Testa e spalle trading | Guida 2022

Ultimo aggiornamento il 10/02/22

Lo studio dei grafici rappresenta un momento importante per chi intende portare avanti un trading online proficuo su CFD o altro. In particolare, è assolutamente fondamentale riuscire ad operare una distinzione tra figure di inversione e di continuazione di un movimento definito all’interno di una tendenza.

E’ l’analisi tecnica, del resto, a confermare come i momenti in cui ha luogo l’inversione del trend siano incorporati da figure predefinite in grado di indicare un movimento dei prezzi. In questo particolare ambito, un ruolo di rilievo spetta al testa spalla trading (in inglese head and shoulders). La nostra guida cercherà di spiegarlo in maniera esauriente.

Cos’è la figura testa e spalle?

La figura del testa e spalle trading è uno dei segnali più rappresentativi per i trader quando si tratta di individuare un mutamento di tendenza all’interno di un trend consolidato. In particolare, è considerato il principale esponente della famiglia che raggruppa le figure di inversione. 

Categoria in cui risiedono i pattern grafici delegati ad anticipare l’inversione di un trend. La figura in questione si forma a seguito di tre rialzi consecutivi dei volumi delle quotazioni, tra i quali si vanno a posizionare due correzioni rivolte verso il basso. Il più importante dei tre è il secondo, indicato come testa, mentre il primo ed il terzo, meno significativi, rappresentano le spalle.

testa spalle figura

A perfezionare la formazione della figura è il perforamento deciso della congiunzione tra i due minimi di reazione, definita come neckline (linea del collo). Dopo la prima rottura della neckline solitamente si verifica il pull-back, un ritorno dei prezzi verso la testa, riavviando il loro movimento nella direzione della perforazione.

Proprio dalla figura soprastante è possibile notare chiaramente la sua formazione dopo tre massimi consecutivi, tra cui quello di mezzo è il più pronunciato. La figura stilizzata formatasi vede la “testa” sovrastare le “spalle”.

Tra le caratteristiche fondamentali in vista di una applicazione corretta del modello, c’è il decrescere dei volumi attorno alla testa rispetto a quelli che caratterizzano la spalla sinistra. Il verificarsi di tale condizione annuncia in pratica il prossimo stop della tendenza in atto. A determinarla è il fatto che il numero dei compratori è in progressiva diminuzione, con gli scambi destinati a decrescere sulla spalla destra.

Nel caso in cui queste condizioni siano presenti, occorre tracciare una retta che passi per i punti attorno alla testa. Sarà la neckline a definire il supporto che deve essere violato per condurre al probabile inizio di una fase di calo dei volumi.

Tipi di testa e spalle

Questo modello di trading viene solitamente suddiviso in due tipologie: rialzista e ribassista. Il primo, indicato in inglese come head and shoulders bottom, avviene al termine di un movimento al ribasso. Il suo verificarsi coincide con una repentina risalita dei prezzi. Il testa e spalle trading d’inversione ribassista, al contrario, ha luogo al termine di un movimento rialzista, tramite un brusco calo delle quotazioni.

Testa spalle rialzista o rovesciato

Come abbiamo già ricordato, il testa spalle rialzista, detto anche rovesciato, è quello che ha luogo nella parte finale di un trend in discesa. Il suo perfezionarsi è caratterizzato dal dirigersi verso l’alto dei prezzi.

Graficamente la figura ha uno sviluppo che vede la tendenza al ribasso condurre il mercato ad un primo minimo relativo posizionato in corrispondenza del punto A (la spalla sinistra). Si avrà quindi un rimbalzo di breve durata (B), tale da condurre al minimo in quello C (la testa). Proprio da qui inizia il secondo rimbalzo che finisce su D.

L’indebolimento che ne consegue introduce il mercato a un nuovo minimo relativo (E), posto in alto sopra quello C, che forma la spalla destra. Il mercato è ora in grado di dimostrare il suo vigore, negando la discesa sotto il minimo corrispondente al punto C. Il testa e spalle trading, però, è destinato a completarsi graficamente solo una volta che i prezzi abbiano oltrepassato la neckline di collegamento tra il massimo del primo rimbalzo (punto B) e quello del secondo (D).

Proprio la rottura di tale trendline si tramuta in un’inversione verso l’alto, indicata come testa e spalle rialzista.
In questa figura, il livello chiave è rappresentato dal minimo che si verifica all’altezza del punto E. Crescente nei confronti di quello C, va a sottolineare la diminuzione della pressione al ribasso e/o un consolidamento di quella opposta.

testa spalle rialzista rovesciato

Nella pratica, esso indica la perdita della presa dei venditori a beneficio dei compratori. I secondi, infatti, accumulano posizioni tese d anticipare il rialzo delle quotazioni successivo.

Il movimento sarà completo una volta che i prezzi entreranno in un trend positivo di breve termine, provocato dal superamento non solo del massimo posizionato presso il punto D, ma anche della neckline. In questo caso saranno i minimi e massimi crescenti a siglare un testa e spalle trading rialzista.

