Investire piccole somme: la nostra guida per iniziare oggi

Investire piccole somme può far guadagnare soldi online, questo è risaputo, ma bisogna sapere come fare, non tutti infatti sono in grado di farlo.

In questa guida il team di esperti di tranding-online.pro spiegherà dettagliatamente dove e come investere piccole somme in sicurezza, per creare una nuova fonte di reddito alternativa.

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.

Cos’è un piccolo investimento?

Investire in piccole somme, come fare? Fino a poco tempo per investire c’era bisogno di un capitale abbastanza consistente, mentre oggi si possono fare investimenti con cifre basse che non superano i 1000 euro, e ottenere dei ricavi.

Basta infatti avere una piccola somma a disposizione per poter avere il capitale per un piccolo investimento, le soluzioni per fare questo non mancano di certo.

Nella seguente guida elencheremo le caratteristiche e le migliori opportunità di investimento partendo da piccole somme di danaro.

Come iniziare con piccole somme oggi?

La diffusione degli investimenti online ha dato la possibilità di investimento a chiunque, anche per coloro che hanno a disposizione somme di danaro non elevate.

Le soluzioni più adottate per investire piccole somme sono: 

  • Deposito bancario nel proprio conto corrente;
  • PAC (piano accumulo capitale);
  • azioni in borsa;
  • ETF (exchange traded funds);
  • crypto (monete elettroche);
  • startup;
  • immobili.

Per iniziare oggi con piccole somme bisogna valutare prima attentamente alcuni aspetti importanti, poiché nel mercato degli investimenti non si improvvisa. Perché si può sicuramente guadagnare, ma esiste anche il rischio concreto di perdere i propri soldi.

Come investire piccole somme?

Andiamo ad analizzare gli aspetti principali da valutare prima di iniziare a utilizzare i fondi, qualunque esso sia il tipo di impiego.

Il primo passo è quello di fare il punto della propria situazione finanziaria Rispetto al passato, quando investire era possibile solo per pochi eletti, poiché c’era bisogno di tanto denaro, oggi chi unque può investire in quanto basta anche poco. Nonostante ciò la prima cosa da valutare è la propria situazione finanziaria. Esiste anche il rischio di perdere tutto, e quindi buona norma è investire una quota di denaro di cui non si ha veramente bisogno.

Un’altra regola è quella di non investire mai tutti i risparmi in nostro possesso, perchè in caso di perdita e di improvviso bisogno di fondi si potrebbero avere problemi di natura economica. Invece per i principianti, è quello di affidarsi a consulenti esperti ed evitare il “fai da te”, specialmente se si intende farlo con le criptovalute oppure con le azioni di Borsa.

Il punto della situazione finanziaria varia anche in base anche al tipo di soluzione scelta. Un piano accumulo ad es. ha meno rischi, perché in caso di bisogno di liquidità si può prelevare in qualunque momento il patrimonio depositato pagando delle basse commissioni alla banca.

Mentre un crowdfunding immobiliare non dà la possibilità di recuperare subito il proprio danaro, ma di solito bisogna aspettare un anno, o la lunghezza del contratto.

Investimenti mensili: il piano di accumulazione

Una soluzione molto adottata per investire piccole somme è il piano di accumulo, i cosiddetti PAC.

Questo consiste in versamenti mensili anche di piccole somme come ETF, per un periodo di tempo predeterminato. Molti hanno dei depositi che iniziano da soli 50 euro. Quindi esso permette di depositare poco danaro, ma in maniera continuativa, e praticamente ogni banca ha varie proposte di piano di accumulo, i soldi versati vengono investiti dall’isituto bancario in diversi fondi. Il patrimonio investito mensilmente dal risparmiatore cresce in maniera graduale nel tempo.

Un esempio per chiarire meglio: un investitore sottoscrive un PAC di durata di 5 anni con depositi mensili di euro 50. Alla fine del piano il suo patrimonio sarà di euro 3000, a cui andranno aggiunti gli interessi maturati, che in pratica saranno il ricavo finale. Un vantaggio è che l’investitore potrebbe sospendere i versamenti per un periodo di tempo, oppure estinguere in anticipo il contratto non pagando di solito nessuna commissione di uscita.

