Degiro opinioni: l’analisi dettagliata al famoso broker online

Ultimo aggiornamento il 01/03/22

Degiro
  • Sicurezza
  • Formazione
  • Assistenza
  • Prelievo rapido
3.9

Rencensione

Degiro è una piattaforma di broker online intuitiva e facile da usare. Vanta di sicurezza, livello dei servizi e convenienza in termini di costi. Permette di investire su un elevato numero di asset ma non sulle criptovalute.

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.
Leggi la recensione completa etoro.

degiro logo

  • Accesso ai mercati più importanti
  • Piattaforma facile da usare
  • App mobile
  • Commissioni convenienti
  • Licenza AFM
  • Mancanza di account demo e formazione
  • Non c’è trading su criptovalute, materie prime e Forex
💰 Deposito minimo 0,1€
🧾 Conto demo
🔓 Licenza Licenza AFM, con inscrizione al registro Consob
🔧 Assistenza validazione+390694801507 in italiano
tel. +31202613072 in inglese
e-mail: clienti@degiro.it

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.
Leggi la recensione completa etoro.

Per riuscire a portare avanti un trading proficuo è necessario scegliere un broker in grado di fornire un elevato mix tra sicurezza, livello dei servizi e convenienza in termini di costi. Troppe persone ancora sottovalutano questo passo preliminare, pentendosi poi amaramente della scelta operata. Le migliori piattaforme trading sono tali in quanto agevolano non poco il compito degli utenti. Le altre, al contrario, lo complicano.

Per chi intende avere a propria disposizione un sito in grado di dare garanzie, la scelta è comunque variegata. Nella platea di operatori operanti sul mercato italiano, un posto di assoluto riguardo spetta a Degiro, operatore che ha debuttato nel 2013 assumendo un ruolo di rilievo nel settore. Non a caso le Degiro opinioni sono sostanzialmente positive. Andiamo dunque ad analizzare il broker di trading online per capirne l’effettivo livello.

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.
Leggi la recensione completa etoro.

Degiro recensioni

Qual è la reputazione di Degiro? Per cercare di capirlo è opportuno utilizzare come primo strumento chiarificatore le recensioni reperibili sul web. Dalle quali fuoriesce una serie di giudizi sostanzialmente positivi sull’operatore. In pratica, Degiro ottiene una lunga serie di promozioni grazie ad un mix di notevole livello cui concorrono robuste dosi di sicurezza e servizi in grado di facilitare l’attività dei suoi utenti.

Occorre però sottolineare come il broker sembri orientato soprattutto ad una fascia ben precisa di investitori, ovvero quelli più esperti, disposti magari a sobbarcarsi qualche costo in più pur di avere a disposizione maggiore operatività. Andiamo quindi ad analizzare nel dettaglio la questione, in modo da capire meglio cosa giustifichi le Degiro recensioni reperibili in rete.

screenshot della homepage di degiro

Come funziona Degiro

La nostra recensione inizia naturalmente andando ad analizzare nel dettaglio Degiro come funziona: come iscriversi, come e con cosa investire, e i servizi che offre ai suoi iscritti.

In questo la piattaforma non si differenzia dalle altre presenti sul mercato italiano del trading in rete. O meglio dalle migliori, come OBRInvest, Plus500 o eToro.

Come iscriversi su Degiro

Il processo è quello ormai consueto su tutti i siti che propongono l’investimento sul web. Degiro in questo non fa eccezione, proprio per semplificare al massimo le operazioni preliminari.

Bastano infatti pochi minuti per completare il processo di iscrizione a Degiro, tramite una procedura ben nota a chi ha già avuto modo di misurarsi con questo genere di investimenti.

Occorre semplicemente fornire un indirizzo di posta elettronica e scegliere nome utente e password per poter iniziare a operare sulle piazze finanziarie. Per poterlo fare basta un centesimo, tale è il deposito iniziale consigliato dallo stesso operatore. Una volta espletato questo passo, è tutto pronto per esordire sul sito Degiro e fruire dei servizi messi a disposizione dal broker.

