Comprare Azioni McDonald: Come fare trading con il re dei fast food?

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.

Vuoi sapere come comprare azioni McDonald e dove farlo? Ti interessa conoscere tutti i dettagli su dove e come investire sul re dei fast food? Questa guida è stata scritta apposta per rispondere a queste e tante altre domande su come trasformare questa azienda in una fonte di guadagno anche per i piccoli investitori, così da trasformarli da probabili clienti in trader capaci di sfruttare il successo di questo brand.

Si tratta di un altro passo ancora nella generale scoperta sul come comprare azioni di aziende potenti e famose così da aumentare le proprie possibilità di successo nel trading.

Scopriamolo!

Storia e presentazione dell’azienda

McDonald

(MCD)

Stato:Stati Uniti d’America usa bandiera
Fondazione:1940
Sede:Chicago, Illinois (USA)
Settore:Alimentare
Mercato:NYSE
Quotazione:1965
Borse valori:MCD
Codice Isin:US5801351017

L’inizio della storia di McDonald’s risale al 1937, anno in cui Dick e Mac McDonald hanno inaugurato un piccolo chiosco per vendere hot dog ad Arcadia in California poi seguito nel 1940 dal primo ristorante vero e proprio, questa volta a San Bernardino, chiamato “McDonald’s Bar-B-Q” ed è questo il vero progenitore della famosa catena che tutti conosciamo.

Per muovere il primo passo verso uno dei franchise più famosi di sempre bisogna però aspettare il 1955 con la fondazione della McDonald’s Systems Inc poi diventata la popolare McDonald’s Corporation, fondazione dovuta al rappresentante di frullatori Ray Kroc che ha l’idea di trasformare il ristorante appunto in un franchising capace di diffondere esponenzialmente il marchio all’interno degli Stati Uniti.

L’inizio del franchise

Il secondo passo, primo per il franchise, passa attraverso la vendita del marchio da parte dei fratelli McDonald proprio a favore di Kroc, che cedono sia brand che ristorate per “soli” 2,7 milioni di dollari: è così che nel 1955 apre il primo vero e proprio McDonald’s per come lo conosciamo oggi.  La crescita è tale che nel 1965 la McDonald’s Corporation diventa una public company quotata al NYSE mentre nel 1967 a Richmond, in Canada, arriva poi l’apertura del primo ristorante fuori dagli USA, seguito nel 1971 da quella del primo in Europa, più precisamente a Zaandam in Olanda.

La storia dell’azienda prosegue moltiplicando il numero di filiali e raggiungendo decine e decine di Paesi di tutto il mondo diventano uno dei marchi più conosciuti sul pianeta e vivendo un momento di boom totale soprattutto tra gli anni ’80 ed i ’90, quando la “cultura del fast food” diventa simbolo del consumismo  in tutto il mondo occidentale.

Gli anni 2000

Si arriva fino al 2006 per vedere una prima flessione nella crescita dei McDonald’s almeno in Europa, vedendo la chiusura di 25 ristoranti in Gran Bretagna a causa della mancanza di clienti e proseguita nei due anni successivi portando ad un rallentamento nell’incalzante opera di apertura di nuovi punti vendita. Sempre nel 2006 si registra anche la perdita del contratto da un miliardo di dollari con la Walt Disney Company che era in vigore da ormai undici anni e che permetteva a MCDs di utilizzarne i personaggi nelle sue campagne di marketing.

Per stare al passo con i tempi nel 2012 viene aperto il primo fast food completamente vegetariano in India, una vera e propria svolta culturale mirata ad includere nella clientela anche il pubblico induista, musulmano e chiunque per necessità o convinzione non voleva consumare prodotti animali: un percorso di nuova crescita che porta, questo nel 2018, a far stipulare un nuovo contratto di marketing con la Walt Diseny Company.

Ad oggi la McDonald’s Corporation conta quasi 39.000 punti vendita distribuiti in 122 Paesi del mondo facendo registrare la propria presenza in tutti i continenti esclusi Artie ed Antartide.

Dove comprare Azioni McDonald?

Passando subito ad un aspetto pratico fondamentale andiamo subito a scoprire dove comprare azioni McDonald, un acquisto che può avvenire in modo differente sia in virtù di quelle che sono le nostre esigenze che di quelle che naturalmente sono le nostre possibilità.

