Comprare azioni Amplifon: la guida per investire in sicurezza

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.

Amplifon è una compagnia  leader in tutto il mondo per i dispositivi per l’udito e relativi accessori, è presente nei 4 continenti con 10.000 fra negozi (affiliati e non) e centri assistenza.

E’  fra le migliori aziende italiane che negli ultimi anni ha fatto registrare una crescita esponenziale del suo titolo azionario.

In questa guida forniremo tutte le informazioni, le analisi idonee e dettagliate atte ad analizzare la società nella sua completezza, in modo da poter comprare azioni Amplifon in assuluta sicurezza.

La storia della società Amplifon

La storia del grande gruppo ha inizio nel lontano 1950 nella città di Milano, quando un ex ufficiale dell’esercito inglese di nome Algernon Charles Holland ebbe l’idea di aprire un’attività produttrice di apparecchi acustici.

L’idea nacque per aiutare a risolvere i numerosi problemi all’udito causati dalla guerra.

Oltre alla produzione l’idea di Holland comprendeva anche la commercializzazione in apparecchi acustici.

In breve tempo Holland, con la collaborazioni di molti medici otorini, aprì negozi di vendita in tutta Italia e diventando in poco tempo una società leader del settore.

Un anno molto importante per Amplifon fu il 1971 quando venne fondato il Centro Ricerche e Studi Amplifon, un centro all’avanguardia per la progettazione e per la realizzazione di strumenti acustici.

Negli anni ’70 nascono anche le prime succursali e i primi store del gruppo Amplifon in Europa.

Mentre ad inizio 2000 si assiste anche all’entrata nel mercato americano con i primi negozi e succursali di produzione dei dispositivi acustici.

Nel 2001 il gruppo Amplifon fa propria entrata nella Borsa di Milano nell’ Indice FTSE MIB e nell’indice FTSE Italia Star on il Codice Isin IT0004056880.

Attualmente la compagnia detiene una quota pari all’11% a livello mondiale, ed è presente in ben 30 paesi del mondo ed ha circa 20 mila dipendenti a suo carico.

Il suo CEO e fondatore si chiama Enrico Vita mentre il Presidente della società si chiama Susan Holland.

L’azione maggiore del gruppo Amplifon è Ampliter S.r.l., che fa capo alla famiglia fondatrice di Amplifon che detiene circa il 43% di Amplifon; ecco la precisa ripartizione del tutto:

  • 42,2% Ampliter srl
  • 53,6% investitori istituzionali italiani ed esteri (soprattutto americani)
  • 3,3% Tamburi Investiment Partners
  • 0,9% azioni proprie

Dove comprare azioni Amplifon

Per comprare azioni Amplifon ci sono due differenti modalità che vi spiegheremo di seguito:
  1. La prima è quella di acquistarle tramite la banca
  2. La seconda è quella di acquistarle tramite contrattazioni online.

I due metodi di acquisto presentano diverse differenze tra loro; di seguito andremo ad analizzarli entrambi in modo dettagliato ed evidenziarne le caratteristiche.

Come comprare azioni Amplifon

Andiamo quindi ad analizzare come comprare tramite un istituto bancario.

Per fare investimenti tramite banca bisogna essere innanzitutto correntisti della banca e non è possibile farlo in modo gratuito e successivamente richiedere l’apertura di un deposito bancario.

Dopo l'apertura del conto bancario sarà possibile comprare azioni Amplifon, in questo caso l'investitore ha due tipi di opzioni per acquistare:
  1. La prima è: acquistarle in modo totalmente autonomo con il sito web .com che la banca mette a disposizioni per l’acquisto e la cessione.
  2. La seconda: l’investitore può incaricare un consulente finanziario della banca a operare a suo nome.

Se l’investitore ha molta esperienza o è un professionista in materia ha la possibilità quindi di contrattare da solo in Borsa.

Se invece è un investitore alle prime armi e non vuole correre rischi è un ottimo consiglio quello di farsi seguire da un consulente esperto, oppure autorizzare direttamente un consulente a trattare valori azionari al proprio posto.

Ora andremo invece ad analizzare in modo dettagliato come acquistare in rete.

