Comprare augur, la piattaforma blockchain per le scommesse

Per tutti coloro intenzionati ad investire in criptovalute emergenti, una delle possibili opzioni sul mercato è rappresentata da Augur.

Del progetto Augur non si parla molto, anche perché si trova  attualmente al 299° posto nella classifica di settore, con un market cap inferiore ai 250 milioni di dollari statunitensi. Se non vanta le potenzialità degli NFT, se ne potrebbe però parlare molto nel futuro, proprio per la validità del suo piano di sviluppo.

Cos’è Augur?

augur logo

Augur è una piattaforma decentralizzata che sfrutta la blockchain di Ethereum (ETH) per svolgere il compito per il quale è stata creata, quello di ospitare markets in cui sia possibile scommettere su qualsiasi evento permettendo però di formulare previsioni più accurate, rese possibili dall’utilizzo di un algoritmo che fonda il suo funzionamento sull’intelligenza collettiva.

Per far girare il sistema creato per codesta via, indicato in inglese come market prediction, si utilizza il token Reputation (REP).

In pratica, il protocollo creato dai fondatori di Augur si basa su una semplice constatazione: il parere di un solo esperto o di un numero limitato di essi può rivelarsi del tutto inadeguato per dare vita ad una previsione tale da evidenziare un minimo di fondamento.

Mentre una previsione emessa da una massa di individui è in grado di rivelarsi all’atto pratico molto più fondata. La possibilità di esprimere un parere, una previsione, viene quindi concessa sul sito di Augur, a pagamento.

Perché una scelta simile? Il motivo risiede proprio nel fatto che in tal modo è più difficile manipolare il risultato finale, in quanto chi scommette ha la prospettiva di un guadagno. Considerato quanto accade nella vita reale, ad esempio quando un sondaggio prevede un voto gratuito, una impostazione di questo genere sembra in effetti non priva di logica.

Caratteristiche principali

  • 📊  Social trading & Copy trading
  • 🔐  Massima Sicurezza
  • 📚  Molti corsi di formazione disponibili
  •  

10.000€

Conti Di Demo

20€

Deposito Minimo

Chi ha creato Augur?

augur coin

Il lancio di Augur crypto è avvenuto ad opera della Forecast Foundation, società fondata nel 2014 dallo sviluppatore Jack Peterson e dallo scienziato informatico Joey Krug. Proprio sulla questione della fondazione, però, è scoppiata una vera e propria lite giudiziaria intestina ad Augur. A intentare la causa è stato Matthew Liston, il quale sostiene il suo ruolo nella fondazione, ma non è stato riconosciuto dai querelati, nonostante un accordo in tal senso.

Nell’anno seguente, Augur ha dato vita ad una Initial Coin Offering (ICO), una delle prime in assoluto, nel corso della quale la Forecast Foundation ha venduto 8,8 milioni di REP, con un introito totale pari a 5,5 milioni di dollari, i quali sono andati per buona parte a finanziare i piani di sviluppo dei tokens.

Il lancio definitivo della piattaforma di Augur è avvenuto nel 2018 e già nel corso del suo primo mese di vita sono state effettuate oltre 800 scommesse, in cui gli utenti hanno puntato circa 1,53 milioni di dollari sotto forma di REP.

Cosa rende unica Augur?

Brian Armstrong, il CEO di Coinbase, ha descritto Augur alla stregua di un protocollo straordinario. Mentre Vitalik Buterin, co-fondatore di Ethereum, ne ha sottolineato l’ingegnosità tanto da etichettarlo come “Uber for knowledge” (da english a italiano “Uber per la conoscenza”), investire soldi nel progetto e prestare la sua consulenza per svilupparlo.

Come ha fatto del resto Elizabeth Stark, fondatrice di Lightning e nota per il cui lavoro prestato nella costruzione del Lightning Network per Bitcoin e Litecoin. Una serie di nomi i quali fanno capire l’unicità di tale block-chain e le notevoli potenzialità di cui è accreditata.

Augur è una criptovaluta riconosciuta?