Ovviamente come ogni investimento anche il piano di accumulo presenta dei rischi, ma di solito nei contratti che hanno questa formula, viene garantito il danaro versato alla scadenza naturale del contratto banca-investitore.

Dove investire piccole somme?

Per investire piccole somme ci sono diverse possibilità: in Borsa, come titoli, ETF e CFD (contratti per differenza), un’altra possibilità è l’investimento in monete virtuali. La suddetta tipologia può essere fatta in maniera autonoma tramite un broker di trading online. Altre due soluzioni che possono essere abbastanza redditizie sono: immobili e le startup.

Di seguito nella seguente guida, andremo ad analizzare nello specifico le varie opportunità, definendo le loro caratteristiche e mettendo in atto i vari strumenti, e altre informazioni importanti per un investimento facile e anche sicuro.

Borsa: comprare azioni con piccole somme

In Borsa si può investire anche con somme intorno ai 100 euro affidandosi al trading online per comprare titoli.

Una volta aperto un conto online, per investire poco ovviamente bisogna acquistare titoli con prezzi molto bassi, oppure si optare per l’investimento in CFD.

Scegliendo le giuste azioni, il tasso di rendimento chiamato RoR (Rate of Return) può essere anche molto positivo in termini percentuali, ecco alcuni esempi riferiti al 2020:

  • Investendo sulla casa farmaceutica Moderna produttrice del vaccino per il Covid-19 si avrebbe avuto un RoR del 434%
  • Investendo sulla Apple produttrice dell’ iPhone si avrebbe avuto un RoR del 26,28%
  • Investendo su Telecom Italia  si avrebbe avuto un ribasso e quindi una perdita di danaro pari al 32,4%

Quando si investe bisogna inoltre valutare bene le commissioni richieste dal trade,r che potrebbero essere alte e far svanire i profitti.

Immobili: si può iniziare con piccole somme?

Sì, si può investire piccole somme in immobili al fine di ottenere dei profitti, la soluzione in questo caso è il crowdfunding immobiliare.

In cosa consiste? È un finanziamento collettivo di un progetto immobiliare dove praticamente si presta denaro ad un’azienda edile o di costruzioni. Al termine del periodo pattuito, l’azienda restituisce quello che l’investitore ha prestato più gli interessi. L’interesse è di solito intorno al 10%, esso rappresenta il profitto dell’investitore.

Questo investimento va fatto tramite alcune piattaforme presenti sul web con somme molto basse, alcune piattaforme ha un minimo di appena 50 euro.

I vantaggi del crowdfunding immobiliare:
  • Basse somme di investimento;
  • basso rischio di investimento;
  • medio – alto rendimento;
  • facilità nell’investire.

Ovviamente come ogni investimento, anche quello immobiliare non è privo di rischi, quindi prima di muovere il patrimonio è buona norma cercare informazioni sull’azienda, alla quale si affideranno i propri soldi. Un parametro fondamentale da valutare è l’LTV, cioè il rapporto tra l’importo del finanziamento ed il costo dell’intera operazione.

Ad esempio, un LTV del 80% indica che l’azienda ha richiesto un finanziamento pari all’80% dell’importo totale di cui necessita. In questo l’investimento è rischioso, poiché l’azienda a fine contratto potrebbe non avere il danaro per restituire una così gran somma a tutti gli investitori. Il consiglio è quello di trovare un’azienda con una richiesta massima del 50-55%.

Attualmente i progetti migliori di crowdfunding immobiliari sia come profitto che come sicurezza, sono quelli legati a costruzioni green a basso impatto ambientale.

Investire in una startup

Altra buona opportunità per investire piccole somme è farlo con una startup, facendolo anche con la piattaforma di trading eToro, basta infatti avere gli strumenti adatti.

Cos’è una startup? È un’azienda appena nata che si definisce innovativa, e che punta ad avere una crescita veloce e costante. Chi finanzia una startup riceve una quota della società in proporzione alla somma di danaro versata, tale somma può essere anche bassa.

Ovviamente c’è il rischio che la startup fallisca per cui si possono perdere i soldi, ma ci sono anche casi in cui una piccola startup è diventata un’azienda a livello mondiale, il caso più eclatante è l’azienda Facebook. Quindi finanziare una startup anche con una piccola somma di danaro può generare un ottimo profitto. In generale le migliori startup su cui puntare solo quelle estere, soprattutto statunitensi.