In questo caso la prima cosa da fare è quella di scegliere una delle tante piattaforme presenti online o comunque sul web e registrarsi ad essa con propri dati personali, come nome, cognome.

L'acquisto sul web ha fatto si che aumentasse di molto il numero di investitori per due principali motivi:
  • la semplicità d’uso delle piattaforme sul web
  • non c’è bisogno di grandi capitali

Trading online: come comprare azioni Amplifon

ll primo modo è agire in modo totalmente autonomo e comprare,  l’investitore manda un ordine di acquisto alla piattaforma che è l’intermediario tra l’investitore e le borse.

Un’altra opzione è quella di farsi seguire e consigliare da consulenti specializzati in finanza che operano tramite internet di contrattazioni titoli prescelta.

Esiste anche la possibilità di fare investimenti in valori azionari ma senza acquistarli, ciò è possibile tramite i CFD (i cosiddetti Contratti per differenza, Contract for Difference).

Essi si chiamano cosi perché l’eventuale profitto o l’eventuale perdita dipende dalla differenza  tra quando sono state comprate e quando il contratto è scaduto.

Con i CFD esistono due strategie di investimento, infatti operando con essi è possibile aprire una posizione di acquisto oppure di cessione.

Se l’azione Amplifon aumenta il guadagnano  coloro che hanno aperto la posizione di acquisto, mentre se il titolo scende guadagnano coloro che hanno aperto una posizione di cessione.

Tra banche e le operazioni borsistiche tramite il web la prima grande differenza sono i costi, infatti i costi delle commissioni delle banche sono molto alti, anzi sono quelli più alti presenti nell’ambito della compravendita borsistica.

Inoltre le funzionalità operative che la banca offre all’investitore sono molto meno numerose rispetto a quelle offerte dal web di investimento.

Scegliere il miglior broker

Il broker è l’intermediario tra l’investitore e le piazze finanziarie, è una figura che è legalmente autorizzata ad operare in Borsa e quindi compra e vende su ordine dell’investitore.

Sul web esistono molte compagnie di brokeraggio e bisogna valutare alcuni aspetti prima di sceglierne una; il primo e fondamentale aspetto da valutare è la regolamentazione.

Bisogna scegliere solo quelli in possesso di regolare licenza Cysec come per esempio eToro.

Le altre caratteristiche di cui tener in considerazione sono:
  • le commissioni applicate;
  • facilità d’uso del sito;
  • la presenza di un app per dispositivi mobili per poter trattare in qualunque posto e in qualunque momento;
  • la quota minima richiesto per l’apertura del c/c e l’eventuale versamento dei versamenti successivi al primo;
  • presenza di strumenti avanzati;
  • presenza di un c/c demo gratuito, soprattutto per i non professionisti e per chi è alle prime armi.

Queste sono le caratteristiche principali da tenere conto quando si sceglie una compagnia.

Poi ne esistono altre molto più soggettive, come per esempio
  • l’assistenza in lingua italiana;
  • la presenza o meno di consulenti finanziari messi a disposizione dalla piattaforma.

Aprire un account di trading

Aprire un account per comprare azioni Amplifon è un’operazione molto semplice, veloce e alla portata di chiunque, basta avere solo un minimo di conoscenza del mondo Internet, e dei dispositivi informatici come il PC oppure tablet.

Per aprire il proprio account basta andare sul sito della piattaforma .com scelta, e registrarsi tramite la compilazione di un form nel quale si immettono i propri dati personali.

Inoltre va allegato un valido documento d’identità che serve a confermare l’apertura dell’account.

Al momento dell’apertura bisogna indicare il metodo che si utilizzerà per depositare e prelevare denaro, ciò è imposto dalla regolamentazione europea sul riciclaggio.

Dopo l’apertura bisogna effettuare un primo versamento per poter iniziare a fare investimenti in, criptovalute, Forex, materie prime, EFT, etc.

Ricordiamo che molte piattaforme danno anche la possibilità di aprire un deposito demo gratis, come per esempio eToro.

Un conto demo che è perfetto per conoscere il funzionamento del sito di brokeraggio .com e per prendere confidenza con gli strumenti messi a disposizione.