La risposta è sicuramente positiva. Se non stiamo parlando di NFT o di BTC, Augur costituisce in effetti un vero e proprio unicum e ha già fatto parlare molto di sé, proprio per l’originalità della funzione che si propone.

Se non ha la visibilità e la copertura mediatica di BTC e altre divise virtuali di cui si parla praticamente ogni giorno, è comunque riuscita a ritagliarsi una certa popolarità e a destare curiosità sul mercato. Proprio per questo Augur valore potrebbe crescere sensibilmente nel futuro.

Come funziona Augur?

Come abbiamo già ricordato, Augur crypto gira sulla blockchain di Ethereum. Di conseguenza, la compravendita delle azioni nei suoi markets viene effettuata mediante impiego di ETH, il suo token nativo. Con la parziale eccezione rappresentata dalla stablecoin DAI, prevista per traders i quali privilegiano l’utilizzazione di un asset meno volatile.

Un vantaggio ulteriore in tal senso è poi rappresentato dalla possibilità di utilizzare gli smart contracts (termine inglese che indica i contratti intelligenti) al fine di verificare i risultati finali delle scommesse. Un modus operandi che offre il massimo di garanzie sulla corretta verifica dei risultati e sui pagamenti spettanti ai vincitori.

Le scommesse, a loro volta, prevedono un iter suddiviso in alcuni passi, ben distinti. Il primo dei quali rappresentato dalla creazione del mercato, cui può provvedere chiunque indicando come base della puntata un evento del mondo reale.

Nella fase in questione gli interessati vanno a definire le probabilità che il risultato finale vada in un senso oppure nell’altro, incidendo di conseguenza sul prezzo di ogni singola azione.

Prima che il verdetto arrivi, gli utenti possono acquistare o vendere le proprie azioni giudicando la convenienza a farlo sulla base delle quote e della loro evoluzione. Infine, saranno gli utenti a segnalare il risultato, utilizzando allo scopo il token REP, sostituendosi in tal modo all’autorità centrale.

Come comprare Augur?

Vediamo com’è possibile procedere all’acquisto di Augur. Il primo modo per farlo consiste nell’aprire un conto presso uno degli exchange di criptovaluta che lo includono nelle proprie contrattazioni. Tra di essi occorre ricordare in particolare Coinbase, Bittrex, Coinmama, Coinswitch, Binance, Poloniex, Kraken e CEX.

Naturalmente, una volta proceduto all’acquisto occorre conservare i gettoni in modo da metterli al riparo da eventuali tentativi di sottrazione, tramite un portafogli elettronico (wallet). Considerato che Augur è un token ERC 20, è necessario trovare un wallet in grado di memorizzarlo. Tra le possibili opzioni occorre ricordare soprattutto Ledger Nano X, Ledger Nano S, KeepKey e Trezor.

screenshot della homepage di augur

CFD 

Il possesso diretto della valuta virtuale acquistata non è però l’unica opportunità di guadagno resa possibile da Augur. L’alternativa è infatti rappresentata dall’investimento su un CFD (Contract for Difference), ovvero il derivato proposto dai broker che operano online.

Tale modalità di commercio è in grado di assicurare non pochi vantaggi a chi decida di praticarla. In particolare, non obbliga ad acquistare e installare un wallet, operazione tale da rivelarsi discretamente complicata per chi non abbia particolari competenze informatiche. Inoltre elimina in partenza la temibile eventualità di un attacco hacker, teso ad impadronirsi del suo contenuto.

Altro notevole vantaggio prospettato dai Contract for Difference è poi da ravvisare nel fatto che in tale maniera è possibile trarre profitto non solo dalla crescita della quotazione dell’asset individuato sul mercato, ma anche dall’ipotesi inversa.

Inoltre, un contratto di questo genere si può chiudere in qualsiasi momento, ove si ritenga giunto il momento della presa di profitto o quello di limitare le eventuali perdite.

Un ulteriore vantaggio è poi rappresentato dalla possibilità di utilizzare la leva finanziaria e approntare operazioni allo scoperto, ovvero senza disporre dell’intero quantitativo di soldi che si intende investire. In tal caso, però, occorre agire con molta circospezione: se è vero che la leva finanziaria amplifica il possibile profitto, agisce con la stessa intensità anche sulle perdite.