Naturalmente, i dati che vengono forniti in questa fase vanno sottoposti ad una verifica.

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.
Leggi la recensione completa etoro.

Investire con Degiro: l’offerta del broker

Per iniziare a investire in borsa con Degiro, serve però un ultimo passaggio preliminare, estremamente importante, poiché proprio da esso dipenderanno anche le opportunità disponibili per l’utenza.

Degiro propone infatti quattro tipi di account:

  • Conto Basic, che permette di accedere ad un catalogo di prodotti abbastanza semplificato e di aprire posizioni long (acquisto). E’ inoltre possibile il passaggio a quello superiore;
  • Conto Active, che permette di investire su asset a maggior grado di rischio, quindi anche più remunerativi, rispetto allo strumento precedente. Anche in questo caso è disponibile l’upgrade al conto superiore proposto da Degiro;
  • Conto Trader, che consente di aprire posizioni short, aumenta il numero degli asset negoziabili e mette a disposizione la leva finanziaria per coloro che desiderano operare allo scoperto;
  • Conto Day Trader, strutturato in modo da poter essere utilizzato dai professionisti del trading. In questo caso il catalogo dei prodotti disponibili non prevede eccezioni. Chi intende usufruirne deve prendere contatto direttamente con Degiro e farne espressa richiesta.

Prima di effettuare un deposito, occorre riservare molta attenzione alla scelta in questione, avendo cura di rapportarla al proprio profilo di investitore.

Degiro mercati

Optare per Degiro consente a chi lo fa di ritagliarsi un accesso diretto a molti mercati continentali. Tra di essi occorre ricordare il London Stock Exchange, l’Euronext di Parigi, Bruxelles e Amsterdam, l’OXM di Copenhagen ed Helsinki, il SIX Swiss Exchange e le borse di Atene, Stoccolma, Oslo, Lisbona, Budapest, Praga e Istanbul.

Per ciò che concerne invece gli strumenti di investimento proposti da Degiro, la scelta è effettuabile tra titoli azionari, fondi, ETF, derivati, obbligazioni, opzioni e Futures. Non è invece più possibile investire su Contracts for Difference (CFD) su Degiro. Si tratta in effetti di una scelta destinata a deludere molti di coloro ormai abituati ad aprire posizioni con questi strumenti, gradendone in particolare la semplicità.

Degiro criptovalute

Oltre ai CFD, c’è un’altra esclusione su Degiro destinata a far discutere non poco. Si tratta delle criptovalute, asset di investimento sempre più praticato dagli investitori di ogni parte del mondo. Considerata l’importanza assunta dal denaro virtuale e dall’interesse che il trading sugli asset digitali sta destando, la decisione di Degiro suona abbastanza strana. Allo stesso tempo, però, sembra mettere ancora una volta in rilievo la volontà del broker di riservare i suoi sforzi a pochi ambiti, in maniera tale da riuscire ad offrire una proposta di alto livello per chi ha accesso al sito.

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.
Leggi la recensione completa etoro.

Degiro ETF

Degiro è considerato uno dei migliori operatori in assoluto in relazione alla proposta di Exchanged Traded Fund (ETF), insieme a OBRInvest. La gamma proposta è imperniata su una larga gamma di prodotti collegati a ben 19 piazze finanziarie. Un paniere di prodotti tale da comportare soltanto l’imbarazzo della scelta.

C’è poi un altro fattore da tenere in considerazione, ovvero i Degiro ETF gratis. Sono oltre 200 quelli su cui il broker permette di operare investimenti senza alcun costo in termini di transazione. Proprio la mancanza di commissioni sugli ETF è uno dei fattori che spinge molti osservatori a rilasciare giudizi ampiamente positivi su Degiro.

screenshot della piattaforma degiro

I servizi offerti da Degiro

Se si analizzano i servizi proposti da Degiro, il primo aspetto da considerare è l’operatività, ovvero le piattaforme che il broker mette a disposizione dei propri utenti. Se solitamente la concorrenza punta con decisione a Metatrader, in particolare nelle versioni 4 e 5, Degiro ha invece optato per una piattaforma di sua proprietà.