Definire un budget di investimento e depositare denaro

Prima di iniziare a trattare e comprare azioni Amplifon bisogna definire il budget massimo che siamo disposti ad usare.

Facciamo presente che molte piattaforme di operazioni borsistiche che sono online hanno un versamento per aprire account e conto, come esempio eToro.

La presenza di un eventuale versamento è un’ulteriore valutazione da fare prima di scegliere la compagnia con cui si andrà ad operare.

Per depositare soldi ci sono diverse possibilità elenchiamo i vari punti:
  • prima possibilità: bonifico bancario
  • seconda possibilità: carte di credito American Express, MasterCard e Visa
  • terza possibilità: portafogli elettronici come per esempio Neteller, Paysafecard e Skrill.

Per i vari deposti l’accredito è immediato tranne per il l’accantonamento tramite bonifico bancario che ha bisogno dei tempi tecnici della banca.

Riguardo alla somma di denaro da versare ogni broker potrebbe avere un proprio deposito minimo, e in alcuni casi l’accantonamento varia anche al variare del metodo scelto per il versamento. Tutte le condizioni possono essere verificate sul contratto stipulato.

Acquistare azioni Amplifon

Acquistare un titolo finanziario di una società quotata in Borsa significa speculare sul suo costo di acquisto e sul suo costo di cessione.

Per produrre un profitto c’è bisogno quindi che i valori delle azioni Amplifon siano più alti al momento della cessione rispetto al momento dell’acquisto, e questa differenza di costo rappresenta il profitto dell’investitore al netto delle commissioni.

Per comprare azioni Amplifon ci sono diversi modi, farlo tramite banca o tramite degli broker e piattaforma web, inoltre la trattazione e compravendita dei titoli potrebbe essere fatta in modo indipendente oppure con l’aiuto di un consulente finanziario.

Quando si sceglie l’intervento di un consulente bisogna prendere in considerazione anche i costi di quest’ultimo, e di solito questo costo è calcolato in percentuale al guadagno ottenuto sulla speculazione fatta sui titoli azionari scelti.

Ricordiamo che anche se si opera in modo indipendente, il trader (cioè l’investitore) non è mai lui in prima persona a contrattare.

Il trader dà ordine alla banca di operare sui mercati; infatti la banca è autorizzata a operare sui mercati finanziari per conto terzi.

In cosa dipende la scelta di contrattare in modo autonomo oppure tramite consulente?

Dall’esperienza e dalla conoscenza del mondo finanziario e dalla conoscenza dei titoli che si vogliono contrattare.

Ricordiamo che le piattaforme di trading mettono a disposizione gli investitori diversi strumenti di analisi, serie storiche e grafici di ogni i titoli finanziari presenti in Borsa.

Ora vediamo in pratica come acquistare azioni Amplifon.

Basta decidere la quantità desiderata e mandare degli ordini di acquisto al broker che si occuperà dell’acquisto. e ovviamente pagare il costo in base alla quotazione azioni Amplifon al momento dell’acquisto.

E se invece si vuole fare i propri investimenti in azioni Amplifon ma senza acquistarle?

In questo caso è possibile ricorrere all’investimento con CFD dove si specula sulle azioni Amplifon ma senza acquistarle.

Questo investimento è un contratto in strumenti derivati, in base al quale viene scambiata la differenza di valore maturata tra il momento di apertura e la chiusura del contratto. Per operare con CFD c’è bisogno di sito web di investimento operante in rete.

Broker
Caratteristiche
Voto
Apri un Conto demo
5/5

5/5

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.

4.7/5

4.8/5

4.6/5

4.6/5

4.4/5

4.4/5

76.4% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
 
4.2/5

4.2/5

Opinioni: vale la pena investire in azioni Amplifon?

Amplifon è una leader nel mondo del campo dei dispositivi acustici, ed è una delle ambite aziende italiane in continua crescita.

Quindi secondo la nostra opinione, è una realtà industriale sulla quale concentrarsi.

Inoltre facciamo presente che il mondo dei dispositivi acustici non risente particolarmente di eventuali crisi economiche, come quasi tutti i prodotti del reparto salute.