Tra i broker che permettono di fare investimenti sulle cripto-valute, una menzione particolare spetta a Capital.com, ormai ritenuto un punto di riferimento imprescindibile del settore. Andiamo a vedere perché.

Fare trading con Augur su Capital.com: il nostro tutorial

Perché investire su Augur tramite Capitaldotcom? Il primo motivo per farlo è rappresentato dai profili di sicurezza che è in grado di assicurare ai suoi clienti. Chi offre servizi di intermediazione finanziari, infatti, deve possedere una licenza per poterlo fare, rilasciata da una delle autorità nazionali le quali si occupano di vigilare sul corretto svolgimento delle operazioni che avvengono sulle piazze finanziarie.

In questo caso, le licenze sono rilasciate dalle più importanti authority, a partire da CySEC (Cyprus Security and Exchange Commission) per l’eurozona. Per effetto di questo permesso, il broker deve rispettare non solo le norme KYC (Know Your Customer) e AML (Anti Money Laundering), ma anche quelle emesse a livello comunitario a tutela degli investitori, in particolare quelli al dettaglio.

Tra di esse, in particolare quelle nota come MiFID (Markets in Financial Instruments Directive) e MiFIR (Markets in Financial Instruments Regulation).

Perché è molto importante questo aspetto? Il motivo è da ricercare nel fatto che un gran numero di investitori, nel passato più o meno recente, è stato danneggiato da azioni improprie o apertamente truffaldine da parte dei broker cui si erano incautamente affidati. Per evitare che ciò possa avvenire, occorre affidarsi a operatori in grado di dimostrare il massimo di professionalità e correttezza.

Sino a pagare anche per gli eventuali danni derivanti dal malfunzionamento degli strumenti messi al servizio della propria utenza. Inoltre, altro aspetto fondamentale, questi broker sono obbligati a porre una netta linea di separazione tra i propri fondi e quelli dei clienti. I secondi, in particolare, vengono depositati su conti aperti presso una banca diversa, di modo che non li si possa utilizzare per operazioni non collegate agli investimenti.

A questi aspetti relativi alla sicurezza, si vanno poi a mixare quelli collegati all’operatività assicurata dalle migliori piattaforme, tale da rivelarsi un vero e proprio valore aggiunto. Investire con questo genere di intermediari è molto facile, togliendo di mezzo le procedure farraginose tipiche delle banche e delle società di intermediazione tradizionali.

Non va poi dimenticata l’opportunità di poter contare su strumenti formativi di alto livello. Le vere e proprie accademie messe a disposizione, forniscono infatti tutorial, guide online, webinar e molto altro, permettendo anche a chi è alle prime armi di costruirsi un bagaglio di competenze in grado di permettergli di reggere alla prova dei mercati.

Per quanto riguarda questo broker, un ulteriore motivo che dovrebbe spingere gli investitori ad adottarlo è rappresentato proprio dalla proposta relativa agli asset digitali. La più completa in assoluto.

screenshot della capital com di augur

Fare trading di criptovalute con Capital.com

Per chi intende trarre profitto dalle clamorose oscillazioni dei prezzi che caratterizzano il mercato delle cripto-valute, l’operatore è un interlocutore privilegiato. Il broker, infatti, propone un vastissimo paniere di monete virtuali, oltre 250.

E’ possibile reperire non solo il BTC, ma anche le Altcoin più popolari e i coins alternativi più interessanti. Ether, Ripple, Cardano, Dogecoin, Shiba Inu, Tron, OMG, Quantum, Stellar, Bitcoin Cash, Litecoin sono solo alcune delle proposte di questo operatore, le quali possono essere trattate aprendo un CFD (Contract for Difference).

Di che si tratta? Con questo acronimo si indicano gli strumenti derivati che vanno a riflettere la quotazione di un sottostante e trarre vantaggio dalle sue variazioni.