La fase in questione è caratterizzata dalla presa di posizione di tutti i trader che basano il proprio operato sul trend-following, alimentando la crescita delle quotazioni.

Testa spalla ribassista

Il testa e spalle trading d’inversione ribassista (in inglese head and shoulders top) è quello che, al contrario, caratterizza la fine di un movimento al rialzo. Nel farlo evidenzia un perfezionamento destinato a provocare un secco calo dei prezzi.

Per quanto concerne la figura, il rialzo provoca un primo massimo (punto A, la spalla sinistra) seguito da breve correzione (che finisce presso quello B) con salita dei prezzi sul vertice rappresentato dalla C (la testa). Da qui si inaugura una rapida correzione che finisce in corrispondenza di quello D.

testa spalle ribassista

Il rimbalzo che ne consegue porta il mercato su un nuovo massimo relativo (punto E), posto sotto il massimo C, rappresentante la spalla destra di questa figura. Il massimo centrale (punto contrassegnato dalla B) non viene però superato, fornendo un primo allarme relativo alla debolezza del movimento. Sarà poi la neckline, rompendosi, a unire i minimi delle due correzioni, tanto da provocare la direzione verso il basso della tendenza, con il completamento della figura.

Come si genera un testa e spalle?

Come abbiamo ricordato in precedenza nella nostra guida, questo genere di trading è da mettere in conto quando tre consecutivi rialzi sono intervallati da due inversioni di carattere ribassista. Se, di solito, il secondo rialzo è più robusto degli altri, il primo e il terzo mostrano un minor vigore. A completare la figura, dandogli la connotazione in questione è la perforazione della neckline. Con questo nome si indica la retta che congiunge i due minimi di reazione.

Esempio pratico di testa e spalle

Sinora abbiamo affrontato la questione del testa e spalle trading da un’ottica puramente teorica, senza applicazioni su CFD, azioni, Forex o altro market. E’ quindi giunto il momento di provare ad analizzarne un esempio concreto, per cercare di capirne meglio le implicazioni in sede di analisi tecnica.

Nel grafico sottostante sono riportati i rapporti della coppia Eur/Usd tra novembre 2012 e aprile 2013. Nel periodo sino a gennaio 2013 possiamo notare un trend in salita che forma il classico modello testa e spalle trading contrassegnato con le linee nere. Possiamo quindi disegnare la sua linea del collo, obliqua blu.

esempio pratico di testa e spalle

Potremmo ora inaugurare una posizione al ribasso (short) in Eur/Usd in corrispondenza della chiusura di una candela sotto la linea blu. Uno Stop Loss deve a sua volta essere posto sopra la seconda spalla.

L’obiettivo del modello è contrassegnato dalle due frecce verdi risultando uguale alla dimensione del pattern. Dopo la conferma di quest’ultimo il prezzo Eur/Usd inizia una tendenza al ribasso e nei quattordici periodi successivi alla rottura della linea del collo, l’azione condotta dal prezzo va a completare il target minimo.

Il trader si trova in questo momento di fronte ad un dilemma: chiudere l’operazione oppure mantenerla parzialmente aperta, nell’intento di ritagliarsi altro guadagno. Nel secondo caso occorre individuare prove proprio dall’azione condotta dal prezzo per capire il momento ideale per chiudere definitivamente la posizione.

Sul grafico, a rappresentare la trendline delegata a contrassegnare l’azione al ribasso del prezzo è quella gialla. Sin quando il suo livello viaggia sotto di essa si può tenere aperta la posizione. Che dovrebbe al contrario essere chiusa ove il prezzo dia luogo alla formazione di una candela sopra la stessa.

I nostri consigli per sfruttare il testa e spalle

Prima di provare ad aprire posizioni presso un broker con il testa e spalle trading, il nostro consiglio è di provare a individuare i mercati migliori per applicarlo. In effetti azioni, Forex, CFD o criptovalute non sono la stessa cosa e la performance di uno strumento tecnico può variare notevolmente, in ognuno di questi settori.

Se si intende utilizzarlo, si consiglia però di affiancarlo ad altri indicatori, in modo da avere probanti conferme. Sarebbe inoltre preferibile testare questo genere di trading con un conto demo messo a disposizione dai broker online. Proprio la demo rende possibile evitare di perdere soldi per semplice inesperienza.

Conclusioni

Nella nostra guida speriamo di essere riusciti a chiarire l’importanza del testa e spalle trading. Si tratta in effetti di uno strumento di analisi tecnica da tenere in conto. Padroneggiato al meglio, può rivelarsi di notevole aiuto su CFD o altro strumento finanziario. Usato con accortezza consente infatti di individuare le inversioni di trend, anticipando il mercato invece di subirlo. A patto, naturalmente, di non ritenerlo un oracolo.


Fabrizio foto

Fabrizio Mills | Operatore di borsa- Nato in una piccola città dell’Ohio si trasferisce in Italia all’età di 25 anni dopo aver conseguito un Bachelor in Finance presso l’Ohio State University. Ha inoltre conseguito un master alla Bocconi di Milano dove ha conosciuto Massimo.  Lavora oggi alla borsa di Milano come broker e dealer.