A caratterizzarla positivamente è la facilità con cui può essere utilizzata, oltre alla disponibilità di una applicazione per tradare in mobilità. Proprio la presenza di uno strumento di questo genere è considerata ormai irrinunciabile dalla maggior parte degli investitori.

Il motivo è da ricercare nel fatto che in una attività come il trading sul web la rapidità di risposta permette di fare fronte ai repentini movimenti del mercato. Se in termini di operatività Degiro si pone su standard elevati, sull’altro piatto della bilancia occorre sottolineare la carenza di altri servizi importanti, ovvero demo gratuito e formazione. Andiamo a vedere perché.

Degiro demo

Degiro non prevede un conto demo. Si tratta in effetti di una lacuna che suona sorprendente, per un sito così importante. Soprattutto alla luce dell’importanza che la demo ricopre agli occhi degli utenti alle prime armi e della naturale insicurezza che li caratterizza. A compensare questa mancanza c’è una politica tale da prevedere prezzi estremamente contenuti su Degiro. Inoltre, la piattaforma messa a disposizione si rivela effettivamente user friendly.

La mancanza della demo, però, sembra stridere con quello che abbiamo ricordato in relazione ai conti messi a disposizione da Degiro. Se gli account sono quattro e disegnano un percorso di crescita, da un livello di base sino a quello più avanzato, perché non mettere a disposizione servizi in grado di facilitare il percorso?

Proprio questo notevole difetto dovrebbe al contempo far riflettere non poco chi intende avere una opinione compiuta su Degiro. L’operatore, in pratica, sembra voler mettere in risalto il suo rivolgersi ad una platea ben definita, quella rappresentata dai professionisti. Nei cui confronti Degiro avanza una proposta sicuramente da tenere nella debita considerazione da parte di chi intende investire in operazioni finanziarie.

Assistenza clienti Degiro

Il servizio di assistenza è un fattore troppo spesso sottovalutato nelle recensioni relative ai broker di trading online. Nel caso di Degiro possiamo affermare che la politica scelta tende a dare il giusto rilievo alla clientela e metterla nelle condizioni di trovare una rapida risposta ad eventuali problematiche.

Le soluzioni proposte da Degiro sono in pratica due:

  • Assistenza telefonica, tramite due numeri distinti, uno per chi deve comunicare in italiano, il secondo in lingua inglese
  • Casella di posta elettronica clienti@degiro.it, che prevede tempi di risposta solitamente inferiori a tre giorni lavorativi

Non esistono, almeno per il momento un canale Whatsapp o una chat. Non è però escluso che vadano presto ad aggiungersi a telefono e posta elettronica di Degiro. Mentre è presente l’ormai tradizionale sezione delle Frequently Asked Questions, in cui gli utenti possono provare a reperire una risposta rapida ai propri dubbi, senza dover attendere.

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.
Leggi la recensione completa etoro.

Metodi di pagamento accettati

Anche per ciò che concerne i metodi di pagamento (e naturalmente di prelievo) accettati, Degiro ha adottato una politica diversa dalla concorrenza.

In questo caso, infatti, non si possono utilizzare carte di credito o debito. La scelta si riduce quindi ai portafogli elettronici, ovvero Trustly e Sofort, permettendo però di collegarli ad un account detenuto sulla piattaforma, Basic o superiore. Aggiungendo la possibilità di utilizzare il bonifico bancario.

Per quanto riguarda i costi, su Degiro non ne sono previsti né per il pagamento, né per il prelievo di fondi. Mentre le tempistiche possono andare dalle 24 ore per i portafogli elettronici ad un massimo di cinque giorni lavorativi per il bonifico bancario.

Per chi è abituato alla larga proposta degli altri operatori la politica su pagamenti e prelievi adottata da Degiro deve in effetti sembrare sorprendente. Non certo tale, al tempo stesso, da andare infine ad influire sul giudizio finale.