Quali sono i più comuni canali di vendita? Sono tre e si tratta delle agenzie di trading, delle banche e dei broker di trading online: ovvero tre metodi differenti con altrettanto differenti “vizi e virtù” che adesso andremo a spiegare nel dettaglio così da permetterti di capire subito quale sia il metodo più adatto per te.

Acquistarle attraverso le agenzie di trading

La possibilità più tipica per l’acquisto di uno stock azionario è senza dubbio quella rappresentata dalle agenzie di trading private nelle quali affidare i propri fondi di investimento a dei broker incaricati di farli fruttare il più possibile, questo anche dando esplicito mandato di inserire le azioni McDonald nel nostro portafoglio di investimento.

Il vantaggio di questa opzione è naturalmente nella preparazione e nella professionalità di queste realtà finanziarie, ma lo svantaggio è che normalmente trattano dei fondi di investimento molto consistenti senza accettare (o comunque lasciando in secondo piano) quelli più contenuti tipici dei piccoli investitori.

Acquistarle attraverso le banche

Un’altra possibilità per comprare azioni McDonald sta nel farlo in banca utilizzando i servizi di trading che tutti gli istituti bancari più importanti come Intesa Sanpaolo o Unicredit mettono a disposizione dei propri correntisti o di chiunque voglia utilizzarli per far fruttare i propri fondi di investimento: un’opzione un’altra volta ancora molto valida in fatto di qualità, ma non immune da difetti.

Se infatti rappresenta un modo per procedere in investimenti tutelati dalla supervisore di trader professionisti, parliamo in qualsiasi caso di un servizio che ricarica commissioni consistenti senza lasciarci all’investitore troppa libertà di controllo.

Acquistarle attraverso i broker di trading online

I broker di trading online offrono un modo completamente diverso per acquistare azioni McDonald, questo perché attraverso i loro prodotti come ad esempio i CFD permettono di operare su opzioni legate all’andamento di questi titoli senza doverli propriamente acquistare andando incontro ad investimenti onerosi.

Si tratta della possibilità maggiormente in crescita soprattutto tra i piccoli investitori visto che permette di muoversi in modo autonomo speculando anche sulle più piccole oscillazioni di mercato ed ottenendo un risultato immediato senza dover aspettare gli utili ricavati dalla vendita delle azioni una volta che crescono di valore (o di andare incontro a perdite se i titoli invece vanno al ribasso).

Come comprare Azioni McDonald?

Considerando che il trading online attraverso i migliori broker rappresenta la possibilità più concreta, immediatamente remunerativa e meno rischiosa per i piccoli investitori, vogliamo approfondirla ulteriormente per spiegarla nel dettaglio con una breve guida step by step.

Questo ricordando che non implica l’acquisto di titoli in senso stretto, ma che si basa sull’acquisto di opzioni che permette di speculare sull’andamento delle quotazioni azioni McDonald sia che se ne preveda un rialzo che un ribasso, questo muovendosi tanto sul lungo quanto sul medio e breve termine.

Scopriamo come si fa partendo dal principio, ovvero la scelta stessa del broker che più pensiamo fare al caso nostro.

Scegliere il broker adatto

La scelta del broker più adatto a noi al fine di operare sulle azioni McDonald dipende da una serie di dettagli pratici che potrebbero o meno rivelarsi importanti in base a quelle che sono le nostre esigenze specifiche.

Potremmo sceglierlo in funzione delle garanzie di sicurezza che offre ai trader (come ad esempio una licenza CySEC, FCA o MiFID) o magari alla disponibilità di un conto demo così come all’entità dei depositi minimi richiesti, in qualsiasi caso ti suggeriamo di approfondirne vari prima di sceglierne uno ed a questo fine tutte le recensioni presenti sul nostro sito si riveleranno una risorsa assolutamente preziosa.

I broker che più siamo soliti suggerire tanto ai neofiti quanto ai trader esperti sono eToro, Obrinvest, Avatrade e Plus500, ma comunque ne esistono anche tanti altri di grande qualità.