Il consiglio è sempre lo stesso, quello di studiare le aziende e i prodotti da loro offerti nel mercato prima di decidere di investire.

Investire una piccola somma in criptovalute: è una buona idea?

Investire somme non esagerate in criptovalute potrebbe esserla,  è un mercato che fa parte del mondo finanziario internazionale già da diverso tempo.

Negli ultimi anni gli investitori di questo settore sono aumentati in maniera esponenziale, poiché investire in questo campo può generare profitti anche molto elevati. Uno dei più conosciuti modi per fare investimento in crypto è quello relativo all’acquisto dei Bitcoin, che è la moneta virtuale per eccellenza. Un altra importante moneta virtuale è Ethereum.

Sono due monete elettroniche e che possono dare buoni profitti nel medio-lungo termine, ma si tratta di un prodotto finanziario che può avere delle oscillazioni anche imprevedibili, è quindo bene affidarsi ad un professionista. Le due monete virtuali citate non solo le uniche, quindi prima di sceglierne una è necessario studiare attentamente le loro caratteristiche, e tutte le altre informazioni finanziarie utili.

I migliori broker online offrono accesso ai mercati finanziari dove si può negoziare con le crypto, inoltre presentano molte sezioni di analisi e studio del mercato delle valute virtuali.

Broker
Caratteristiche
Voto
Apri un Conto demo
5/5

5/5

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.

4.9/5

4.9/5

76.4% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
 
4.8/5

4.8/5

4.6/5

4.6/5

4.5/5

4.5/5

Le migliori piattaforme per investire piccoli somme su base regolare

Come investire? Tramite una piattaforma di trading online che sia sicura e professionale e sul web ci sono un gran numero di broker con le loro relative piattaforme.

Bisogna però valutare bene la professionalità del sito .com al quale ci si affida, infatti non tutte le piattaforme hanno un indice di affidabilità elevato. Il nostro consiglio è quello di utilizzare siti .com come eToro anche tramite app, un broker in possesso di regolare licenza Cysec, che garantisce massima qualità e totale sicurezza in ogni suo aspetto.

Questa piattaforma è una delle più utilizzate e apprezzate dai trader nel mondo, conta più di 20 milioni di investitori ed è perfetta per investire anche piccole somme di danaro in modo semplice e sicuro. Ottima anche l’app per mobile che offre questo sito .com Fare trading su eToro anche mediante la sua app è molto semplice e alla portata tutti.

Basta registrarsi, e diventare utente della piattaforma.

Dopo la registrazione bisogna aprire un conto, per poter iniziare ad investire attraverso diversi strumenti finanziari, quali le azioni, monete virtuali, CFD e aziende startup.

Caratteristiche principali

  • 🏆  Votato Migliori Broker
  • 📊  Social trading & Copy trading
  • 🔐  Massima Sicurezza
  • 📚  Molti corsi di formazione disponibili

10.000€

Conti Di Demo

200€

Deposito Minimo

30:1

Leva

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.

Definisci un budget di investimento regolare

Dopo aver deciso il denaro da utilizzare è una buona norma decidere quanto investire e ogni quanto tempo. Per esempio un PAC, decidere la rata mensile del deposito e non cambiarla, oppure decidere di spendere ogni mese un tot preciso di danaro per acquistare titoli oppure monete virtuali.

In questo caso si potrà valutare anche il proprio orizzonte temporale, e qual è la tolleranza del rischio, due importanti informazioni di gestione e organizzazione dell’investimento.

Scelgi le attività in cui investire

Nella nostra guida abbiamo parlato di varie soluzioni, una delle quali è l’opportunità data dai fondi di investimento ETF (Exchange Traded Fund), ovviamente è importante scegliere su quale puntare.

Ogni soluzione ha le sue caratteristiche specifiche e l’investitore deve valutarle. I titoli sono soluzioni ottime per profitti a breve- medio termine, cosi come lo sono i CFD i contratti per differenza, mentre i mercati finanziari come eToro sulle criptovalute di solito rendono profitti a lungo termine. Immobili e startup hanno di solito tempi stabiliti per ritirare eventuali profitti, di solito un anno. In base a queste tempistiche, in termini di rientro del capitale e di eventuali profitti, si deve valutare l’investimento.

