethereum continueranno ad essere le cripto più interessanti, ma molte altre si faranno strada, tra queste: Litecoin, Dogecoin, Ripple e Monero.

Sarà bene guardare con curiosità e interesse alle varie altcoin (valute alternative a quelle più note), come ad esempio Cardano, ma attenzione alle tante shitcoin, (token di scarsissimo valore, come quelli che si trovano su PancakeSwap) che invadono il mercato sempre di più ogni giorno che passa.

Spesso dietro una cripto valuta c’è un progetto blockchain più ampio, che andrà attentamente valutato per capirne il potenziale.

Trend come quello dei sempre più popolari NFT (non fungible token) fanno capire come questo mondo riserverà notevoli sorprese e offrirà interessanti opportunità in futuro.

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.
Leggi la recensione completa etoro.

Le migliori piattaforme del 2022

La presenza di piattaforme di trading che consentono a chiunque di investire online, ha senza dubbio contribuito non poco ad aumentare la platea degli investitori.

Questo vale in Italia come nel resto del mondo, con tanti utenti che si avvicinano al trading online, magari partendo da un conto demo.

Aprire un account sulle piattaforme dei più noti broker è un’operazione alla portata di tutti e dopo la creazione dell’account e un deposito di denaro sul conto si potrà subito iniziare a fare trading ed operare con azioni, obbligazioni, cfd, titoli, etf, criptovalute e vari altri strumenti finanziari.

Le piattaforme sono importanti strumenti, ma naturalmente il fatto che accedere alle stesse sia un’operazione rapida non deve far passare l’idea che investire sia un gioco o comunque qualcosa da prendere alla leggera.

Fatta questa doverosa premessa, vediamo alcune delle migliori piattaforme dove investire nel 2022, per caratteristiche tecniche, serietà, costi e commissioni.

  • eToro (piattaforma di trading tra le migliori dove investire nel 2022);
  • XTB (top broker per Forex, CFD, indici ed ETF);
  • AvaTrade (tra i migliori broker forex, con commissioni contenute);
  • IqOption (ottimo broker con condizioni economiche vantaggiose).

Queste piattaforme consentono diversi tipi di investimenti, anche a chi ha pochi soldi a disposizione e hanno semplificato molto aspetti come il deposito e il prelievo di fondi dal conto.

Permettono di operare in borsa, con valute e vari strumenti finanziari, avendo commissioni competitive, questo spiega il perché del suo notevole successo.

In queste piattaforme si può spaziare tra azioni, obbligazioni, etf, cfd, e tutti i più diffusi asset. Potendo puntare a rendimenti anche molto interessanti.

Numerose banche poi, accanto all’ormai tradizionale home banking offrono oggi, sempre più spesso anche la possibilità di acquistare azioni o di operare sul market valutario, da un’unica interfaccia.

Naturalmente questi servizi hanno contribuito in modo assai rilevante a far crescere la platea degli investitori, in particolare quelli meno esperti.

Queste risorse rispondono a chi si chiede come investire soldi e hanno in genere in comune la presenza di una guida online, spesso ben realizzata e sufficientemente dettagliata, utile a comprenderne in tempi rapidi le principali funzionalità.

Sapere come funziona tecnicamente una piattaforma, nella sua ordinaria operatività, non significa però assolutamente essere dei trader esperti e profittevoli, per questo servono studio ed esperienza.

Dove investire oggi: i nostri consigli

Ognuno dovrebbe sempre decidere in piena autonomia come e dove investire oggi i propri soldi e assumersi la responsabilità delle proprie scelte, che possono anche essere quelle di affidarsi ad un esperto a cui delegare in tutto o in parte l’attività.

I nostri consigli vanno presi come tali, come indicazioni che vanno attentamente valutate da ognuno in base alle proprie specifiche esigenze, preferenze e naturalmente il personale profilo di rischio. Uno dei più importanti consigli che possiamo dare agli investitori o aspiranti tali è quello di essere sempre ben consapevoli delle proprie attività e del rischio che queste comportano.

Gli investitori possono guadagnare, potenzialmente anche molto denaro, ma solo se non si muovono a casaccio, bensì in seguito ad attente riflessioni e attente analisi dei mercati. Prima di aprire o chiudere una posizione sul mercato, bisogna essere consapevoli di cosa si sta facendo, perché ogni scelta sbagliata può costarci potenzialmente non pochi soldi.

Un altro consiglio è quello di scegliere con grande attenzione il proprio broker, valutando molto bene commissioni ed eventuali altri costi, che possono non essere evidenti fin da subito. Se si dispone, magari di un piccolo capitale e si vuole ottenere nel tempo un rendimento, possibilmente significativo, ci sono oggi veramente tanti strumenti diversi per cercare di riuscirci.

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.
Leggi la recensione completa etoro.

dove investire

Le nostre conclusioni

Quello degli investimenti è un mondo divenuto nel tempo decisamente più democratico, ma questa facilità di accesso non deve assolutamente trarre in inganno. Ogni investimento, come più volte detto presenta dei rischi, bisogna quindi imparare a diversificare e gestire bene i propri fondi, senza mai lasciare assolutamente nulla al caso.

Diversificare significa investire su più asset diversi, in modo che se uno o più dei nostri investimenti non andrà bene, avremo comunque un salvagente, grazie ad un piano b e magari anche ad un piano c.

Non bisognerà però neppure frammentare troppo il proprio portafoglio, perché investire cifre troppo piccole su tantissimi fronti diversi, difficilmente potrà darci soddisfazioni di rilievo.


Marzia  Posta | Gestore di portafoglio- Con un master in Finance conseguito presso l’università Luiss di Roma lavora da più di 10 anni presso Unicredit come gestore di portafoglio e risk analyst.