La sicurezza di Degiro

Per chi deve investire i propri soldi in operazioni di trading in borsa relative a titoli azionari o altri asset, la sicurezza rappresenta un aspetto essenziale. Anche perché nel passato troppe persone sono state truffate da sedicenti piattaforme nate con l’unico intento di raggirarli.

Nel caso di Degiro il discorso non ha alcun senso. Il sito, al di là del giudizio in termini di qualità, è assolutamente serio. Lo dimostra proprio il godimento di una licenza rilasciata da AFM, l’autorità preposta alla sorveglianza della regolarità delle operazioni sul mercato finanziario olandese.

Ad essa si va poi ad aggiungere l’iscrizione di Degiro al registro della Commissione Nazionale per le Società e la Borsa (CONSOB), il corrispondente tricolore di AFM. Occorre ricordare che per ottenere questo genere di licenza, ogni richiedente si assume l’onere di rispondere per filo e per segno alle direttive europee e nazionali in tema di trading. A partire dalla direttiva MiFID emanata dall’Unione Europea a tutela degli investitori, in particolare quelli al dettaglio.

A tutto ciò occorre poi aggiungere una ulteriore postilla. Degiro, infatti, è la filiazione olandese di flatexDEGIRO Bank AG, ovvero di una banca tedesca. E’ di conseguenza sottoposta alla sorveglianza di BaFin, ente chiamato a regolare i mercati finanziari teutonici.

Ne consegue che Degiro deve rispondere del suo operato di fronte alle autorithy di Olanda, Germania e Italia, oltre che alle normative UE. E, ancora, Degiro deve rispettare le indicazioni in tema di antiriciclaggio, ovvero le normative KYC (Know Your Customer) e AML (Anti Money Laundering). In un quadro di questo genere soltanto un operatore serio è in grado di muoversi con disinvoltura. Degiro lo fa, senza alcun dubbio.

Non meno importante, quando si parla di sicurezza, è però il discorso relativo alla protezione dei soldi depositati sul conto e dei dati sensibili. In relazione al primo aspetto, Degiro provvede naturalmente a separare i soldi depositati dagli investitori dai fondi aziendali. Proprio questo è un aspetto fondamentale, soprattutto alla luce del clamoroso crollo di Alpari, nel 2015.

Un evento traumatico e, soprattutto tale da aver spinto ad una ferrea regolamentazione del settore, in modo da permettere ai suoi utenti di attutire i danni di fronte al verificarsi di casi analoghi. In pratica, in caso di fallimento di Degiro, ipotesi al momento puramente scolastica, i fondi degli utenti non potrebbero essere aggrediti dai creditori.

Inoltre, Degiro non è una banca. Non deve quindi disporre dei soldi depositati sui conti per operazioni estranee al trading. Dal punto di vista della trasparenza non possono esistere dubbi. Anche in relazione alla protezione dei dati sensibili, il discorso non muta. Degiro ha infatti adottato le tecnologie di ultima generazione per impedirne la sottrazione da parte di ignoti. Chi sceglie di scegliere Degiro è in grado quindi di dormire sonni tranquilli, almeno da questo punto di vista.

Tipi di conto e profili

Abbiamo già sottolineato la presenza su Degiro di ben quattro conti: Basic, Active, Trader e Day Trader. Ogni account corrisponde in pratica ad un profilo ben preciso di investitore.

Nel caso di Basic la proposta di Degiro è rivolta espressamente a clienti alle prime esperienze di trading. Non solo i prodotti offerti sono pochi, ma è consentita solo una modalità di acquisto (long). Chi si sente troppo ingabbiato in un pacchetto di questo genere, ha comunque l’opportunità di effettuare l’upgrade a Active, che propone un pacchetto di asset più ampio e con un grado di rischio più elevato.

Una caratteristica che lo rende già più adatto a trader con una discreta esperienza. Gli ultimi due, a loro volta, si prestano per i clienti più smaliziati, permettendo ad esempio l’utilizzo della leva finanziaria per operare allo scoperto. In particolare, il conto Day Trader va espressamente richiesto a De Giro, rientrando nella categoria degli strumenti ad elevato grado di operatività e, quindi, di rischio.