Bisogna ricordare che diversificare il proprio portafoglio e gli investimenti, diminuisce i rischi dell’operazione.

Incrementa gli investimenti poco a poco

Non avendo una grande somma a disposizione è importante non investire subito tutto il danaro.

Una buona tecnica è aumentare in modo graduale la somma impiegata, anche perché con il tempo e l’esperienza si apprende meglio il mondo finanziario. Così si ha tempo anche per conoscere meglio la situazione finanziara delle soluzioni su cui puntare per avere un profitto.

Decidere una strategia è sempre il primo passo da fare, avere un progetto con il quale decidere su quale soluzione puntare rispetto ad un altra e valutare anche quanto tempo vogliamo tenere il capitale fermo.

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.

Conclusioni: i nostri consigli per iniziare piccoli investimenti

Nella nostra guida abbiamo elencato i principali modi e soluzioni per investire piccole somme di danaro, da fare anche tramite app, elencando caratteristiche e informazioni delle opportunità esistenti.

Di seguito elencheremo alcuni utili consigli utili per far fruttare il proprio capitale anche se piccolo:

  • Diversificare la somma impiegata;
  • studiare le soluzioni che i mercati finanziari offrono e non improvvisare:
  • scegliere il miglior sito com di trading online;
  • seguire gli investimenti di investitori specializzati, ad esempio con l’opzione di copy trading messa a disposizione dal broker eToro sul suo sito .com;
  • in caso di forte inesperienza farsi seguire da un consulente finanziario.

Domande frequenti

Chi si avvina al mondo del trading per la prima volta e ha poca disponibilità economica, si pone spesso una serie di domande per conoscere meglio il funzionamento dei mercati finanziari, e chiede consigli utili per riuscire ad avere un profitto.

Abbiamo, di seguito, raccolto le domande più frequenti, rispondendo in modo chiaro per aiutare tutti coloro che vogliono investire piccole somme.

✅ Vale la pena investire una piccola somma?

Sì, perché non c’è bisogno cifre alte per avere un profitto impiegando il proprio capitale in movimenti finanziari e di mercati.

Puntando su soluzioni opportune è possibile anche un buon guadagno. Ovviamente ricordarsi sempre che all’aumentare del rendimento aumenta anche il rischio, quindi scegliere sempre l’investimento dopo aver valutato bene la propria situazione finanziaria.

✅ Cosa è considerato una piccola somma?

A prima vista il concetto di piccola somma appare un’idea puramente soggettiva e dipende anche molto dal reddito.

Per alcuni 500 euro è una piccola somma o addirittura irrisoria ma per altri è una somma molto alta. Nel mondo del trading che si può fare anche tramite app, si tende a definire una piccola somma quella che varia dai 100 ai 1000 euro. Anche se non è da prendere alla lettera questa definizione, poiché è possibile anche comprare azioni come su eToro con soli 30 euro.

Di solito si tende a dare un porre un limite, cioè 100 euro, sotto il quale eventuali profitti divengono irrisori o pari a zero.

✅ Piccole somme: meglio diversificare gli investimenti o concentrarsi su uno solo?

Diversificare è la regola da usare per impiegare le somme di danaro, e queato vale anche per le piccole quote.  Diversificare un portafoglio di azioni, poiché c’è probabilità che alcune di esse perdano valore mentre altre aumentino valore e si evitano perdite.

Bisogna diversificare anche le soluzioni, che dipendono molto dalla somma investita, se possibile è meglio avere azioni e crypto che avere solo azioni in Borsa.

✅ Qual è investimento meno rischioso?

Di regola tutti gli investimenti sono rischiosi, è più il rendimento è alto più è rischioso.

Qual è quello con pochi rischi?

Il PAC (il piano di accumulo) dove i rischi sono pochi cosi come lo è il rendimento, e inoltre spesso nei contratti c’è la clausola di rientro almeno del capitale a fine contratto di accumulo.


Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.

Scopri le nostre guide dettagliate per iniziare a investire oggi: