Investire in oro: la nostra guida dettagliata

Senza dubbio chiunque si occupi di trading sa che investire in oro sia una delle attività più importanti ed in qualche modo sicure, ma siamo davvero certi di sapere tutto quel che c’è da sapere a riguardo?

Gli investimenti in oro sono tra i modi più diffusi e sicuri riguardo a come investire soldi, però esistono diversi modi per farlo e diversi aspetti di cui tenere conto nel momento in cui lo facciamo, per questo abbiamo deciso di pubblicare questo approfondimento con la speranza che possa fugare qualsiasi dubbio.

Iniziamo subito questo piccolo grande viaggio nel mondo dell’oro.

L’oro, un metallo all’inizio dell’economia moderna

Da dove ha origine l’importanza dell’oro? Quando ha iniziato ad essere un valore economico diventando un punto di riferimento assoluto nell’arco dei secoli? Come si è arrivati all’importanza che oggi ricopre l’investire in oro?

La scoperta dell’oro risale a millenni fa, nel particolare la sua estrazione è datata 3.500 a.C ed è subito coincisa con il suo riconoscimento come metallo prezioso da utilizzare per monili, un’interpretazione che nel tempo non è mai cambiata e che ha portato a continui tentativi di estrazione che hanno visto aree come Africa, Stati Uniti, Russia ed Australia protagoniste di una continua attività utile a trovarne.

Ed è proprio parlando di estrazione che si inizia a comprendere meglio il valore dell’oro, perché parliamo di un metallo che non è presente in misura illimitata e del quale l’estrazione sta diventando sempre più complessa e costosa, il che naturalmente ha forti ripercussioni anche sul suo prezzo.

Nell’età bizantina l’oro ha cominciato a venire utilizzato per forgiare monete ed anche in epoca moderna ha avuto un ruolo fondamentale nel mercato monetario se consideriamo che fino all’inizio degli anni ’70 il valore delle monete nazionali era direttamente proporzionale all’entità delle riserve auree nelle casse di ciascun Paese, consuetudine che è cambiata proprio nel 1971 quando negli Stati Uniti ha smesso di venire applicata per regolare l’emissione di nuovi dollari.

Perché investire in oro?

Veniamo quindi alla prima domanda fondamentale, perché ha senso investire in oro? Come sempre nel mondo del trading le risposte sono molteplici, ma la più significativa è senza dubbio che l’oro rappresenta il bene di rifugio per antonomasia che ha la virtù di tutelare la ricchezza di un individuo anche nei momenti di grande cambiamento o grave instabilità del mercato.

Per avvalorare quel che appena scritto possiamo solo fare come esempio i periodi di guerra, che sono sempre coincisi con un’attività assolutamente frenetica per gli investimenti in oro, scelti proprio per preservare i capitali dal rischio di repentine perdite di valore grazie alla storica capacità di questo metallo di passare indenne attraverso a qualsiasi momento di cambiamento anche drastico.

La natura limitata dell’oro, che è un metallo prezioso la cui disponibilità è comunque destinata a terminare nel corso del tempo, porta implicitamente il suo valore a crescere costantemente senza scontrarsi con alcuna forma di inflazione, che sarebbe destinata a scuotere il mercato azionario lasciando però immutato quello dei metalli preziosi di cui l’oro è il massimo esempio.

Quando è il momento migliore per investire in oro?

Un’altra domanda fondamentale è quando sia meglio investire in oro, una domanda alla quale in realtà abbiamo già risposto almeno parzialmente: stando a tutto quel che abbiamo detto fino ad ora è tendenzialmente inverosimile (per non dire impossibile) trovarsi davanti ad un momento di un “crollo” del prezzo dell’oro tale da creare un’opportunità di convenienza particolare per acquistarne, quindi il momento in cui comprarlo non dipende tanto dalle sue fluttuazioni (che comunque ci sono, anche se mai “strabilianti”) quanto dalla situazione generale che si sta vivendo ed a cui si va incontro.

Per farvi degli esempi molto semplici e sicuramente chiari a tutti, i maggiori momenti di aumento del valore dell’oro negli ultimi vent’anni ci sono stati immediatamente dopo l’11 Settembre 2001, la grande crisi economica del 2008, la crisi del mercato azionario del 2018 e con la recente pandemia di Covid-19: una dimostrazione che il momento migliore per acquistare oro sia quello corrispondente (o meglio ancora immediatamente precedente, se le vostra analisi permettono di individuarlo) ai maggiori momenti di instabilità ed incertezza tanto economica quanto politica.

Ebbene sì, c’entra anche la politica, basti pensare che alcune impennate di transazioni d’acquisto di oro si hanno anche laddove vengono a crearsi delle situazioni di sfiducia verso governi incapaci di dare garanzie dal punto di vista dell’andamento economico di un Paese.

uomo d'affari

Come investire in oro?

Veniamo quindi al punto centrale di questo nostro approfondimento: quali sono i modi per investire in oro oggi come oggi?