Aprire un account di trading

L’apertura di un conto di trading è il passo immediatamente successivo alla scelta del broker ed è un passo che non richiede più che qualche minuto: tutto quello che serve è la compilazione di un form nel quale riportare la propria anagrafica principale e la scelta di un metodo di pagamento tra quelli supportati così da poter procedere nelle operazioni di deposito e di prelievo dei fondi di investimento.

Definire un budget di investimento e depositare denaro

Un momento di fondamentale importanza è quello della definizione del proprio budget di investimento, una scelta da fare con oculatezza e sensibilità in modo da poter fare il proprio trading in modo completo e profittevole senza però esporsi troppo mettendo così a rischio la propria salute economica.

Una volta stabilito questo budget bisogna poi versarlo sul proprio conto, operazione che permette da quel momento in poi di avere un conto attivo capace di farci immediatamente muovere i primi investimenti.

Acquistare Azioni McDonald

Quando il conto risulta finalmente operativo sulla base dei fondi versati arriva quindi il momento di passare agli investimenti veri e propri: ovvero il momento di scegliere un prodotto di trading come i CFD per poi selezionare le azioni McDonald come asset di riferimento su cui operare.

Come abbiamo detto questa tipologia di trading si basa sul prevedere quali saranno le evoluzioni del valore del titolo nell’arco di un periodo di tempo che saremo sempre noi a stabilire ed, una volta fatta la nostra scelta, non resta che confermarla per poi attenderne l’esito: se trascorso il tempo stabilito la nostra previsione viene confermata andiamo incontro ad un trading vincente, se invece si rivela sbagliata ci ritroveremo davanti ad un investimento a perdere.

Broker
Caratteristiche
Voto
Apri un Conto demo
5/5

5/5

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.

4.9/5

4.9/5

76.4% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
 
4.8/5

4.8/5

4.6/5

4.6/5

4.5/5

4.5/5

Opinioni: Vale la pena investire in Azioni McDonald?

Se ti stai chiedendo se comprare azioni McDonald rappresenti una possibilità pratica intelligente o sia solamente una “suggestione” dovuta all’inequivocabile forza di un marchio tra i più conosciuti sul pianeta, quello che possiamo dire è che si tratta di un titolo molto valido sul piano pratico, soprattutto grazie alla continua crescita del suo valore nel tempo.

Il trend di questi titoli è in positivo da moltissimo tempo ed il loro valore è assolutamente aumentato, il che chiaramente è da una parte molto rassicurante, ma dall’altra rende l’acquisto di uno stock azionario ben più oneroso di quanto lo fosse in passato.

Un’aspetto questo che potrebbe scoraggiare i piccoli investitori ma che può in qualche modo venire bypassato attraverso la scelta del trading online attraverso CFD: un metodo per sfruttarne sia i piccoli rally facendo investimenti a breve termine che il generale andamento positivo in quelli invece a lungo termine.

Dividendi Azioni McDonald

Un possibile metodo di guadagno attraverso le azioni McDonald sono anche i loro dividenti, che vengono pagati regolarmente ogni tre mesi e che si dimostrano piuttosto stabili nel loro andamento.

Nell’arco degli ultimi due anni il loro rendimento è stato compreso tra il 2,12% ed il 2,70% portando a dividendi tra $ 1,25 e $ 1,38 per ciascuna azione, un trend per altro in crescita rispetto agli anni precedenti: un’altra prova ancora relativamente allo stato di salute dell’azienda e dei suoi titoli, tanto che i dividendi pagano circa il 50% in più rispetto a quanto non facessero 4/5 anni fa.

Evoluzioni e previsione Azioni McDonald

A prescindere da alcuni sbalzi “fisiologici” il valore azioni McDonald stanno vivendo un trend di continua crescita da ormai più di tre decenni, questo anche grazie alle enormi azioni di marketing dell’azienda ed alla sua capacità di stare sempre molto bene al passo con i tempi: caratteristica questa che naturalmente lascia pensare altrettanto bene in futuro.

Difficile prevedere quali saranno le evoluzioni dell’azienda, ma possiamo immaginare che grazie a questa crescita verranno ulteriormente rinforzate quelle politiche commerciali che si stanno rivelando sicuramente vincenti, il che dovrebbe chiaramente portare ad proseguimento del trend positivo.

Non vediamo particolari rischi all’orizzonte, sia perché non si segnalano specifici motivi per paventarne che per la capacità della McDonald’s Corporation di far fronte ai momenti di arresto della sua crescita trovando soluzioni capaci di rilanciarla in modo sempre convincente.

Altre informazioni importanti da sapere

Per completare tutte le informazioni che ti abbiamo appena dato è ora adesso il momento di riportarne delle altre altrettanto fondamentali da conoscere prima di decidere una volta per tutte se procedere o meno in questa tipologia di investimento: paliamo dei concorrenti di McDonald’s, delle acquisizioni che l’azienda ha fatto nell’arco degli anni e delle valutazioni sulla stabilità del suo mercato e degli eventuali rischi che potrebbe correre, ovvero tutti elementi che potrebbero modificare il valore azioni McDonald e che vanno quindi conosciuti in anticipo.

Scopriamoli subito andando con ordine.

Concorrenti di McDonald

Cominciamo subito con lo stabilire quali siano i competitors diretti di McDonalds, quelle aziende capaci di minacciarne la forza o in qualsiasi caso di proporsi come concorrenti in un mercato, quello dei fast food, che sembra quasi essere sinonimo stesso della multinazionale americana.

Di quali aziende parliamo? Ecco qui i nomi più importanti:

  • KFC: acronimo di Kentucky Fried Chicken, fondato nel 1930 e specializzato in pollo, conta più di 20.000 punti vendita in 120 Paesi nel mondo.
  • Burger King: fondato nel 1953 e diretto concorrente di McDs per prodotti, conta più di 15.000 punti vendita in 100 Paesi nel mondo.
  • Subway: fondato nel 1965 e specializzato in sandwiches, conta più di 45.000 punti vendita in 110 Paesi nel mondo.
  • Starbucks: fondato nel 1971 e specializzato in caffetteria,conta più di 23.000 punti vendita in 90 Paesi nel mondo.
  • Pizza Hut: fondato nel 1958 e specializzato in pizza, conta più di 16.000 punti vendita in 85 Paesi nel mondo.
  • Domino’s: fondato nel 1960 e specializzato in pizza, conta più di 13.000 punti vendita in 55 Paesi nel mondo.
  • Dunkin’ Donuts: fondato nel 1950 e specializzato in ciambelle, conta più di 12.000 punti vendita in 35 Paesi nel mondo.
  • Wendy’s: fondato nel 1969  e diretto concorrente di McDs per prodotti, conta più di 6.500 punti vendita in 30 Paesi nel mondo.
  • Taco Bell: fondato nel 1962 e specializzato in cucina messicana,  conta più di 7.000 punti vendita in 25 Paesi nel mondo.

Acquisizioni di McDonald

Nell’arco di una storia lunga più di 80 anni che ha dato vita ad una delle più grandi multinazionali della storia le acquisizioni di altre aziende da parte di McDonald’s sono ovviamente state centinaia e sarebbe a dir poco dispersivo elencarle tutte quante, così abbiamo deciso di riportare solo le più importanti avvenute nell’ultimo ventennio per poi approfondirne brevemente una molto significativa sul mercato italiano.

Ecco le principali acquisizioni dal 1998 ad oggi:

  • Chipotle, 1998
  • Donato’s Pizza, 1999
  • Boston Market, 2000
  • Redbox, 2005
  • Restaurant Technology Services, 2012

Ma l’acquisizione più significativa sul mercato italiana è datata 1995 quando ha acquistato Burghy, il primo fast food 100% made in Italy inaugurato nel 1981: un’accordo con Cremonini SpA, proprietaria di Burghy, che ha garantito al colosso americano l’acquisizione di 96 ristoranti lungo tutto il territorio italiano in cambio della fornitura di carni per tutti i subentranti McDs.

Stabilità del mercato e rischi

Quello delle azioni McDonald può essere considerato un mercato stabile abbastanza consolidato da risultare immune da particolari rischi, questo per due principali ragioni: la prima, più generale, è che si tratta di una categoria merceologica ancora molto forte al giorno d’oggi, la seconda è invece più legata al brand, che ha già più volte dimostrato di sapersi evolvere molto bene per rimanere al passo con i tempi che corrono.