La formazione su Degiro

La pratica assenza di formazione è un altro dei limiti evidenziati da Degiro. Contrariamente a molti broker concorrenti, la piattaforma olandese non prevede una academy tesa ad implementare il know-how dei propri clienti. Una scelta discutibile, ma che evidenzia l’intenzione di Degiro di attrarre soprattutto trader professionisti, cui offrire servizi tali da rivelarsi in definitiva un vero e proprio valore aggiunto.

I costi e le commissioni di Degiro

Guardando le recensioni più datate sul web, è facile notare come Degiro non sia considerato eccessivamente conveniente. Si tratta però di giudizi che non tengono conto nella notevole virata operata dall’operatore olandese nel corso degli ultimi mesi. Grazie ad essa, infatti, le Degiro commissioni sono ora da considerare tra le più convenienti in assoluto. La data chiave in tal senso è il 20 dicembre del 2021, quando le tariffe praticate sono state oggetto di un notevole ribasso.

Il punto di partenza è rappresentato dal fatto che Degiro utilizza un sistema imperniato su commissioni fisse. In pratica non cambia nulla se un cliente effettua una sola operazione oppure cento nell’arco di un mese.

Il livello percentuale applicato da Degiro ad ogni transazione resta inalterato. Un dato di fatto tale da spingere gli esperti a indicare questo operatore come il più idoneo e conveniente per gli investitori passivi. Ovvero quelli intenzionati a dare vita ad operazioni di lungo termine sugli asset finanziari.

Con la svolta di dicembre, ora il commercio di titoli azionari o altri asset su Degiro è ancora più conveniente. Le commissioni relative alle azioni di Italia e USA sono state infatti azzerate, mentre quelle relative ai mercati continentali sono ora pari a 3,90 euro.

Quelle su opzioni e futures IDEM sono a loro volta scese da uno a 0,75 euro per ogni contratto siglato, mentre quelle che riguardano i derivati EUREX sono passate da 0,90 a 0,75 euro. Al totale occorre poi aggiungere un costo fisso per ogni transazione, pari a mezzo euro per eseguito.

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.
Leggi la recensione completa etoro.

screenshot della le commissioni di degiro

Degiro app

Chi intende investire in titoli lungo tutto il corso della giornata necessita di una app mobile per poterlo fare. Quella offerta da Degiro risulta molto performante, permettendo agli investitori di seguire al meglio quello che avviene sul mercato e di rispondere adeguatamente alle fluttuazioni che ne sono la caratteristica. A caratterizzarla è in particolare una finestra di ordine rapido costantemente accessibile che offre la possibilità di effettuare ordini in base al numero di unità o al valore dell’ordine desiderato.

Per comprenderne pienamente il livello occorre ricordare come l’app mobile di Degiro sia stata premiata come la migliore in assoluto in Gran Bretagna e Francia. Nel primo caso dal Financial Times & Investors Chronicle 2020, mentre nel secondo è stato l’Investment Trends 2018 a sancirne l’assoluta qualità.

Grazie ad essa si può investire in obbligazioni, ETF, fondi, opzioni e altri prodotti quotati nelle borse di tutto il mondo. Per gli utenti Degiro che la utilizzano sono disponibili gli stessi tipi di ordine presenti nella versione desktop della piattaforma. Questa modalità di commercio rende quindi possibile avere un pieno controllo sulle proprie operazioni ovunque ci si trovi.

screenshot della app degiro

La nostra esperienza con Degiro

Le informazioni sono naturalmente una cosa preziosa, ma molto spesso vanno a scontrarsi con la realtà. Se applichiamo il discorso a Degiro possiamo dire che non esiste nulla in grado di smentire le informazioni reperibili sul web. A confermarlo è proprio la nostra esperienza con la piattaforma.

Grazie ad essa è stato possibile prendere atto non solo dei tanti pregi evidenziati, ma anche di alcune pecche. Proprio la presenza di queste ultime è però da ravvisare alla stregua della classica eccezione che conferma la regola. Tanto da consolidare l’impressione di avere di fronte uno dei migliori operatori attualmente presenti sul mercato.