In più l’ambito di progettazione è in costante e grande crescita poiché segue l’aumento della vita media, visto che la maggioranza dei clienti di Amplifon sono le persone in età avanzate.

Per questi motivi, l’ascesa è più che probabile che continui in modo costante. Il target price del titolo è molto difficile da prevedere visto che il valore è in continua salita da diverso tempo e segna nuovi massimi in continuazione.

Dividendi azioni Amplifon

Il dividendo del 2021 è stato di 0,22 centesimi di €. I dividendi della società Amplifon S.P.A. sono stati in aumento crescente da 10 anni. Questo aumento dei dividendi è collegato con la crescita di utili della società.

L’aumento dei dividendi significa ovviamente anche aumento del guadagno per tutti gli investitori.

Evoluzione e previsione azioni Amplifon

La multinazionale è in continua crescita ed è leader nel bel paese, ma anche in diversi altri paesi europei come Svizzera e Olanda.

Parliamo in definitiva di un buon investimento da inserire in un portafoglio ben differenziato.

Un altro punto a favole di una continua evoluzione positiva è il potere di negoziazione presso i fornitori.

La sua notorietà globale permette di negoziare con i suoi fornitori e quindi ha la possibilità di acquistare il materiale di produzione ad un prezzo inferiore rispetto ai suoi concorrenti.

Un prezzo inferiore di materia prima significa abbattere i costi di produzione, e quindi tenere più bassi i prezzi senza rinunciare alla qualità che contraddistingue questa azienda.

L’azione che valeva 10 euro nel 2017, raddoppia nel 2018 e a inizio del 2020 supera la quotazione dei 30 euro.

Dopo un ribasso dovuto alla crisi globale da Covid che lo porta addirittura a 16 euro nel marzo 2020, nel febbraio del 2021 tocca i 37 euro superando pienamente la crisi da Covid e riprendo la sua crescita.

Altre informazioni importanti da sapere

Per poter procedere in sicurezza è utile conoscere altre importanti info che riguardano Amplifon spa.

Di seguito analizzeremo le aziende concorrenti e le varie acquisizioni che sono la base della sua espansione sul mercato, e  concluderemo con gli eventuali rischi che possono incorrere durante gli investimenti

Concorrenti di Amplifon

Essendo leader nel market di strumenti acustici, subisce la concorrenza di altre aziende operanti nella sua stessa area operativa.

Andiamo a vedere quali sono i competitors:
  • Audika, è il principale concorrente. Azienda con gli store anche in Spagna, Italia, Francia, Svezia e Svizzera. In totali sono 450.
  • Audio 2000, compagnia di prodotti acustici con discreto fatturato ma molto lontana dai numeri di Amplifon.
  • Entedre, compagnia francese con 300 store in Francia. Piccolo concorrente in terra francese.

I tre elencati sopra sono competitors attivi solo nel campo dei prodotti acustici, ma nella lista di competitors rientrano anche alcune aziende che producono non solo prodotti per l’udito ma anche per la vista.

Nella lista di competitors di Amplifon rientrano anche:
  • Krys
  • Alain Afflelou 
  • Optical center

Tra i tre elencati sopra, in verità solo la toscana Optical center potrebbe definirsi un vero concorrente per Amplifon, anche se attualmente molto lontana dai numeri del colosso Amplifon s.p.a.

Acquisizioni di Amplifon

Nel corso della sua storia ha acquisito diverse aziende del reparto apparecchi acustici, fino a diventare leader mondiale del campo di riferimento.

Di seguito riassumiamo le sue più importanti acquisizioni:
  • Gaes nel 2018: leader in Spagna nella progettazione dei dispositivi acustici e con buona presenza in molti paesi sudamericani tra i quali Argentina, Cile e Colombia.
  • MiniSom nel 2017: operante in Portogallo.
  • Medtechnica Orthophone nel 2017: leader in strumenti acustici in Israele.
  • Dilworth Hearing nel 2015: gruppo della Nuova Zelanda specializzata nelle cure diagnostiche e riabilitative dell’apparato uditivo.
  • MaxTone nel 2012:  che opera in Turchia con un gran numero dinegozi.
  • Beter Horen nel 2010: dell’Olanda specializzata nelle soluzioni per l’udito.
  • Miracle-Ear nel 1999: leader nel Nord America con 1200 negozi dislocati in Nord-America

Stabilità del mercato e rischi

La stabilità può essere teoricamente scossa da improvvisi avvenimenti a livello globale, come per esempio l’attuale crisi dovuta dal Covid.; mentre nel medio e lungo la stabilità di un mercato è molto più certa.