Sottolineare “oggi come oggi” è importante, perché in questo momento la tentazione di un investimento in oro trova qualche opportunità in più rispetto al passato, quando era possibile farlo esclusivamente attraverso l’acquisto di oro fisico sotto forma di lingotti, manufatti o monete.

Anche oggi l’acquisto fisico dell’oro continua ad avere la sua fondamentale importanza, ma diciamo che si sono aggiunte anche altre frecce all’arco degli investitori, questo grazie alla finanza che permette di operare con questo metallo anche sotto forma di asset finanziario utilizzando ETF e soprattutto CFD.

Ma tempo al tempo, iniziamo tanto per cominciare a scoprire qualche dettaglio in più relativamente all’acquisto di oro fisico, che continua ad essere una forma di trading ormai “dall’alba dei tempi” e che oggi come oggi gode di alcuni vantaggi come per esempio l’esenzione dalla tassazione IVA.

Dove acquistarlo? In banca o presso operatori specializzati facendo affidamento solo ed esclusivamente a realtà autorizzate e controllate dalla Banca d’Italia che, giusto per sottolinearlo, lo vendono ad un prezzo leggermente più alto rispetto a quello ufficiale di mercato. Esistono anche delle alternative online come ad esempio Bullionvault, un sito dove è possibile acquistare oro ed argento a prezzi molto vantaggiosi e che propone al contempo anche un servizio di custodia che permette di lasciare l’oro presso i loro stessi caveux.

Sotto quale forma acquistarlo? Le principali possibilità sono le stesse due da secoli e secoli, lingotti d’oro e monete, due opzioni che descriveremo qui di seguito:

  • Lingotti d’oro: è la forma più classica per l’acquisto di oro in quantità consistente ed offre la massima qualità in fatto di purezza del metallo, che normalmente si attesta di 999,9 millesimi. I lingotti più comunemente utilizzati per gli investimenti sono quelli da 100 grammi (al prezzo di più di 5.000,00 euro), quelli da 50 grammi (al prezzo di più di 2.500,00 euro) e quelli da 20 grammi (al prezzo di più di 1.000,00 euro).
  • Monete d’oro: sono il metodo per investire in oro più diffuso di sempre almeno tra le persone comuni anche se risultano comunque meno pure dei lingotti. Ne esistono svariate, ma quelle più comunemente utilizzate dai trader (ed ottime a titolo esemplificativo) sono i $ 50,00 americani (33.93 g di peso alla purezza di 916.7 millesimi), il Krugerrand sudafricano (33.93 g di peso alla purezza di 916.7 millesimi), i 50 Pesos messicani (41,66 g di peso alla purezza di 900.0 millesimi), la Sterlina d’Oro inglese (7,98 g di peso alla purezza di 916.7 millesimi) ed i Marengo (6.45 g di peso alla purezza di 900.00 millesimi).

Come tutto anche l’acquisto di oro fisico ha sia vantaggi che svantaggi, ma a nostro parere almeno nel caso dei piccoli/medi investitori sono più i contro che i pro. In qualsiasi caso ecco a voi “vizi e virtù” di questa tipologia di investimento:

Vantaggi dell’acquisto di oro fisico:

  • E’ il bene di rifugio più sicuro in assoluto, capace di passare indenne attraverso guerre e gravi instabilità aumentando costantemente di valore.

Svantaggi dell’acquisto di oro fisico:

  • Va conservato, il che normalmente porta ad andare incontro a costi di deposito se decidiamo di tenerlo in banca o a rischi e costi di protezione quando decidiamo di custodirlo personalmente.
  • Quando vogliamo venderlo dobbiamo andare incontro a costi di servizio o ad un prezzo di vendita differente dal prezzo ufficiale, il che ci porta a dover ridimensionare il margine di profitto rispetto a quello nominale.
  • A seguito di quanto abbiamo appena detto, investire in oro fisico risulta conveniente solo a lungo o lunghissimo termine.

Investire in oro con le piattaforme di trading

ilustration broker

Ed eccoci quindi arrivare alla seconda possibilità, quella di investire in oro finanziario, ovvero fare trading non sul metallo ma sul suo valore, che come abbiamo visto è un asset finanziario che si comporta in modo del tutto unico in fatto di certezza di solidità e previsioni.

I veri referenti a cui affidarsi per investire in oro finanziario sono naturalmente i migliori broker di trading online capaci di offrirlo come asset, che poi sono quasi tutti: parliamo di un valore talmente importante da essere un vero e proprio punto di riferimento trattabile sia attraverso ETF (Exchange Traded Fund ) che ETC (Exchange Traded Commodity), ma soprattutto ai CFD (Contract For Difference) ovvero il prodotto finanziario più trattato in assoluto da trader di qualsiasi livello ed esperienza, questo grazie alla comodità ed all’immediatezza che rappresenta.

Cosa significa tutto questo? Significa che non ci troveremo ad acquistare dell’oro, ma a speculare su di una replica del suo valore, il che naturalmente offre la possibilità di concretizzare degli utili molto più rapidamente di come sarebbe attraverso un investimento in oro fisico e senza andare incontro a nessuno dei relativi svantaggi che avevamo elencato poco fa.

Come accennato per fare investimenti in oro attraverso questi strumenti finanziari bisogna scegliere un broker di trading online di livello ed a questo proposito ci sentiamo di rimandarvi a tutte le nostre recensioni ed approfondimenti, nei quali qualità e sicurezza dei broker vengono sempre messi sotto la lente di ingrandimento.

Ma se volete subito un consiglio il primo nome in cima alla lista dei siti ideali per questo genere di investimenti è senza dubbio eToro, che è uno dei grandi Top Broker capaci di garantire il massimo della sicurezza attraverso le autorizzazioni internazionali CySEC, FCA ed ASIC.

Oltretutto eToro ha una sua feature eccezionale chiamata Social Trading che consente di seguire gli investimenti di altri trader per eventualmente copiarli, una possibilità che nel caso di un asset come loro permette di andare incontro a migliaia di punti di riferimento eccezionali per investire bene.

Investire in oro

È meglio comprare oro fisico?

In qualche modo abbiamo già risposto anche a questa domanda, ma vale comunque la pena ritornarci un attimo per fare un vero e proprio paragone diretto tra investire in oro fisico o in oro finanziario: secondo noi no, non ha senso investire in oro fisico a meno che non si possieda un patrimonio talmente consistente da volerne vincolare una parte attraverso un bene di rifugio capace innanzitutto di rispondere ad un’esigenza di sicurezza e solidità prevedendo però benefici speculativi solo sulla lunga o lunghissima distanza.

La maggior parte dei trader non dispone di questa tipologia di patrimonio, ma di un conto d’investimento attraverso il quale operare per lo più a breve e medio termine per generare utili da reinvestire immediatamente in altre operazioni: la prima esigenza è una speculazione rapida il più possibile remunerativa e da questo punto di vista investire in oro finanziario offre vantaggi imparagonabili.

Le possibilità offerte dal trading online sono davvero troppo più “smart” per non tornare in tasca alla maggior parte degli investitori: rapidità, sicurezza, flessibilità e possibilità di liquidare immediatamente gli utili, tutte caratteristiche di cui è possibile godere davanti ad un computer o sullo smartphone che portiamo in tasca, incredibili vantaggi a cui l’acquisto di oro fisico risponde con utili molto più tardivi a fronte della necessità di tenere dei lingotti in banca o di dover provvedere personalmente alla sicurezza del bene con tutti i rischi che questo comporta.

Conclusione: investire in oro è una scommessa senza rischi?

Concludiamo facendo un’ultima considerazione riguardo alla sicurezza dell’investire in oro, ma per farla dobbiamo un’altra volta suddividere l’ipotesi all’acquisto di oro fisico da quella di oro finanziario: nel primo caso andiamo incontro al bene di rifugio per antonomasia, ma a che prezzo? Al prezzo di un guadagno a lunghissimo termine ed a una serie di svantaggi tra cui c’è anche la sicurezza del bene stesso vista la sua forma tangibile.

Nel caso dell’acquisto di oro finanziario sotto forma di CFD o qualsiasi altro prodotto offerto da un broker di trading online il discorso davvero cambia ed il guadagno potenziale diventa subito immediato, oltre che tutelato dalla sicurezza massima che le regolamentazioni dei broker garantiscono.

FAQ – Domande frequenti

Quanto rende investire in oro

Per rispondere alla domanda bisogna tanto per cominciare fare una differenza tra investire in oro fisico acquistando lingotti e monete o in oro finanziario facendo trading sul suo valore attraverso ETF o CFD: nel primo caso la rendita dipenderà dal prezzo dell’oro al momento dell’acquisto ed al prezzo al momento della vendita, ma comunque servirà molto tempo per avere una rendita consistente, nel secondo caso invece si può realizzare molto di più in molto meno tempo.

Perché investire in oro è diventato così popolare?

Investire in oro è da sempre una consuetudine per chiunque cerchi un bene di rifugio, ma il suo valore è tale proprio perché ne circola una quantità limitata e quindi è sempre stato un bene d’élite, recentemente però attraverso i prodotti proposti dai broker di trading online molti più operatori hanno la possibilità di trattare oro finanziario godendo di tutti i vantaggi che questo asset implica in termini di andamento di mercato.

È possibile comprare oro in banca?

Certo che sì, chiunque voglia investire in oro fisico ha la possibilità di trattarne l’acquisto con la propria banca, sempre che si tratti di un istituto di credito autorizzato dalla Banca d’Italia, un’alternativa sta nel riferirsi a siti specializzati come ad esempio Bullionvault, che permette di acquistare oro ed argento a prezzi competitivi offrendo contemporaneamente anche il servizio di custodia presso i loro stessi caveux. Questo ricordandovi che l’acquisto di oro ed argento sono esenti da IVA.