I vantaggi di Degiro

I vantaggi collegati all’utilizzo di Degiro sono cospicui. A partire da livelli di sicurezza elevatissimi, derivanti dal possesso di licenze e dal suo collegamento ad una banca tedesca. In pratica il broker è legato all’osservanza di una lunga serie di prescrizioni, tali da creare una sorta di gabbia in cui sono vietati comportamenti men che trasparenti.

Altro vantaggio di Degiro è poi da ravvisare nell’ampiezza della proposta di strumenti e mercati. Se manca il Forex si può però tradare in un vasto paniere di azioni, ETF, obbligazioni, opzioni e altro su molte borse di ogni parte del globo.

Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.
Leggi la recensione completa etoro.

I limiti di Degiro

I principali limiti di Degiro sono da ravvisare nella mancanza di alcuni strumenti ritenuti molto importanti da chi intende investire in titoli finanziari. A partire da quella delle criptovalute, ormai ritenute fondamentali da molti utenti, in particolare i più giovani.

Anche la mancanza di un conto demo e di una accademia di formazione lasciano una sensazione di incompiuto. Resta naturalmente da capire se questa lacuna sarà colmata da Degiro nel futuro o è destinata a restare tale.

Degiro vs eToro

Degiro e eToro danno vita ad una curiosa competizione, sul web. I giudizi che riguardano i due operatori, vengono spesso messi a confronto per stabilire una supremazia dell’uno sull’altro. Se può sembrare ingeneroso nei confronti di OBRInvest e altre piattaforme molto reputate, questa è comunque la realtà, allo stato attuale.

La domanda che si pongono in molti è quindi la seguente: Degiro vs eToro, chi vince? In effetti non è semplice stabilire una graduatoria, a meno che non si parta dal profilo dell’investitore che deve effettuare l’iscrizione.

In termini di costi e commissioni, infatti, Degiro e eToro sembrano equivalersi. In particolare:

  • Il primo offre un conto senza costi di apertura, mantenimento e chiusura, con deposito e prelievi sempre gratis. Non sono quindi mascherate spese e occorre considerare solo le commissioni applicate sugli eseguiti. Le commissioni applicate sono inoltre fisse;
  • eToro propone un account anch’esso senza spese di tenuta conto o derivanti dalla custodia dei titoli. La differenza è da ravvisare nei costi di prelievo pari a 5 dollari, da convertire in euro con aggravio di spesa. Se si pone la propria attenzione sul lato commissioni possiamo notare che eToro offre il trading senza di esse. Ciò vuol dire che esiste l’opportunità di acquistare e vendere azioni, ETF e cripto-valute senza doverne pagare.

E’ quindi arrivato il momento di passare al discorso legato alla sicurezza, al cui interno si propone una notevole differenza. Se, infatti, entrambi possiedono una licenza tale da vincolarli all’adozione di standard molto elevati e al rispetto delle leggi, lo schema di compensazione diverge in maniera significativa. Degiro assicura ai suoi utenti sino a 100mila euro, eToro si attesta ad un quinto.

Per ciò che concerne la protezione contro il bilancio negativo entrambi impediscono agli utenti di perdere più di quanto hanno depositato sul proprio account. Nel caso di Degiro, però, è possibile un rendimento negativo che con eToro non sussiste. Il broker israeliano, infatti, non prevede interessi negativi o positivi sul deposito.

L’ultimo round di questo confronto è quello relativo alla maggiore adattabilità di una delle due piattaforme ad un profilo di investitore. Se Degiro deve essere definito un broker DMA puro, ovvero con accesso diretto al mercato, eToro è una sorta di ibrido. Cosa vuol dire? In pratica che l’operatore olandese è un intermediario puro, non fungendo perciò da controparte in sede di transazione.