Per quanto riguarda i valori azionari si parla di due tipi di rischi differenti:
  • rischio specifico
  • rischio generico

Il rischio specifico potrebbe essere diminuito diversificando il proprio portafoglio azionario, in modo da recuperare eventuali perdite di un titolo con i guadagni di un altro.

Mentre il rischio generico dipende dalle normali fluttuazioni del market finanziario e da avvenimenti improvvisi e quindi è impossibile adottare strategie di prevenzione.

Caratteristiche principali

  • 🏆  Votato Migliori Broker
  • 📊  Social trading & Copy trading
  • 🔐  Massima Sicurezza
  • 📚  Molti corsi di formazione disponibili

10.000€

Conti Di Demo

200€

Deposito Minimo

30:1

Leva

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.

Conclusioni: i nostri consigli prima dell’acquisto

Parliamo di  un’azienda molto solida, leader nel mercato di riferimento ed è un ottima scelta per ricavare profitti operando nel mondo Borsistico; acquistare fin da oggi è un ottimo modo per ricavare profitti futuri.

Ovviamente prima di proseguire bisogna sempre analizzare i suoi eventuali punti di debolezza e soprattutto analizzare i suoi concorrenti.

Inoltre essendo una compagnia che produce vari prodotti sanitari è importante anche valutare la normativa nazionale inerente ai suoi prodotti.

Per esempio un rimborso sanitario dei dispositivi acustici produce molte più vendite, mentre una normativa opposta potrebbe abbassare le vendite.

Quindi il nostro consiglio del tutto gratuito è che prima di fare investimenti di tanti milioni in azioni Amplifon è buona norma monitorare tutte le info e le novità che la riguardano.

FAQ | Domande Frequenti

✅ Conviene investire sulle azioni Amplifon?

Sì, conviene. è una realtà industriale italiana in forte crescita con dati positivi e che sta espandendo a livello planetario. E con la fine delle restrizioni Covid, i loro negozi stanno riprendendo il loro normale volume di vendita. Comprare titoli fin da oggi è sicuramente un’ottima scelta a cui fare riferimento.

✅ È possibile comprare azioni Amplifon senza commissioni?

Scegliendo di trattare con un account sul web è possibile quindi abbassare o addirittura annullare le commissioni sull’acquisto.
Inoltre è possibile fare investimenti in CFD senza commissioni, un’ opzione di investimento data da diverse compagnie che operano in rete in questo settore.

✅ È un’industria promettente?

Senza alcun dubbio, è una delle migliori aziende italiane ma anche azienda leader nel mondo con una crescita continua nei mesi. Il suo utile netto nel 2019, è stato 132,7 milioni di euro, pari ad aumento del 24% rispetto all’anno precedente.

✅ Dovresti aspettare a comprare azioni Amplifon?

No, poiché  è in continua crescita e quindi è un investimento che può dare profitti anche nel breve termine. Oltre al profitto dato dall’aumento, ci possono essere ottimi guadagni anche con il suo dividendo annuale. Acquistare oggi significa ricavare profitti nei prossimi mesi.


Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.

Sei interessato a comprare azioni? Scopri le nostre guide dettagliate:

Azioni Amazon | Azioni Alibaba | Azioni AppleAzioni Tesla | Azioni Ferrari | Azioni Facebook | Azioni Juventus | Azioni Eni | Azioni PfizerAzioni Netflix | Azioni Italgas | Azioni Google | Azioni Uber | Azioni Starbucks | Azioni Sony | Azioni Poste Italiane | Azioni Enel | Azioni Generali | Azioni Samsung | Azioni Microsoft | Azioni Pirelli | Azioni Xiaomi