I vantaggi resi possibili da tale modalità di commercio sono notevoli e tra di essi occorre sicuramente ricordare:

  • Non obbligano all’acquisto diretto dell’asset. Nel caso delle cryptocurrency il vantaggio è ancora più evidente, in quanto non c’è in tal modo alcun bisogno di acquistare un wallet, ovvero la cassaforte elettronica delegata ad accogliere e conservare i tokens. In tal modo si evita la relativa spesa e le complicazioni derivanti dalla necessità di installare il portafogli, oltre al pericolo rappresentato dalle scorrerie dei pirati informatici;
  • La possibilità di guadagnare non solo da un apprezzamento dell’asset su cui è stato aperto il CFD, ma anche da un suo calo. La cosa essenziale, in questo genere di operazioni, è rappresentato dall’esattezza della propria previsione;
  • La presenza della leva finanziaria la quale permette in pratica di fare operazioni allo scoperto, ovvero senza avere effettivamente a disposizione i soldi che si decide di investire. In questo modo anche chi non dispone di risorse ingenti può provare a trarre guadagni di rilievo dalle proprie operazioni. Naturalmente, occorre usare con accortezza questo strumento, in quanto amplifica non solo i guadagni, ma anche le perdite.

I vantaggi di acquistare Augur

Il principale vantaggio di avere Augur all’interno del proprio portafogli di investimento è rappresentato dal fatto che il progetto è ancora ben lontano dall’aver richiamato l’attenzione che merita. Esistono grandi margini in tal senso, tanto poter dire che l’attuale quotazione è abbastanza lontana dal target price. Acquistare ora potrebbe rivelarsi una mossa in grado di assicurare ottimi ritorni nel futuro, più o meno immediato.

Quali sono i limiti e gli svantaggi di Augur?

Per quanto concerne i limiti di Augur, possiamo dire che non vanta una popolarità simile a quella degli NFT o dei tokens più pubblicizzati. Non ha neanche una community disposta a portare avanti una campagna di pump and dump come quelle che periodicamente interessano ad esempio Dogecoin.

Quelli di Augur sono però svantaggi abbastanza limitati, i quali non sembrano sconsigliare dall’investimento su un asset il quale vanta autorevoli endorsement, come quelli di Vitalik Buterin o Brian Armstrong, tali da poter influire sul prezzo.

Investire in Augur è sicuro?

La risposta al quesito su Augur  è sempre la stessa in merito alle cripto-valute. E’ infatti una risposta dovuta proprio alla natura dei mercati finanziari, ove la volatilità è praticamente all’ordine del giorno. In pratica, chi investe in beni di questo genere sa che potrebbe guadagnare in maniera notevole o perdere vistosamente.

Occorre infatti ricordare che a guadagnare in questo settore è solitamente una minoranza, in particolare i grandi gruppi di investimento o, per quanto riguarda più specificamente il settore crypto, le cosiddette “balene”. Il consiglio che possiamo dare, anche a chi intende puntare su Augur, è di non dare mai nulla per scontato e di mettere in atto strategie in grado di dare vita ad una rete protettiva intorno ai propri soldi.

Previsioni Augur : cosa possiamo aspettarci?

Augur previsioni: cosa potrebbe accadere nel futuro? Fare pronostici sui prezzi in un settore come quello degli asset digitali può rivelarsi abbastanza inutile. Se le monete virtuali attualmente esistenti sono migliaia, la stragrande maggioranza di esse vive una vita grama o può già essere considerata tecnicamente fallita.

Al tempo stesso è possibile vedere tokens del tutto sconosciuti iniziare una crescita tale da portarli all’attenzione generale grazie al pump and dump. Per quanto riguarda Augur ci sentiamo di escludere la prima ipotesi, il fallimento totale, ma non la seconda, ovvero una improvvisa e vigorosa crescita.

Quali sono le alternative all’acquisto di Augur?

Quali sono le possibili alternative a Augur? Un protocollo simile a Augur è Gnosis, il quale mira a fornire un’infrastruttura open source ai prediction markets basati su Ethereum. Anche in questo caso il lancio è avvenuto tramite ICO, premiata dall’afflusso di 12,5 milioni di dollari in un arco temporale molto ristretto.
E come per Augur si tratta di un asset ancora non esploso e tale, di conseguenza, da offrire margini per un investimento in grado di ripagare con una impetuosa crescita.