Ne consegue l’impossibilità di tradare Forex, CFD, criptovalute o asset non quotati sui mercati regolamentati. La scelta è quindi limitata ad azioni, opzioni, futures, ETF, obbligazioni e warrants. Degiro permette il contatto con un gran numero borse mondiali, con una proposta tra le più complete in assoluto.

eToro, come abbiamo già ricordato è un broker ibrido. Funge allo stesso tempo da broker DMA e da Market Maker. Nel caso di operazioni senza leva su azioni, ETF e cripto-valute consente la negoziazione sul sottostante reale a zero commissioni. L’impiego della leva finanziaria spinge invece eToro sul territorio dei Market Maker aprendo la strada ai CFD. In questo secondo caso si apre l’opportunità di commerciare su materie prime, valute, criptovalute e indici.

Con l’opportunità di investire allo scoperto, ovvero senza dover disporre di risorse ingenti. Per l’investitore di medio o lungo termine, entrambi possono rivelarsi ideali per commerciare in azioni e ETF (le cripto-valute rientrano esclusivamente nell’offerta di eToro). Mentre per chi preferisce un trading speculativo, con utilizzo della leva, eToro risulta perfetto per tale genere di operatività.

Caratteristiche etoro logo degiro logo
🛡️ Licenza CySEC, FCA, ASIC AFM
🔐 Autorizzazione consob
✔️ Deposito minimo 50 $ 0,01€
💰 Conto demo
100 000€
⛔️
📱 App mobile
❌ Percentuale di rischio 67% dei conti retail perdono denaro ⛔️Sconosciuta⛔️
💶 Asset disponibili
  • Criptovalute
  • ETF
  • Azioni CFD
  • Trading CFD
  • Valute forex
  • Indici di borsa
  • Materie prime
  • ETF
  • Azioni CFD
  • Trading CFD
  • Valute forex
  • Indici di borsa
  • Materie prime
📊 Trading automatico
🌐 Sito web

Conclusioni

Degiro è una truffa? La classica domanda che caratterizza questo genere di recensioni va subito tolta di mezzo. Degiro è un broker serio ed estremamente professionale. A dimostrarlo sono le opinioni degli oltre due milioni di investitori che è riuscito a catalizzare, con una accelerazione sempre più forte nel corso degli ultimi anni.

Si tratta quindi, uno degli attori da tenere in considerazione, insieme a nomi storici come eToro o piattaforme nuove come OBRInvest, se si intende partire con il piede giusto. Prima di farlo, però il nostro consiglio è di valutare il proprio profilo di investitore, in modo da capire se rappresenta l’operatore ideale per le proprie esigenze.

FAQ

Per chi è alla ricerca di un valido ausilio per il proprio trading sul web, Degiro rappresenta una soluzione da tenere assolutamente in considerazione. Questa affermazione è motivata da un esame attento delle informazioni disponibili, tale da spingere ad affermare che la soluzione proposta è una delle più gettonate attualmente presenti nel settore. Se Degiro presenta piccoli difetti, ad esempio la mancanza delle criptovalute tra gli asset proposti, i vantaggi che propone li oscurano nettamente. Un giudizio che, del resto, sembra condiviso da tutti.

✅ Cosa è Degiro?

Degiro è un operatore che propone servizi finanziari a tutti coloro che intendono fare investimenti nel trading online. Il broker ha iniziato la sua attività nel corso del 2013 assumendo un ruolo di grande rilievo nell’ambito del settore e catalizzando il favore di più di due milioni di investitori in ogni parte del globo. Attirati da un notevole mix tra professionalità, sicurezza e convenienza. Le opinioni in tal senso non lasciano dubbi.

✅ Degiro è sicuro?

La risposta è assolutamente affermativa. Degiro Italia possiede una regolare licenza rilasciata da AFM (Autoriteit Financiële Markten) per poter offrire servizi finanziari. Inoltre, è iscritto nel registro della CONSOB per la stessa categoria. Questi riconoscimenti ufficiali spazzano via ogni dubbio sulla sicurezza di Degiro e sul rispetto da parte sua delle normative che regolano il settore.


Marzia  Posta | Gestore di portafoglio- Con un master in Finance conseguito presso l’università Luiss di Roma lavora da più di 10 anni presso Unicredit come gestore di portafoglio e risk analyst.