McDonald’s ha saputo sempre rispondere con i fatti alle critiche ricevute, basti pensare alle polemiche sui fatti nutrizionali dei suoi prodotti che hanno portato alla diffusione di pietanze più leggere, o a quelle legate al suo impatto ambientale a cui ha risposto con in restyling totale dei packaging e dei punti vendita stessi, oppure ancora alle crescenti correnti vegetariane e che hanno portato all’apertura di punti vendita che non contemplano prodotti animali così da includere anche chi non vuole o non può mangiare carne nel bacino d’utenza.

Caratteristiche principali

  • 🏆  Votato Migliori Broker
  • 📊  Social trading & Copy trading
  • 🔐  Massima Sicurezza
  • 📚  Molti corsi di formazione disponibili

10.000€

Conti Di Demo

200€

Deposito Minimo

30:1

Leva

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.

Conclusioni: i nostri consigli prima dell’acquisto

Concludiamo così questa guida sul come e dove comprare azioni McDonald, un approfondimento nel quale è possibile trovare tanto queste quanto tutte le altre informazioni fondamentali per chiunque sia in qualche modo interessato ad includere il colosso dei fast food nel proprio portafoglio di trading, che sia attraverso l’acquisto di uno stock azionario o che sia utilizzandolo come asset per il proprio trading online in CFD attraverso i migliori broker sul mercato.

Una possibilità che ti suggeriamo di approfondire ulteriormente proprio perché molto valida e potenzialmente capace di aggiungere nuove frecce al tuo arco per fare investimenti vincenti e soddisfacenti.

FAQ | Domande Frequenti

✅ Conviene investire sulle Azioni McDonald?

Sicuramente sì, le azioni McDonald oltre a rappresentare un asset importantissimo nel mondo dei titoli alimentari è anche una tipologia di azioni molto “vivace” che ben si concilia soprattutto con le dinamiche del trading online con CFD proposto dai migliori broker sul mercato e questo è senza dubbio un aspetto interessante di cui tenere assolutamente conto quando cerchiamo nuove realtà da inserire nel nostro portafoglio d’investimento.

✅ È possibile comprare Azioni McDonald senza commissioni?

Comprare azioni McDonald senza pagare commissioni è assolutamente possibile ma è un’opzione percorribile solo facendo trading online con i migliori broker sul mercato, questo perché l’acquisto di stock azionari veri e propri, che sia attraverso agenzie apposite o attraverso gli istituti bancari, sono invece soliti ricaricare commissioni anche piuttosto corpose per procedere in operazioni di questo genere, qualsiasi sia l’importo di riferimento investito.

✅ È un’industria promettente?

Più che un’industria promettete quella di McDonalds è una vera e propria certezza da ormai più di quarant’anni, soprattutto perché l’azienda, nonostante i grandi cambiamenti socioculturali intercorsi nel frattempo, è stata in grado di evolversi con nuove formule e nuovi prodotti così da mantenersi sempre al passo con i tempi così da rispondere alle esigenze contemporanee mantenendo sempre il suo grande ruolo di forza nel suo mercato.

✅ Dovresti aspettare a comprare Azioni McDonald?

Non c’è un vero motivo per temporeggiare nell’acquisto di azioni McDonald, questo perché parliamo di un marchio talmente consolidato che non necessita di un periodo di osservazione per poter convincere più di quanto non possa fare già adesso: una valutazione che ancora più risulta sensata quando intendiamo investire su questo titolo attraverso il trading online proposto da tutti i migliori broker sul mercato.


Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.

Sei interessato a comprare azioni? Scopri le nostre guide dettagliate:

Azioni Amazon | Azioni Alibaba | Azioni AppleAzioni Tesla | Azioni Facebook | Azioni Juventus | Azioni Eni | Azioni PfizerAzioni Netflix | Azioni Italgas | Azioni Google | Azioni Uber | Azioni Starbucks | Azioni Sony | Azioni Poste Italiane | Azioni Enel | Azioni AmplifonAzioni Generali | Azioni Samsung | Azioni Microsoft | Azioni Pirelli | Azioni Xiaomi