Conclusioni: conviene comprare Augur?

Se vi state chiedendo se conviene comprare Augur, la risposta è affermativa. Si tratta di una proposta molto particolare, tale da scavare un solco notevole con le cripto-valute rivolte esclusivamente alla speculazione.

Occorre poi considerare che si tratta di un progetto rientrante nella DeFi, ovvero uno dei settori che è considerato sinonimo di una vera e propria gallina dalle uova d’oro. Potrebbe quindi giovarsi in maniera molto sensibile di tale appartenenza, attraendo investitori che sono alla ricerca di remunerazioni elevate.

Il suo cap di mercato è in questo momento abbastanza modesto, ma proprio questo, paradossalmente, può rivelarsi un punto di forza, spingendo in particolare gli investitori alla ricerca di asset alternativi a prenderlo in considerazione.

Sull’altro piatto della bilancia, occorre invece porre in rilievo il fatto che il suo funzionamento non è semplicissimo da comprendere e che Augur non si propone di fungere da strumento di pagamento nella vita reale.

E’ quindi molto improbabile che se ne possa parlare in maniera diffusa, come accade per BTC o per gli NFT, indicati alla stregua di veri e propri sinonimi per le divise virtuali. Un fattore da tenere nel debito conto, prima di investire su Augur.

📕 FAQ | Comprare Augur

Comprare Augur è molto semplice. Lo si può fare aprendo un conto presso uno degli exchange che ne propongono la compravendita e conservarlo all’interno di un wallet.

In alternativa si può optare per l’investimento in cripto-valute tramite CFD, ovvero senza detenere direttamente i tokens.

In questo modo non solo ci si sottrae alla necessità di acquistare il portafogli elettronico, ma anche di impostarlo e tenerlo lontano da eventuali attacchi hacking. Inoltre, è possibile riuscire a guadagnare sia in caso di impennata del suo prezzo, sia nel caso opposto, a differenza di quanto avviene con l’acquisto diretto.

✅ È il momento giusto per comprare Augur?

Il momento sembra abbastanza propizio per procedere all’acquisto di Augur. Da un lato l’Augur valore sembra abbastanza sottostimato rispetto al suo reale potenziale, mentre dall’altro il suo prezzo si potrebbe giovare di un nuovo movimento ascensionale dell’intero comparto favorito da una ulteriore bull run di Bitcoin. Le Augur previsioni si prospettano quindi abbastanza positive.

✅ Augur: è legale?

Augur è assolutamente legale. Non si hanno notizie di inchieste al suo riguardo portate avanti da organismi preposti alla vigilanza delle operazioni finanziarie. L’unico pericolo in tal senso sembra un bando alle criptocurrency a livello globale, una prospettiva al momento del tutto irrealistica.

✅ Dove acquistare Augur?

L’acquisto di Augur è possibile presso uno dei tanti exchange che lo hanno incluso all’interno delle proprie contrattazioni. Per farlo è necessario aprire un account e decidere se optare per uno dei wallet proposti dalle varie piattaforme, oppure acquistarne uno e installarlo sul proprio personal computer o sullo smartphone, ove si utilizzi questo dispositivo per la compravendita di asset virtuali. La prima opzione espone maggiormente ad attacchi informatici.

✅ Cosa posso comprare con Augur?

Augur non è un sistema ideato per i pagamenti della vita reale, come avviene ad esempio per BTC o altri gettoni i quali sono sempre più utilizzati nelle transazioni, ad esempio quelli accettati da AMC per il pagamento online dei biglietti all’interno delle proprie sale cinematografiche. Al momento sembra quindi da escludere una evoluzione in tal senso.


Marzia  Posta | Gestore di portafoglio- Con un master in Finance conseguito presso l’università Luiss di Roma lavora da più di 10 anni presso Unicredit come gestore di portafoglio e risk analyst. 


Per saperne di più, ecco le nostre guide dettagliate sulle criptovalute: